• Yamaha

    Yamaha Motor Italia S.p.A.
    Via Tinelli, 67/69
    20050, Gerno di Lesmo (MI)

    La scheda del marchio Yamaha, storia, prove modelli, articoli e foto

    La Nippon Gakki nasce nel 1987 come società specializzata nella costruzione di organi e pianoforti fondata da Torakusu Yamaha, dalla quale nel 1955 sono stati scorporati vari settori. La Yamaha Motor Co. Ltd, con sede a Iwata, si è quindi impegnata nella realizzazione di due ruote a motore, contando sull’esperienza maturata con la conoscenza nella lavorazione delle leghe metalliche per gli strumenti musicali.
    Attualmente la Yamaha è la seconda azienda produttrice di moto al mondo, dopo la connazionale Honda.
    Prima moto Yamaha è stato la 1 YA-1, una 125 cc con motore monocilindrico a due tempi. Presentata nel febbraio del 1955, la moto ha vinto la sua prima gara, la Monte Fuji Ascent Race, nel mese di luglio dello stesso anno. Yamaha si è impegnata nel campo dei due tempi fino a quando ha lanciato l'XS-1 nel 1969, una 650 cc bicilindrica a quattro tempi. Dieci anni più tardi, nel 1979, con la enduro XT 500 praticamente di serie ha vinto il primo rally Parigi-Dakar.  Oggi Yamaha produce una gamma completa di veicoli, dagli scooter con cilindrati da 50 a 500 cc, e una gamma articolata di moto da 50 a 1.900 cc, nei segmenti cruiser, sport touring, sport, dual-sport, e offroad. Il logo Yamaha è composto da tre diapason sovrapposti, per commemorare l’attività principale nel campo della musica.
 
NEWS
  • News
    27 Settembre 2022

    Yamaha qualche tempo fa ha presentato un nuovo scooter per la città denominato X-Force, dotato di estetica snella e sportiva e un motore da 155 cm3 con tecnologia Blue Core adatto all'uso urbano. Previsto per il mercato asiatico, difficilmente arriverà anche da noi
  • News
    08 Settembre 2022

    Una moto di serie ma pronto corsa, cioè in grado di affrontare le competizioni già così come viene consegnata, ed eventualmente anche di andare molto oltre montando le parti speciali di una lunga serie. È l’idea che sta dietro la Yamaha R1 GYTR 2023, nata per le competizioni così come lo è la analoga R6 GYTR. Quella sigla è l’acronimo di Genuine Yamaha Technology Racing e indica un programma orientato ai clienti più sportivi. 
Visualizza tutte 814 news Yamaha in totale
 
PRIMI CONTATTI
  • Naked
    15 Marzo 2022

    La Yamaha MT-10 2022 è una maxinaked potente, ma "docile" e per il 2022  le tante novità riguardano sia il design che l’elettronica. Nuovo anche il cruscotto TFT a colori da 4” attraverso cui selezionare 4 mappe pre impostate e personalizzabili. Ecco la nostra prova
  • Scooter
    14 Marzo 2022

    Il nuovo Tmax si allinea alla normativa Euro 5 e si propone con una nuova veste estetica. Gustosa novità l’inedito cruscotto a colori e nuove funzionalità dell’elettronica. In versione base o Tech Max, il prezzo è sempre importante, ma qualità e “sostanza” non mancano 
  • Sportive
    04 Ottobre 2021

    Spinta dall’apprezzato bicilindrico CP2, la nuova R7 è facile da gestire anche per chi non ha molta esperienza. Le sospensioni sono regolabili, ma non ci sono aiutini elettronici. Su strada e in pista si apprezzano l’ottima maneggevolezza, l’avantreno preciso e il cambio rapido. Prezzo invitante
  • Naked
    12 Agosto 2021

    La versione “sportiva” della MT-09 sfoggia sospensioni più raffinate: all’anteriore c’è una forcella Kayaba mentre al posteriore c’è un mono Öhlins entrambi  pluriregolabili. È più efficace su strada e in pista, ha finiture ricercate ma costa
  • Stradali
    22 Marzo 2021

    Per il 2021, la sport-tourer giapponese adotta il nuovo motore a tre cilindri da 889 cm3, la potenza sale a 119 CV e si arricchisce la dotazione di serie, decisamente più completa. Disponibile anche in versione GT con sospensioni a regolazione elettronica e borse laterali di serie
Visualizza tutti 59 primi contatti Yamaha in totale
 
PROVE DI INSELLA
Visualizza tutte 34 prove Yamaha in totale
 
PROVE DEI LETTORI
  • Stradali
    09 Maggio 2020
    A seguito di una analisi accurata analisi ho visto che le due Yamaha Tracer erano le moto che meglio soddisfacevano i miei bisogni. In particolare tra la Tracer 900 e la 700, ho scelto la 900 perché quello che dà rispetto alla sorellina giustifica abbondantemente i 2.000 euro di differenza (solo i 40 CV in più li valgono).
  • Stradali
    24 Novembre 2019
    La Tracer mi è sempre piaciuta infatti ho riacquistato il nuovo modello!
  • Stradali
    25 Settembre 2019
    E' stato un test dal concessionario
  • Sportive
    25 Luglio 2016
    Questa è stata la mia prima “vera” moto, l'ho acquistata nuova nel 2010 appena ho compiuto 18 anni (vivendo in CH un 125cc si può guidare dai 18 anni in su), potevo scegliere se comprare una moto bloccata a 25 KW (circa 34 cv) e poi fare la categoria A limitata (simile alla categoria A2 italiana) oppure acquistare una moto che potevo guidare da subito con la categoria A1 che avevo già sulla patente. In quell'occasione ho preferito la seconda scelta e mi sono orientato verso la (secondo me) bellissima Yamaha YZF-R125
  • Scooter
    09 Settembre 2015
    Ottimo rapporto qualità - prezzo
Visualizza tutte 25 prove lettori Yamaha in totale
Eicma 2022
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
FILTRA PER MARCA