• Yamaha

    Yamaha YZF-R7

    • Prezzoda € 9.199
    • Peso188 Kg
    • Serbatoio13.0 l
    • Altezza sella84 cm
    • Lunghezza207 cm

    Informazioni su prezzi, scheda tecnica, consumi, prestazioni, optional e abs, come va e perchè acquistare YZF-R7

    In sintesi
    La R7 che riprende la sigla della leggendaria R7 OW-02 (protagonista del mondiale SBK sul finire degli anni 90), ma si tratta solo della sigla, perché la R7 di oggi è una sportiva facile da comprare e da guidare: si chiama R7 semplicemente perché monta l’eclettico bicilindrico CP2 di 689 cm3 già montato e apprezzato sulle stradali MT-07 e Tracer 7, nonché sulla endurona Ténéré 700 e sulla “classica” XSR 700. Esteticamente la R7 riprende lo stile delle sportive Yamaha di ultima generazione, con la stessa linea grintosa e la stesso “sguardo cattivo” sul frontale, con il proiettore a Led inserito al centro della “bocca” del cupolino. Particolarmente curata l’aerodinamica, che grazie alla sezione frontale stretta la R7 è in grado di raggiungere una velocità massima maggiore di circa 15 km/h rispetto alla naked MT-07 da cui eredita il motore e anche il telaio in tubi di acciaio, rinforzato per l’occasione con piastre di alluminio.

    Sospensioni regolabili
    Il motore 700 monta la frizione A&S antisaltellamento e una rapportatura finale adeguata. Di qualità le sospensioni Kayaba che sulla R7 sono regolabili. L’impianto frenante con pinze radiali e dischi da 298 mm all’anteriore monta invece una nuova pompa al manubrio firmata Brembo. L’elettronica si riduce al cambio quickshift che funziona solo in inserimento marcia (costa 170 euro).

    Posizione di guida da pista
    Appena saliti in sella ci si rende conto subito di cavalcare una vera sportiva: manubri piuttosto chiusi e pedane alte rendono la posizione di guida poco confortevole, almeno su strada. In pista, invece, i manubri bassi “disturbano” meno e la posizione in sella è decisamente più azzeccata. Il bicilindrico CP2 ha una discreta grinta ma è facile da gestire anche per chi ha poca esperienza grazie all’erogazione “elettrica”, piena e regolare a tutti i regimi. Ha comunque il brio necessario per divertire persino i piloti esperti su strada, mentre tra i cordoli si rivela perfetta per fare esperienza. La ciclistica a punto e il peso contenuto rendono la R7 velocissima nello scendere in piega e precisa in traiettoria, dove sfodera un avantreno sempre stabile. Bene il cambio quick shift, meno la frenata in pista, dove è apparsa poco incisiva. 
    Perché sì
    • La facilità di guida è elevata, la R7 non impegna mai il pilota e va bene anche per chi ha poca esperienza.
    • Il motore bicilindrico ha un’erogazione fluida e sempre ben gestibile, quello che serve per divertirsi senza doversi impegnare troppo.
    • Le sospensioni sono di buona qualità, sono prodotte dalla giapponese Kayaba e sono regolabili.
    Perché no
    • La frenata, almeno per l’uso in pista, non delle migliori, manca un po0 di incisività in particolare nella staccate più impegnative.
    • La posizione di guida è da sportiva vera, su strada le braccia del pilota si stancano in fretta.
    • Il controllo di trazione non è previsto, su una sportiva, dedicata (anche) ai neofiti, sarebbe davvero utile.
    Yamaha YZF-R7PREZZOCM3VelocitàCV/kWFreniRuote
    Yamaha YZF-R7 R7 48 CV 2022R7 48 CV 20229.199689n.d.47.58/352D/D17/17
    Yamaha YZF-R7 R7 2022R7 20229.199689n.d.73.41/542D/D17/17
    Yamaha YZF-R7 R7 World GP 60th Anniversary 2022R7 World GP 60th Anniversary 20229.599689n.d.73.41/542D/D17/17
    Vedi le versioni precedenti fuori listino di Yamaha
    ANNUNCI

    Yamaha Yzf r7 usate

    Yamaha Yzf r7 km 0 per anno