PROVA

Triumph

Triumph Bonneville T100 Black, l'altra faccia dell'eleganza
Costruita con cura, sfoggia una linea ispirata alla prima Bonneville del 1959, ma tecnica e dotazioni sono di ultima generazione. Comoda, facile e divertente, va bene per esperti e neofiti. Prezzo OK  
Prezzo: 
€ 10.600
Peso: 
222,0 kg
Potenza: 
53,0 CV
Velocità: 
167,2 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    4
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    3
Triumph Bonneville T100 Black, l'altra faccia dell'eleganza
Pregi: 
La linea elegante e le finiture curate. La posizione di guida comoda e la facilità di guida
Difetti: 
Gli ammortizzatori “economici” che non digeriscono le asperità, soprattutto quelle in rapida sequenza, il peso che rende faticose la manovre da fermo
Le Triumph “classiche” come la T100 della nostra prova hanno una dote difficile da trovare nelle concorrenti: uniscono il gusto “british” e l’eleganza delle antenate con la tecnica e le dotazioni moderne.  La posizione di guida rialzata, comoda anche per chi è sul metro e 80, la sella lunga con cuciture a vista e le ruote a raggi sono alcuni tra i tanti dettagli che richiamano la prima, leggendaria Bonneville del 1959. Il motore è invece il  moderno bicilindrico 900 raffreddato a liquido, sviluppato per dare il meglio ai regimi medio bassi ed essere facile da gestire anche per i meno esperti. Esiste anche la versione depotenziata a 48 CV per i neopatentati A2.

il vintage è hi-tech
La dotazione si completa poi con la giusta dose di elettronica: controllo di trazione disinseribile e acceleratore elettronico ride by wire sono di serie, come la frizione assistita (morbidissima da azionare) e la presa USB sotto la sella, indispensabile per ricaricare il cellulare. Utile anche lo scarico a doppia parete che evita la “cottura” della sua verniciatura... e riduce anche il rischio di scottature.
PROVE CORRELATE
  • 13 Gennaio 2021
    La bicilindrica inglese è la perfetta incarnazione dello stile modern classic: il suo motore spinge a sufficienza per divertirsi, le linee non passano mai di moda e il parafango alto dona alla 900 un look aggressivo. Se lo stile è retrò, la dotazione elettronica è al passo con i tempi e offre grande sicurezza
  • 13 Dicembre 2020
    Esagerata fin dalle linee, la Rocket 3R è una moto che stupisce da fuori, ma ha anche tanta sostanza. Il tre cilindri da 2,5 litri è un missile da 142 cavalli, la dotazione tecnica ha tutto quello che serve per tenere sotto controllo una potenza e una coppia da supersportiva. L'aspetto non deve ingannare: la Triumph è sufficientemente agile nonostante dimensioni non proprio compatte
  • 12 Ottobre 2020
    La bicilindrica inglese monta un bicilindrico di cubatura generosa, ma nonostante i 1200cc è potente il giusto e facile da guidare. Interpreta in chiave moderna i classici del settore: telaio doppia culla e due ammortizzatori al posteriore, sella ampia e comoda, anche se non è una moto per viaggiare
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Honda SH 125i 2020
    Nuove linee e nuove doti per l’SH 125. Ha più spazio sottosella, il motore Euro 5 consuma pochissimo e le finiture sono curate. Non costa poco, ma ha l’ABS e il controllo di trazione di serie
  • BMW Serie S S 1000 XR 2020
    La crossover dell'Elica ha un motore da superbike, ma non ha paura di viaggiare, anche con un passeggero. Più leggera della versione precedente, ha un equipaggiamento molto ricco. Attenzione però: non tutto è di serie
  • Triumph Street Scrambler 2020
    La bicilindrica inglese è la perfetta incarnazione dello stile modern classic: il suo motore spinge a sufficienza per divertirsi, le linee non passano mai di moda e il parafango alto dona alla 900 un look aggressivo. Se lo stile è retrò, la dotazione elettronica è al passo con i tempi e offre grande sicurezza