• Ducati

    Ducati Panigale

    • Prezzoda € 16.850
    • Peso176 Kg
    • Serbatoio17.0 l
    • Altezza sella81 cm
    • Lunghezza206 cm

    Informazioni su prezzi, scheda tecnica, consumi, prestazioni, optional e abs, come va e perchè acquistare Panigale

    In sintesi
    La supersportiva Panigale è la prima Ducati ad abbandonare il telaio a traliccio in tubi a favore di un monoscocca con il motore con funzione portante, in questo caso il bicilindrico Superquadro che è un motore “da corsa” nelle prestazioni e nell’erogazione. La potenza è infatti concentrata agli alti regimi, quindi meno facile da gestire per guidatori normali. La versione bicilindrica top di gamma è la R Final Edition, che monta un motore da 1285 cm3 capace di fornire 209 CV. Meno impegnativa , soprattutto su strada, la 959 è altrettanto efficace e più divertente anche in pista, l'habitat naturale per la Panigale dove si possono scatenare i tanti CV e sfruttare a fondo l’elettronica “da corsa”. Agilissima in curva, è reattiva nei cambi di direzione, sul veloce è stabile e ben piantata. Il cambio elettronico permette di sfruttare tutta la potenza senza usare la frizione e “mollare” il gas. Ha tre mappature: nella Race l’ABS è poco invasivo e agisce solo sul freno anteriore, permettendo staccate al limite in sicurezza; la Sport si usa in strada dove la potenza piena ha un'erogazione più “umana”. In condizioni di scarsa aderenza invece va usata la mappatura Wet. ABS e DTC con mappatura Sport aiutano a frenare in sicurezza, controllando le reazioni della moto in curva. Le sospensioni regolabili la rendono quasi “confortevole” quando si vuole passeggiare. Notevole la componente elettronica disponibile di serie o a richiesta sulle diverse versioni, che non sfigurerebbe su una moto del mondiale SBK. Le dotazioni di serie sono di alto livello, così come i prezzi.

    La Panigale V4 è la prima Ducati spinta dal nuovo motore Desmosedici Stradale quattro cilindri con la V di 90°. Sia il telaio in alluminio denominato “Front Frame” (che pesa solo 4 kg) che il telaietto reggisella dello stesso materiale sono fissati al motore che ha funzione portante. Anche il forcellone monobraccio è infulcrato nel basamento del V4. Il quattro cilindri vanta la fasatura “Twine Pulse”  che avvicina l’erogazione a quella di un bicilindrico, ha la distribuzione desmodromica e l’albero controrotante che permette di compensare parte dell’effetto giroscopico prodotto dalle ruote, migliorando la maneggevolezza e la rapidità nei cambi di direzione. Troviamo poi cornetti di aspirazione a lunghezza variabile e lubrificazione a carter semi secco. Il largo uso di alluminio per i carter e magnesio per tutti i coperchi, fanno si che il peso del V4 sia contenuto in soli 64,9 kg (2 kg in più del bicilindrico Superquadro da 1.285 cm3). Completissimo il pacchetto elettronico: piattaforma inerziale a 6 assi (6D IMU), ABS Cornering Evo, Ducati Traction Control Evo (DTC EVO), Ducati Slide Control EVO (DSC EVO), Ducati Wheelie Control EVO (DWC EVO), Ducati Power Launch (DPL), Ducati Quick Shift up/down EVO (DQS EVO), Engine Brake Control EVO (EBC EVO). Tre i riding mode disponibili: Race, Sport e Street, tutti a “potenza piena” differenti  per l’erogazione. Perfetta per la pista, ma sfruttabile anche su strada grazie all’elettronica, la V4 è “facile” e intuitiva nella guida, rapidissima in curva, veloce nei cambi di direzione. L’erogazione è decisa ma lineare in mappa Sport mentre in Race, mappa dedicata alla pista, si fa più pronta al comando del gas Ride By Wire, ma mai brusca. Di pregio il reparto sospensioni (forcella Showa Big Pistons e mono Sachs, completamente regolabili) cosi come l’impianto frenante che vanta le esclusive pinze monoblocco Stylema di Brembo. Più costosa e meglio dotata la Panigale V4 S che sfoggia sospensioni Ohlins semi attive a controllo elettronico, cerchi forgiati in alluminio e batteria agli ioni di litio. 
     
