PROVA

Kawasaki Ninja ZX-6R 2020

Kawasaki Ninja ZX-6R: supersport alla riscossa!
La categoria delle "medie" non fa più tendenza come in passato, ma la moto di Akashi ha più di un buon motivo per andare controcorrente: divertente da guidare, è la compagna perfetta per chi non vuole finire in soggezione con mezzi troppo sportivi
Prezzo: 
€ 12.090
Cilindrata: 
636,0 cm3
Peso: 
196,0 kg
Potenza: 
130,0 CV
Velocità: 
246,8 km/h
 
  • Comfort: 
    2
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    5
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    5
  • Vano sottosella: 
    3
  • Sospensioni: 
    4
Kawasaki Ninja ZX-6R: supersport alla riscossa!
Pregi: 
L’erogazione vigorosa anche ai medi regimi, la posizione di guida sportiva ma non “estrema”, i consumi non esagerati.
 
Difetti: 
Vista la destinazione “stradale”, la carenatura dovrebbe proteggere meglio dall’aria e il passeggero meriterebbe un po’ più di attenzione. 
Un tempo le 600 erano le regine del mercato, ma da qualche anno hanno perso quote di vendita e le Case di conseguenza hanno ridotto la loro presenza nei listini. Kawasaki però crede in questo segmento e lo dimostra con una moto che punta molto sul piacere di guida, senza eccedere nel mostrare i muscoli. La ZX-6R è una sportiva con un motore vigoroso che spinge fin dai medi regimi. Già da una prima occhiata la quattro cilindri trasmette dinamismo, ma senza scelte estreme: la linea pulita si sposa bene con il telaio perimetrale e una buona dotazione elettronica viene in soccorso del pilota meno esperto.

Il nuovo cruscotto Kawasaki misto analogico-digitale è diviso in tre parti. Guardate bene: nel classico contagiri a lancetta la zona rossa inizia a 16.000 giri! La Ninja ZX-6R di  questa prova è in versione KRT (Kawasaki Racing Team), con livrea ispirata alle moto ufficiali

Al passo con i tempi
La nuova Ninja prevede due differenti riding mode, il sistema KIBS di gestione della frenata, un controllo di trazione su tre livelli e il quickshifter in salita. Il nuovo cupolino accentua il family feeling e ricorda la 400, con la livrea della media Kawasaki che si ispira alle colorazioni del KRT (Kawasaki Racing Team). In un certo senso la nuova ZX-6R richiama da questo punto di vista le sorelle maggiori che corrono nel mondiale Superbike e per un istante ci si può sentire Jonathan Rea! Se sognare non costa nulla, il portafoglio bisogna invece tirarlo fuori per portarsi a casa la nuova Kawa. Si può dire però che i 12.090 euro franco concessionario richiesti valgano la spesa, tra l'altro più bassa di quasi 2mila euro rispetto alla sua principale alternativa, la Yamaha YZF-R6. I consumi non esagerati aiutano poi nei costi di gestione, a patto di non esagerare con la manopola del gas. Il serbatoio da 17 litri garantisce una discreta autonomia, il vano sottosella è sufficiente, meglio di moto analoghe. La posizione in sella (altezza 83cm) è facile da trovare, ma non bisogna aspettarsi miracoli: la Ninja rimane una moto di impostazione sportiva e quel che soddisfa a moto ferma viene poi messo alla prova nell'uso stradale
PROVE CORRELATE

Kawasaki Ninja ZX-6R

  • Prezzo€ 11.890
  • Peso196 Kg
  • Serbatoio17,0 l
  • Altezza sella83 cm
  • Lunghezza203 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Suzuki GSX-S 750 Yugen Carbon 2019
    La 4 cilindri di Hamamatsu ha muscoli da vendere e li mette in mostra. Generosa ma guidabile, la 750 è una naked sportiva che se la cava bene anche nel traffico. L'elettronica in dotazione è quanto basta, le sospensioni sono abbastanza rigide e il passeggero un po' sacrificato
  • BMW R nineT Pure 2020
    Una linea inconfondibile, un bicilindrico generoso, la qualità tedesca: la R nineT non si smentisce. Con la Pure la casa bavarese va all'essenza del concetto di modern classic: poca elettronica e la giusta dose di cavalli e uno stile che non passa inosservato
  • Honda CB 650 R
    L'erede della Hornet interpreta l'attualità del settore naked con uno stile essenziale e prestazioni di tutto rispetto. Finiture adeguate e un prezzo corretto la rendono una moto che si fa volere bene subito, a patto di non essere "troppo" alti