PROVA

Triumph Street Scrambler 2020

Triumph Street Scrambler: divertimento vintage
La bicilindrica inglese è la perfetta incarnazione dello stile modern classic: il suo motore spinge a sufficienza per divertirsi, le linee non passano mai di moda e il parafango alto dona alla 900 un look aggressivo. Se lo stile è retrò, la dotazione elettronica è al passo con i tempi e offre grande sicurezza
Prezzo: 
€ 10.900
Cilindrata: 
900,0 cm3
Peso: 
203,0 kg
Potenza: 
59,2 CV
Velocità: 
178,5 km/h
 
  • Comfort: 
    5
  • Posizione di guida: 
    5
  • Tenuta di strada: 
    5
  • Finiture: 
    5
  • Consumo: 
    5
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    4
Triumph Street Scrambler: divertimento vintage
Pregi: 
 Il motore potente e gustoso diverte anche su strade guidate. Le finiture sono di qualità e si può completare la dotazione con tanti accessori ufficiali.
Difetti: 
La posizione di guida è comoda, ma meno della media del segmento. Il terminale di scarico alto scalda parecchio. Il passeggero è un po’ sacrificato
Si fa presto a dire scrambler, eppure moto molto simili nell'aspetto hanno per contro impostazioni e prestazioni ben differenti. La Triumph Street Scrambler mostra una declinazione piuttosto sportiva: il bicilindrico di 900cc raffreddato a liquido non è particolarmente potente, ma ha una bella coppia. Per controllare il tutto, la dotazione di serie della Street Scrambler è stata pensata a misura di neofita e include due mappature motore, ABS e controllo di trazione disinseribili. La moto provata da inSella monta il kit “Inspiration” che include tra l’altro lo scarico 2-in-1 Vance & Hines (attenzione che scalda parecchio), la sella piatta, i tubi paramotore, la bella borsa laterale con relativo telaietto e molti altri accessori: ci vogliono però 2.087 euro. Il cruscotto della Triumph è tutto in un unico strumento rotondo, con contachilometri analogico e un piccolo (ma ricco) display. I blocchetti al manubrio della Street Scrambler sono ben fatti e di buona qualità. Molto comodo il pulsante sul blocchetto sinistro, accanto al clacson, che permette di selezionare facilmente il “riding mode” più adatto.



 
PROVE CORRELATE
  • 26 Maggio 2021
    L'inglese è una endurona da usare in città, nei lunghi trasferimenti e anche quando finisce l'asfalto. Elettronica e dotazione di serie sono al top, l'aumento di cilindrata rispetto alla vecchia 800 migliora decisamente le prestazioni 
  • 13 Dicembre 2020
    Esagerata fin dalle linee, la Rocket 3R è una moto che stupisce da fuori, ma ha anche tanta sostanza. Il tre cilindri da 2,5 litri è un missile da 142 cavalli, la dotazione tecnica ha tutto quello che serve per tenere sotto controllo una potenza e una coppia da supersportiva. L'aspetto non deve ingannare: la Triumph è sufficientemente agile nonostante dimensioni non proprio compatte
  • 12 Ottobre 2020
    La bicilindrica inglese monta un bicilindrico di cubatura generosa, ma nonostante i 1200cc è potente il giusto e facile da guidare. Interpreta in chiave moderna i classici del settore: telaio doppia culla e due ammortizzatori al posteriore, sella ampia e comoda, anche se non è una moto per viaggiare

Triumph Street Scrambler

  • Prezzo€ 10.900
  • Peso203 Kg
  • Serbatoio12,0 l
  • Altezza sella79 cm
  • Lunghezza0 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Harley-Davidson CVO Road Glide 2021
    Esagerata nelle dimensioni e nello sfoggio di muscoli, questa bicilindrica è nata per macinare chilometri sognando grandi spazi aperti. La dotazione di serie è ricca, la guida più semplice di quello che si può immaginare osservandola da ferma. Cilindrata e prezzo sono quelle di una media...a quattro ruote!
  • KTM 390 Adventure 2021
    La piccola di Mattighofen si guida già a 18 anni e promette tanto divertimento a un prezzo contenuto. La dotazione di serie però è da "maxi" e il motore permette di fare tutto, senza strafare
  • BMW Serie F GS F 850 GS Rallye 2020
    Il GS negli ultimi anni ci ha abituato a cilindrate e prestazioni "maxi", ma anche nella versione 850 la bicilindrica bavarese sa essere una moto completa e anzi, più gestibile. La versione rallye aumenta la voglia di lasciare l'asfalto per l'off road. Il prezzo? Sempre al top della categoria