PROVA

Honda VT 750 S 2010

Per passeggiate in relax
Costa poco, è comoda e facile da guidare. Il motore non è potente ma è robusto e fluido nell’erogazione. Finiture curate, freni da “strizzare”
Prezzo: 
€ 6.760
Cilindrata: 
745,0 cm3
Peso: 
222,0 kg
Potenza: 
40,2 CV
Velocità: 
167,3 km/h
 
  • Comfort: 
    3
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    3
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    2
  • Prestazioni: 
    2
    Average: 2 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    2
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    2

Su strada

La VT 750 S è una buona moto, facile da guidare nel misto con molte curve grazie alle gomme relativamente strette, alla sella bassa e al manubrio largo. Non è un fulmine nell’impostare le curve ma scende in piega con dolcezza, facilitando le cose a chi è alle prime armi. In mani esperte risulta comunque abbastanza precisa nel mantenere le traiettorie, se non si esagera col gas. Il motore spinge bene già dai bassi regimi, limitando al minimo l’uso del cambio (che comunque ha innesti precisi e silenziosi). Buona la dosabilità dei freni, ma mancano di grinta quando si tratta di ridurre rapidamente la velocità.



In autostrada

La sella è bassa e comoda, con il manubrio alla giusta distanza e il giusto spazio per le gambe. Si viaggerebbe bene se ci fosse un minimo di protezione dall’aria: il parabrezza (optional da 323 euro) è d’obbligo. Le vibrazioni del motore sono contenute a patto di non esagerare con la velocità, ma la VT non è una moto che si compra per andare di fretta: sui 110 km/h si potrebbe viaggiare all’infinito. Decisamente meno comoda la sistemazione del passeggero: ha una sella dura e stretta e poco spazio per le gambe.



In città

Le dimensioni limitano l’agilità in città e inoltre lo sterzo è scarso, nel traffico delle ore di punta la VT appare un po’ impacciata. Il motore però risolve parecchi problemi: spinge bene ed è elastico, permettendo quasi di dimenticare il cambio. In movimento il peso si sente poco e la guida a bassa velocità non è impegnativa. Poche le vibrazioni a tutto vantaggio del comfort. Le sospensioni assorbono abbastanza bene le buche, ma andando un po’ allegri la risposta del posteriore diventa piuttosto “secca”. I freni si dosano senza problemi, è davvero difficile bloccare le ruote. 

PROVE CORRELATE
  • 23 Novembre 2022
    Dal 2007 è il punto di riferimento per la categoria: nel tempo però l’SH è cresciuto di cilindrata passando da 270 a 329 cm3, migliorando prestazioni e stabilità. Il peso è contenuto, affidabilità e qualità al top della categoria
  • 23 Novembre 2022
    Lo scooter della casa alata non lascia spazio a sorprese: robusto e affidabile, ha il motore giusto per muoversi al meglio in città e fuori porta. Maneggevole e discreto, è il compagno ideale per un uso quotidiano
  • 17 Novembre 2022
    La nuova ammiraglia della Casa Alata offre una grande facilità di guida, un'ottima dotazione di serie e un prezzo invitante. Si fanno molti chilometri senza stancarsi, anche in due, ma le borse laterali sono poco capienti

Honda VT

  • Prezzo€ 6.815
  • Peso232 Kg
  • Serbatoio10,7 l
  • Altezza sella75 cm
  • Lunghezza230 cm
COMMENTI
Ritratto di Marco400
Marco400 Honda CBR 125/250 R CBR 250 R 2011
27 Marzo 2012 ore 12:24
...è un pò preoccupante, oltre 50 metri da 100km/h è davvero tanto.
Ritratto di zeussino75
27 Marzo 2012 ore 14:35
premetto che sono di parte perchè la moto in questione mi piace parecchio, concordo che lo spazio di frenata sia eccessivo, però visto la tipologia di moto non griderei allo scandalo. Inoltre le prove vengono effettuate in condizioni ottimali, avendo avuto il Burgy 400 t posso dire di provare il tuo in frenata e vedere quanto spunta realmente e vedrai che i 53 metri della honda non t sembreranno + una preoccupazione ..... un saluto Andre
Ritratto di zeussino75
27 Marzo 2012 ore 14:25
una sola parola...... spettacolare.....
Ritratto di Massytenere
Massytenere Honda VT 750 S 2010
29 Marzo 2012 ore 20:30
Ho posseduto con gioia circa 25 anni fà una Shadow vt 600 c !!! Ho viaggiato in lungo e in largo, in particolare una vacanza di circa 10.000 chilometri che partenza da Milano abbiamo fatto Francia, Spagna, Portogallo e Marocco, Rabat, Casablanca, Marrakesh e ritorno.... Spettacolare. La moto praticamente è la stessa, telaio e ciclistica... motore potenziato.... persino le piastre di sterzo, i cerchi e i mozzi delle ruote sono gli stessi... STUPENDI!!! 'Roba' ricavata dal pieno, in acciaio spazzolato. E' una moto comodissima e affidabilissima. Con 10 litri di benzina si fanno tranquillamente 200 chilometri, parola! E' una moto da comprare, Ciao, prudenza e un lamp a tutti.
Ritratto di zafiraka
20 Maggio 2013 ore 21:53
il tamburo dietro e il disco anteriore sono inadeguati, infatti ho strizzato i freni e ho fatto un volo assurdo!
Ritratto di zafiraka
20 Maggio 2013 ore 21:53
il tamburo dietro e il disco anteriore sono inadeguati, infatti ho strizzato i freni e ho fatto un volo assurdo!
Ritratto di grandebrigante
03 Giugno 2013 ore 23:51
Non è la prima moto, la mia VT 750 S o Shadow RS, come dir si voglia. Ne ho avute tante, ma questa penso (e sono convito) me la terrò cara cara. La frenata'? Sufficiente, non sono moto da staccate al limite. Il "tamburo" di dietro, un classico, l'ho comprata anche per questo. Riscalda pochissimo, anche d'estate, raffreddata a liquido e aria (vedi alette). Non ha la lancetta della benzina e nemmeno quella della temperatura dell'acqua? Meglio, meno stress. Serbatoio carburante piccolo (10,7), niente paura: La spia della riserva si accende a circa 210 km dall'ultimo pieno. Il faro piccolo? Svolge egregiamente il suo compito. Il sedile poco imbottito? Non è una poltrona ma ci si sta a lungo senza sacrificare più di tanto il fondo schiena. Bassa all'altezza giusta. Trasmette fiducia e in più la possiamo customizzare a piacemento (senza stravolgimento sulla ciclistica >>> mio consiglio) E poi la qualità Honda è visibile da lontano il tutto ad un prezzo da "scuterone". Ciao amici!! e meditate... meditate....
PROVE PER MARCA
LE ULTIME PROVE
  • Ducati Multistrada V2 S 2022

    Meno imponente della sorella a 4 cilindri, la Multistrada bicilindrica monta un motore 900 dalle prestazioni generose. Il carattere non manca, le sospensioni sono raffinate, ma il prezzo è elevato

  • Yamaha XSR 700 Xtribute 2022

    Equilibrata e facile da guidare, sfoggia un motore con prestazioni brillanti e ha una ottima qualità costruttiva. L'allestimento è molto curato e coinvolgente, ma influisce sul prezzo e la dotazione elettornica è inesistente

  • Triumph Tiger 900 GT Pro 2022

    Confortevole e accessoriatissima, la 900 inglese ha carattere ed è persino più godibile della sorella di cilindrata superiore. L'elettronica è molto raffinata, ma il prezzo non è proprio abbordabile

Eicma 2023
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
Green Planet