PROVA

Harley-Davidson

Su misura per l'italia
Realizzata esclusivamente per il mercato italiano, la Iron 883 Special Edition monta gli accessori più richiesti a prezzo scontato
Prezzo: 
€ 9.800
Cilindrata: 
883,0 cm3
Peso: 
251,5 kg
Potenza: 
46,0 CV
Velocità: 
169,6 km/h
 
  • Comfort: 
    2
  • Posizione di guida: 
    2
  • Tenuta di strada: 
    3
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    2
    Average: 2 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    2
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    2

Su strada

In linea generale la Special Edition si comporta come una Iron 883 “normale”: neutra ed intuitiva, si guida con facilità tra le curve ed è stabile in rettilineo e nei curvoni veloci. Purtroppo la luce a terra è ancora minore e le pedane toccano molto presto, limitando così il divertimento nei percorsi misti. Il bicilindrico spinge bene fino a tre quarti di gas ma l’allungo non è il suo forte, meglio non insistere. Migliorabili i freni: se nell’uso normale tutto sommato se la cavano, si dimostrano poco potenti e modulabili (soprattutto l’anteriore) appena si alza un po’ il ritmo.



In autostrada

La Iron 883 S.E. non è una moto nata per macinare chilometri. Non offre alcuna protezione aerodinamica, mentre la posizione di guida con manubrio basso e gambe avanzate espone tutto il corpo all’aria. Le sospensioni rigide offrono un comfort limitato, soprattutto nell’uso in coppia (e il passeggero non ha appigli). Quanto ai consumi, con un po’ di attenzione si possono superare i 20 km/l, ma l’autonomia garantita dal piccolo serbatoio è comunque scarsa. Se non altro, le soste frequenti servono a sgranchirsi le gambe...



In città

Le sospensioni posteriori ribassate fanno sentire tutte le imperfezioni dell’asfalto alla schiena del pilota, complici anche la posizione di guida e la sella poco imbottita. A parte questo però la Iron S.E in città va benissimo: la sagoma snella, le dimensioni compatte e il motore elastico e vigoroso in basso (che riduce al minimo l’uso del cambio) permettono di sgusciare agili anche nel traffico intenso. Il peso elevato impone un po’ di attenzione solo nelle manovre da fermo, ma la sella bassa consente di gestire la moto senza troppe difficoltà anche ai meno lunghi di gamba.
PROVE CORRELATE
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE