PROVA

Yamaha Ténéré 700 2022

Yamaha Ténéré 700: adventouring per tutti
La bicilindrica di Yamaha si è fatta apprezzare per il motore sfruttabile senza eccessi, il peso contenuto e la linea sempre attuale. È facile da guidare, ci si può fare tutto e costa il giusto
Prezzo: 
€ 10.399
Cilindrata: 
689,0 cm3
Peso: 
204,0 kg
Potenza: 
67,0 CV
Velocità: 
187,4 km/h
 
  • Comfort: 
    3
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    5
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    5
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    2
  • Sospensioni: 
    5
Yamaha Ténéré 700: adventouring per tutti
Pregi: 
L'agilità e la facilità di guida su strada, la efficacia in fuoristrada, le prestazioni del motore
Difetti: 
Non ci sono mappature né controllo di trazione, il passeggero non è comodo, la protezione dall’aria è solo discreta
Tre anni fa è arrivata la Yamaha Ténéré 700. La endurona di Yamaha ha avuto subito successo per il mix di prestazioni, dimensioni e prezzo alla portata di tutti: una moto adatta un po’ per tutto, città e viaggi, ma anche gli eventi di adventouring (oggi di gran moda) riservati a piloti amatoriali con grosse enduro da oltre 160 kg.
La Ténéré 700 è spinta da un bicilindrico frontemarcia di 698 cm3 derivato da quello della naked MT-07 e della Tracer 700, ma modificato profondamente per meglio adattarsi alla guida in fuoristrada. 

Stile rally
Il cupolino ha un aspetto molto aggressivo, dominato dal faro composto da quattro elementi a led, la stessa soluzione utilizzata sulle “vere” moto da rally. Il cruscotto utilizza un display LCD verticale in perfetto stile “rally raid”, ed è dotato di un supporto superiore per agganciare un vero roadbook. Sulla Ténéré troviamo blocchetti al manubrio semplici (non ci sono sistemi elettronici da utilizzare) ma ben realizzati e una robusta “conchiglia” in alluminio che protegge da urti e sassi la parte inferiore di telaio, motore e i collettori di scarico. Sul lato sinistro della carena, protetta da un tappo in gomma, troviamo poi la presa di ricarica per alimentare smartphone o navigatore.
Per il 2022 arrivano nuove colorazioni, come questa “Icon Blue” che riprende la livrea delle moto usate alle Parigi-Dakar negli anni 80 dal team francese Sonauto. I due dischi a margherita della Ténéré hanno un diametro di 282 mm, più che sufficienti per controllare la moto sia su strada sia sui fondi sconnessi e dotati di pinze di tipo assiale. Lo scarico è collocato in posizione rialzata, per proteggerlo dagli urti nella guida in fuoristrada. Belli il fondello e la piastra di attacco, entrambi in alluminio satinato.
PROVE CORRELATE
  • 19 Maggio 2022
    Un po’ naked, un po’ granturismo, questa crossover ha ruote da 17” un motore potente e con grinta da vendere. La dotazione di serie è ricca e completa e lo spazio buono anche viaggiando in coppia. Siete pronti a partire?
  • 09 Gennaio 2022
    L’Xmax 300 è la soluzione "midi" di Yamaha per chi cerca uno scooter capace di accompagnarlo tanto nel tragitto casa-lavoro che negli allunghi fuori porta. Ben equipaggiato e rifinito, ha un prezzo in linea con i diretti concorrenti della propria categoria


     
  • 27 Dicembre 2021
    La naked media di Yamaha è costruita bene, è molto versatile e non costa un'esagerazione: ha tutti gli ingredienti per divertirsi in ogni condizione, con un motore sincero e una dotazione all'altezza della categoria

Yamaha Ténéré

  • Prezzo€ 10.399
  • Peso204 Kg
  • Serbatoio16,0 l
  • Altezza sella88 cm
  • Lunghezza237 cm
PROVE PER MARCA
LE ULTIME PROVE
  • Brixton Crossfire 500 500 X 2021

    La Crossifre è solida, facile da guidare e ha un prezzo non troppo elevato, anche se superiore ad altre moto del segmento. Prodotta in Cina, ma sulla base di un progetto che mira a soddisfare le esigenze qualitattive e di gusto del pubblico europeo, piace per il look vintage reinterpretato in chiave moderna

  • Kawasaki Ninja 1000 SX Tourer 2022
    La gran turismo giapponese offre il comfort di una moto da turismo, unito alle prestazioni della serie Ninja. Non chiedetele miracoli in città, ma in autostrada va alla grande. La dotazione di serie è molto valida e il prezzo è  interessante
  • Aprilia SR GT 200 2022
    Lo scooter di Aprilia è agile in città ma non disdegna gli sterrati più facili. Il motore è brillante, la frenata potente e il prezzo corretto. Gli ammortizzatori però sono un po' rigidi e il parabrezza non offre un gran riparo
Eicma 2022
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
Green Planet