PROVA

Triumph Scrambler 865 2013

Divertente, ma con tanto stile
Passano gli anni e le mode, cambiano i colori ma la Triumph Scrambler rimane una delle moto più eleganti in commercio. Facile per chiunque (ma la sella è un po’ alta), ha un motore “tranquillo” perfetto per l’uso di tutti i giorni. Il prezzo però è un po’ alto
Prezzo: 
€ 10.290
Peso: 
225,5 kg
Potenza: 
50,6 CV
Velocità: 
163,1 km/h
 
  • Comfort: 
    3
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    3
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    2
    Average: 2 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    2
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    2
Divertente, ma con tanto stile
Pregi: 
Guida
Facile, rilassata, perfetta per le gite in coppia
Linea
Classica, semplice forse ma con un gran fascino
Cambio
Si è mostrato sempre all’altezza, morbido e preciso 
Difetti: 
Prestazioni
Un po’ di brio in più agli alti non guasterebbe  
Freni
Fanno il loro dovere, ma vanno azionati con decisione
Prezzo
Altino per una moto “basica” come la Scrambler  
Nata nel 2006 sull’onda del “revival” degli anni 70, la Scrambler ha re-inaugurato la moda delle moto buone per andare a spasso sull’asfalto e sulle “strade bianche” di campagna, ma tuttora sfoggia un’eleganza e un fascino ai quali molti appassionati non sanno resistere. Rispetto alle altre Triumph Classic (Bonneville, Thruxton e T100) la Scrambler ha i canali dei cerchi a raggi, mozzi, manubrio, coperchio della pompa del freno posteriore e condotti del radiatore dell’olio in nero. Invariati gli elementi caratteristici come il doppio scarico alto, il manubrio largo e la piastra a protezione del motore che assieme alla sella rialzata distinguono la Scrambler dalla Bonneville “normale”.
Il telaio a doppia culla in acciaio è ultra-tradizionale, così come il motore bicilindrico di 865 cm3 raffreddato ad aria e alimentato da un’iniezione elettronica con i corpi farfallati “camuffati” da carburatori. Classico anche l’impianto frenante con due dischi e pinze a due pistoncini. Un po’ alti ma corretti, vista la qualità, i prezzi: da 10.090 euro per la versione nera opaca a 10.290 per la bicolore del nostro test.
PROVE CORRELATE
  • 13 Gennaio 2021
    La bicilindrica inglese è la perfetta incarnazione dello stile modern classic: il suo motore spinge a sufficienza per divertirsi, le linee non passano mai di moda e il parafango alto dona alla 900 un look aggressivo. Se lo stile è retrò, la dotazione elettronica è al passo con i tempi e offre grande sicurezza
  • 13 Dicembre 2020
    Esagerata fin dalle linee, la Rocket 3R è una moto che stupisce da fuori, ma ha anche tanta sostanza. Il tre cilindri da 2,5 litri è un missile da 142 cavalli, la dotazione tecnica ha tutto quello che serve per tenere sotto controllo una potenza e una coppia da supersportiva. L'aspetto non deve ingannare: la Triumph è sufficientemente agile nonostante dimensioni non proprio compatte
  • 12 Ottobre 2020
    La bicilindrica inglese monta un bicilindrico di cubatura generosa, ma nonostante i 1200cc è potente il giusto e facile da guidare. Interpreta in chiave moderna i classici del settore: telaio doppia culla e due ammortizzatori al posteriore, sella ampia e comoda, anche se non è una moto per viaggiare

Triumph Scrambler

  • Prezzo€ 9.690
  • Peso230 Kg
  • Serbatoio16,0 l
  • Altezza sella83 cm
  • Lunghezza221 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • BMW Serie F R/GT F 900 R 2021
    La media bavarese monta un bicilindrico frontemarcia, ha finiture curate e una dotazione tecnologica all'avanguardia. Chi la compra è al riparo da sorpese non gradite, ma il prezzo non è proprio d'attacco considerando gli optional "obbligatori"
  • Kawasaki W800 2020
    Elegante e sempre attuale, la classica di Akashi è una moto facile e appagante senza essere impegnativa. La media giapponese si guida con la patente A2, è perfetta in città, ma il motore è sufficientemente corposo per portare a spasso anche un passeggero per qualche gita fuori porta
  • Fantic Motor Caballero 500 Rally 2021
    Il nome riporta alle origini delle scrambler, ma la monocilindrica veneta è una moto moderna, divertente e facile da guidare. Il prezzo è corretto e l'allestimento strizza l'occhio a chi vuole sporcare le ruote su qualche strada bianca