PROVA

Yamaha Xmax 400 2013

Va forte e beve poco
Comodo e costruito con cura, ha buone prestazioni e consumi limitati. Scarso solo lo spazio per i piedi
Prezzo: 
€ 5.990
Peso: 
203,0 kg
Potenza: 
28,8 CV
Velocità: 
160,4 km/h
 
  • Comfort: 
    3
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    3
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    2
  • Vano sottosella: 
    3
  • Sospensioni: 
    3
Va forte e beve poco
Pregi: 
Accelerazione
Brillante: l’Xmax scatta molto bene
Comfort
Buono anche in due, la sella è comoda
Consumi
Sempre sotto controllo, anche “tirando”
Difetti: 
Pedana
Lo spazio per i piedi del pilota è limitato
Freno posteriore
Tende facilmente al bloccaggio
ABS
Per ora non è disponibile, arriverà solo a fine 2013
Yamaha negli ultimi anni ha dimostrato di saper fare scooter di media-grossa cilindrata di qualità. Dopo il successo dei piccoli Xmax e, soprattutto, del Tmax anche l’Xmax 400 promette bene. Costruito con cura e materiali di qualità, ha l’aspetto sportivo ma offre tutte le comodità che ci si aspetta da uno scooterone. La sella è comoda, la posizione di guida azzeccata, peccato solo che lo spazio sulla pedana sia scarso, mentre il sottosella è grande ma poco regolare. Il propulsore derivato da quello del Majesty 400 è un monocilindrico di 395 cm3 con 4 valvole, raffreddamento a liquido e alimentazione a iniezione. Le dimensioni sono compatte, quasi da 250/300, e anche il peso rilevato di circa 200 kg è buono: per essere un 400 a ruote medie l’Xmax è abbastanza leggero. Il prezzo non è basso, ma è allineato a quello dei concorrenti... ed è comunque la metà di quello del “fratellone” Tmax a cui questo Xmax 400 rischia di rubare qualche cliente.
PROVE CORRELATE
  • 03 Febbraio 2021
    La tout terrain di Iwata è disponibile anche in versione da 35 kW, guidabile con patente A2. Facile e divertente, la si può usare 365 giorni l'anno, per andare al lavoro o in vacanza. Robusta e curata, ma senza fronzoli, ha la sella alta e la ruota da 21" all'anteriore. Poca elettronica, tanta sostanza e un prezzo d'attacco
  • 14 Settembre 2020
    La media di Iwata è una supersportiva in scala ridotta: precisa in curva e con un allungo entusiasmante. Sa regalare grandi emozioni, ma chiede mani esperte al pilota che la sceglie
  • 10 Agosto 2019
    Con la Niken tra le curve si va alla stessa andatura di una moto “normale” con metà dell’impegno, lo stesso divertimento e il doppio della sicurezza. Comoda e ben costruita, va bene per viaggiare ma ripara poco dall’aria. Prezzo adeguato alle doti tecniche e alla qualità

Yamaha Xmax

  • Prezzo€ 6.190
  • Peso202 Kg
  • Serbatoio14,0 l
  • Altezza sella79 cm
  • Lunghezza219 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • BMW Serie F R/GT F 900 R 2021
    La media bavarese monta un bicilindrico frontemarcia, ha finiture curate e una dotazione tecnologica all'avanguardia. Chi la compra è al riparo da sorpese non gradite, ma il prezzo non è proprio d'attacco considerando gli optional "obbligatori"
  • Kawasaki W800 2020
    Elegante e sempre attuale, la classica di Akashi è una moto facile e appagante senza essere impegnativa. La media giapponese si guida con la patente A2, è perfetta in città, ma il motore è sufficientemente corposo per portare a spasso anche un passeggero per qualche gita fuori porta
  • Fantic Motor Caballero 500 Rally 2021
    Il nome riporta alle origini delle scrambler, ma la monocilindrica veneta è una moto moderna, divertente e facile da guidare. Il prezzo è corretto e l'allestimento strizza l'occhio a chi vuole sporcare le ruote su qualche strada bianca