    Perché sì
    Linea originale e compatta soprattutto in coda, sembra una 600 – La maneggevolezza è il suo forte, leggera e rapidissima nei cambi di direzione - Le sospensioni sono di qualità, aiutate da un’elettronica affidabile e facile da utilizzare. --- Il nuovo V4 ha prestazioni ma anche fruibilità e facilità di gestione, offrendo piacere di guida con un impegno “fisico” non eccessivo da parte del pilota – L’elettronica è quasi da MotoGP, esemplari la precisione e la maneggevolezza in curva
    Perché no
    Il prezzi sono molto elevati, anche se in parte giustificati dalla tecnologia in gioco: la Panigale è la più costosa delle sue concorrenti dirette in tutte le cilindrate - Il calore sprigionato dal cilindro (o dai cilindri nel caso della V4) sotto la sella si fa sentire molto – Il cavalletto laterale è difficile da azionare e poco intuitivo - La sella della V4 è più spaziosa, ma rimane poco imbottita.
    Ducati PanigalePREZZOCM3VelocitàCV/kWFreniRuote
    Ducati Panigale 959 2016959 201616.850955n.d.149.55/1102D/D17/17
    Ducati Panigale 959 Corse 2018959 Corse 201819.190955n.d.149.55/1102D/D17/17
    Ducati Panigale V4 2018V4 201822.5901.103n.d.214.14/157.52D/D17/17
    Ducati Panigale V4 S 2018V4 S 201827.8901.103n.d.214.14/157.52D/D17/17
    Ducati Panigale V4 Special 2018V4 Special 201839.9001.103n.d.226.1/166.32D/D17/17
    Ducati Panigale R Final Editon 2017R Final Editon 201739.9001.285n.d.209.38/1542D/D17/17
    Vedi le versioni precedenti fuori listino di Ducati Panigale
    NEWS
    • News
      05 Febbraio 2018
      Ecco dieci curiosità tecniche della nuova sportiva di Borgo Panigale. Una moto che ha segnato l'ingresso della casa bolognese in una nuova era, quella dei motori a quattro cilindri, e che come spesso accade, ha spostato l'asticella delle prestazioni di una moto sportiva di serie parecchio più in...
    • Moto
      18 Gennaio 2018
      Con la produzione a pieno regime, sono già 500 le Panigale V4 che hanno raggiunto i principali concessionari di tutta Europa, in attesa di approdare in tutti gli showroom nelle prossime settimane. Ecco quanto costa e come è fatta la nuovissima SBK di Borgo Panigale
    • News
      29 Novembre 2017
      Ducati ha reso noto il prezzo della nuova top di gamma della famiglia 959. La Panigale Corse, dotata rispetto alla base di sospensioni più raffinate e un impianto di scarico in titanio, sarà disponibile a partire da marzo 2018
    VIDEO
    PROVE DI INSELLA
    PRIMI CONTATTI
    • 27 Gennaio 2018
      La nuova supersportiva bolognese ha un motore a 4 cilindri che spinge forte anche ai bassi e medi regimi e sfoggia un allungo impressionante. Ma la "cavalleria" da record è gestita da un’elettronica sofisticatissima, che permette di sfruttare la V4 su strada e in pista con (relativa) tranquillità. Raffinata e precisa la ciclistica, prezzi... da Ducati
    • 27 Novembre 2015
      Ducati la definisce “super media”, per noi è una “quasi superbike”. Ha la potenza di una maxi sportiva di qualche anno fa ma si guida in modo molto intuitivo e si può godere anche su strada. Costa molto (purtroppo) ma offre molto
    • 28 Gennaio 2015
      Siamo volati a Portimao per provare finalmente la nuova Panigale che, per il 2015, sfoggia un motore maggiorato e una piattaforma inerziale perfettamente a punto. Il responso della pista è inequivocabile: con lei si va forte, più forte che con qualsiasi altra sportiva provata finora. Ma per sfruttarla a fondo bisogna essere veri piloti, soprattutto se si monta il kit Performance che la trasforma in una moto da corsa