PROVA

Honda SH 150i 2020

Honda SH150i, pronto a tutto
La Casa giapponese ha rinnovato lo scorso anno il proprio cavallo di battaglia tra gli scooter a ruote alte: agile come una bicicletta e facile da guidare, l'SH monta il parabrezza e ha prestazioni più che sufficienti a districarsi con successo in ogni situazione
Prezzo: 
€ 3.840
Cilindrata: 
156,6 cm3
Peso: 
134,0 kg
Potenza: 
16,9 CV
Velocità: 
108,6 km/h
 
  • Comfort: 
    5
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    5
  • Consumo: 
    5
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    3
  • Sospensioni: 
    4
Honda SH150i, pronto a tutto
Pregi: 
Maneggevole nel traffico come una bicicletta, ha una ricca dotazione con smart key e controllo di trazione. il nuovo motore è brillante e consuma pochissimo 
Difetti: 
La pedana è corta per chi ha i piedi lunghi, il parabrezza alto frena un po’ lo scooter, la velocità massima è limitata
L’SH 2020 ha un motore Euro 5 e una ciclistica tutta nuova. Il telaio in tubi di acciaio ha un nuovo disegno perché il serbatoio è stato spostato sotto la pedana; l’interasse è aumentato di 1 cm e l’intera geometria della sospensione posteriore è stata riprogettata. Questo scooter offre una protezione dall’aria completa: ha di serie un parabrezza “alto” dotato di paramani separati, mentre lo scudo di nuovo disegno ripara bene le gambe. L’SH adotta luci tutte ful led. Quelle anteriori sono divise in tre: gruppi: al centro l’abbagliante, gli anabbaglianti ai lati dello scudo e la luce di posizione più sottile sul manubrio. Oltre al nuovo faro posteriore sdoppiato, è cambiata anche la geometria della sospensione che ora assorbono meglio le asperità delle strade cittadine. Il cruscotto ha un doppio display, ma non si connette al cellulare. Il menu del display, nella parte inferiore, cambia premendo due tasti sul manubrio. I due blocchetti di pulsanti sul manubrio hanno molti tasti, ma sono ben posizionati e si azionano con facilità mantenendo le mani ben salde sulle manopole. Il tappo del serbatoio del carburante è stato spostato dietro lo scudo e permette di fare rifornimento rimanendo in sella. Le finiture sono ottime: componenti e plastiche sono di qualità elevata e l’assemblaggio è perfetto anche nei minimi particolari. Il vano sottosella è buono, ci sta sempre un casco integrale e il bauletto è di serie.
PROVE CORRELATE
  • 18 Marzo 2021
    La bicilindrica di Tokyo cresce nella cilindrata, ma non nelle dimensioni e nel peso. È più potente e con l'allestimento Urban è perfetta nell'uso quotidiano, eppure non disdegna lo sterrato.Elettronica e dotazione di serie sono al top
  • 19 Gennaio 2021
    Nuove linee e nuove doti per l’SH 125. Ha più spazio sottosella, il motore Euro 5 consuma pochissimo e le finiture sono curate. Non costa poco, ma ha l’ABS e il controllo di trazione di serie
  • 13 Novembre 2020
    L'erede della Hornet interpreta l'attualità del settore naked con uno stile essenziale e prestazioni di tutto rispetto. Finiture adeguate e un prezzo corretto la rendono una moto che si fa volere bene subito, a patto di non essere "troppo" alti

Honda SH

  • Prezzo€ 3.790
  • Peso134 Kg
  • Serbatoio7,0 l
  • Altezza sella80 cm
  • Lunghezza209 cm
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Kawasaki Ninja 1000 SX 2021
    La "verdona" è una Ninja a tutti gli effetti, ma strizza l'occhio a chi cerca una moto da usare anche per qualche gita senza stancarsi troppo, e all'occorrenza guidabile pure in città. La dotazione di serie ne fa una moto moderna, che "aiuta" il pilota a non andare mai in difficoltà
  • BMW R 18 2021
    Forme classicissime, cura tedesca dei dettagli e l'elettronica non è un tabù: la cruiser della casa tedesca è un mix di moderno e tradizione, una moto con una spiccata personalità, equipaggiata con un possente bicilindrico boxer
  • BMW R nineT Pure 2021
    La stradale tedesca è immediatamente riconoscibile alla prima occhiata, il boxer è garanzia di una guida sempre piacevole e la dotazione è quella "di sostanza" tipica delle moto bavaresi. Chi prende una R Nine T lo fa a ragion veduta... Ma anche il prezzo è da BMW