PROVA

Ducati Monster 796 + 2011

Sempre grintosa, ora più comoda
La versione “intermedia” della naked Ducati è leggera e facile da guidare. Il manubrio rialzato migliora la posizione di guida, sempre sportiva. Molto buone finiture e frenata (con ABS), rigide le sospensioni, prezzo salato
Prezzo: 
€ 9.970
Cilindrata: 
803,0 cm3
Peso: 
182,0 kg
Potenza: 
78,6 CV
Velocità: 
200,0 km/h
 
  • Comfort: 
    2
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    3
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    2
    Average: 2 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    3
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    2
Sempre grintosa, ora più comoda
Pregi: 
Consumi
Sono sempre bassi, il motore 796 beve poco
Posizione di guida
Sempre sportiva, ma anche comoda
Guida
Facile e intuitiva, tra le curve ci si diverte parecchio
Difetti: 
Prezzo
La dotazione è di alto livello, ma anche la 796 è cara
Calore
Il motore bicilindrico e gli scarichi scaldano: si soffre
Vibrazioni
Disturbano la visuale degli specchi retrovisori
La 796 si pone a metà strada tra la “economica” (per Ducati) 696 e la grintosa 1100: oltre al motore ha dei nuovi supporti del manubrio rialzati di 2 cm e una sella ridisegnata, che rendono meno “caricata” in avanti la posizione di guida. Il motore ha un’erogazione più fluida e “pronta” del 696 rispetto al quale è anche più brillante in ripresa, ha più coppia ed è meno assetato. Rispetto alla 1100 invece la moto è più maneggevole e ha un assetto meno rigido. Il telaio è il classico traliccio in tubi di acciaio, uguale in tutte le attuali Monster. La versione della prova è la “+” (cioè plus) che ha di serie l’ABS, un piccolo cupolino e il coprisellino passeggero. La versione base senza l’ABS e gli altri accessori costa meno (8.990 euro) ma è sempre cara... come una Ducati.

PROVE CORRELATE
  • 19 Settembre 2022
    È il massimo come prestazioni e piacere di guida su strada, uniti a una linea elegante e aggressiva. Il tutto condito da un'elettronica sofisticata e dal sound unico del V2 desmo, una moto che non scende a compromessi
  • 19 Ottobre 2021
    La bicilindrica di Borgo Panigale non lascia niente a desiderare in termini di prestazioni, ma è anche una moto che si può usare nella vita quotidiana, quasi in ogni situazione
  • 27 Dicembre 2020
    La crossover di Borgo Panigale è il riferimento della categoria, come tecnologia e come prezzo: il bicilindrico da 158 cavalli permette di togliersi ogni tipo di soddisfazione, ben assistito da sospensioni Ohlins e da un'elettronica raffinata. La cifra da spendere per mettersi nel box il gioiello di Ducati è superiore ai 25mila euro

Ducati Monster

  • Prezzo€ 9.690
  • Peso169 Kg
  • Serbatoio13,5 l
  • Altezza sella80 cm
  • Lunghezza210 cm
PROVE PER MARCA
LE ULTIME PROVE
  • Ducati Streetfighter V2
    È il massimo come prestazioni e piacere di guida su strada, uniti a una linea elegante e aggressiva. Il tutto condito da un'elettronica sofisticata e dal sound unico del V2 desmo, una moto che non scende a compromessi
  • BMW S 1000 R 2022
    La bavarese mostra i muscoli, promette divertimento ma non è una moto estrema. Il motore è potente ma gestibile, la naked tedesca offre sempre un comportamento sincero. Attenzione agli optional: alcuni sono irrinunciabili e fanno lievitare sensibilmente il prezzo
  • Yamaha Ténéré 700 2022
    La bicilindrica di Yamaha si è fatta apprezzare per il motore sfruttabile senza eccessi, il peso contenuto e la linea sempre attuale. È facile da guidare, ci si può fare tutto e costa il giusto
Eicma 2022
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
Green Planet