PROVA

Kawasaki J 300 2014

Qualità da maxi e prezzo OK
È costruito bene e ha una dotazione ricca, le prestazioni sono brillanti e la frenata è potente ed efficace grazie all’ABS. Il parabrezza basso però protegge poco
Prezzo: 
€ 5.130
Peso: 
183,0 kg
Potenza: 
22,4 CV
Velocità: 
143,7 km/h
 
  • Comfort: 
    3
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    3
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    2
  • Sospensioni: 
    3
Qualità da maxi e prezzo OK
Pregi: 
Tenuta di strada
Sicura, con un avantreno sempre preciso
Sospensioni
Ben tarate, assorbono bene le buche
Freni
Modulabili come si deve, l’ABS interviene quando serve
Difetti: 
Scudo
Intorno ai 90 km/h si sentono turbolenze sulle caviglie
Pedane
Poco spazio per i piedi, non si distendono le gambe
Parabrezza
Basso e sportivo, ma ripara poco dall’aria
Per il suo primo scooter (si parla di una intera gamma di mezzi da città in arrivo da Akashi) la Kawasaki ha puntato su un prodotto di media cilindrata, realizzato con la collaborazione di Kymco partendo dalla base (molta buona) del Downtown 300. L’aspetto è aggressivo, con un frontale che ricorda quelli delle sportive Ninja, ma le maggiori attenzioni sono state riservate al comfort: la sella è morbida e imbottita nei posti giusti e i piedi si mettono a terra con sicurezza, grazie alla pedana ben sagomata. Apprezzabili gli ammortizzatori posteriori che fanno un buon lavoro, insieme ai tanti dettagli di qualità come i tubi dell’impianto frenante in treccia metallica, le leve freno regolabili nella distanza dalle manopole e le pedane del passeggero a scomparsa. L’unico appunto va allo sportello che protegge il tappo della benzina: è troppo “leggero”. Il prezzo è corretto: si parte dai 4.730 euro per la versione base, mentre la versione con ABS (che consigliamo a tutti) costa 5.130 euro. In entrambi i casi, per la verniciatura bicolore verde Kawa ci vogliono altri 150 euro.
PROVE CORRELATE
  • 18 Febbraio 2021
    Elegante e sempre attuale, la classica di Akashi è una moto facile e appagante senza essere impegnativa. La media giapponese si guida con la patente A2, è perfetta in città, ma il motore è sufficientemente corposo per portare a spasso anche un passeggero per qualche gita fuori porta
  • 14 Settembre 2020
    La categoria delle "medie" non fa più tendenza come in passato, ma la moto di Akashi ha più di un buon motivo per andare controcorrente: divertente da guidare, è la compagna perfetta per chi non vuole finire in soggezione con mezzi troppo sportivi
  • 01 Settembre 2020
    La Ninja 125 è una sportivetta bella, ben rifinita, facile da guidare e parecchio divertente. Noi l'abbiamo messa alla frusta su strada e in pista, ecco come va

Kawasaki J

  • Prezzo€ 4.730
  • Peso191 Kg
  • Serbatoio13,0 l
  • Altezza sella78 cm
  • Lunghezza224 cm
COMMENTI
Ritratto di PariTheBest93
06 Luglio 2014 ore 10:36
Ehm come mai c'è nella gallery la vespa primavera? Comunque che tristezza vedere uno scooter kawasaki, oltetutto su base (pur buona) kymco. Bello, ma con quel marchio non ce lo vedo proprio...
Ritratto di J300kawa
04 Maggio 2015 ore 16:34
Bello comprato fatto 5000 Km.... adesso però nessuno sa dirmi perché si spegne da solo ai bassi regimi , perché non riesce ad indicare esattamente quanta benzina rimane, perché l'accensione diventa impossibile ogni tot in cui la centralina "forse" legge dei dati in maniera errata e rimani in mezzo alla strada senza nessuna anomalia segnalata, per poi improvvisamente dopo circa 30 minuti riaccendersi ... cosi senza motivo ....l'assistenza dice sussurra che sta cercando la soluzione ma ha rimandato la palla alla Kymko....brutta storia ....è come una bella donna ma pazza.....non sai mai come va.... cosa fa.....di una cosa sono certo....ho buttato 5000 €.
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • BMW Serie F GS F 850 GS Rallye 2020
    Il GS negli ultimi anni ci ha abituato a cilindrate e prestazioni "maxi", ma anche nella versione 850 la bicilindrica bavarese sa essere una moto completa e anzi, più gestibile. La versione rallye aumenta la voglia di lasciare l'asfalto per l'off road. Il prezzo? Sempre al top della categoria
  • KTM 890 Adventure 2021
    Sin dai primi metri su strada si apprezza la grande agilità ed efficacia della 890 Adventure, merito del peso ridotto e dei fianchi strettissimi per via del serbatoio collocato tutto in basso per abbassare il baricentro. Sugli sterrati poi tira fuori la sua anima KTM e si dimostra efficace in tutte le situazioni
  • Honda Africa Twin CRF 1100 L Urban 2020
    La bicilindrica di Tokyo cresce nella cilindrata, ma non nelle dimensioni e nel peso. È più potente e con l'allestimento Urban è perfetta nell'uso quotidiano, eppure non disdegna lo sterrato.Elettronica e dotazione di serie sono al top