PROVA

Harley-Davidson Touring Road Glide Special 2015

H-D Road Glide Special, l'altra faccia della gran turismo
Si guida come una custom, è comoda come una limousine e spinge ai bassi  come un trattore. Freni potenti, finiture curate, peso e prezzo elevati 
Prezzo: 
€ 26.700
Peso: 
374,0 kg
Potenza: 
77,5 CV
Velocità: 
191,2 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    5
  • Consumo: 
    4
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    4
  • Sospensioni: 
    4
H-D Road Glide Special, l'altra faccia della gran turismo
Pregi: 
Pregi 
Lo stile, il comfort elevato, la qualità generale, il motore brillante, la guida precisa su strada aperta e la maneggevolezza in città.
 
Difetti: 
Difetti
Il prezzo, le dimensioni, la mancanza del controllo di trazione, il manubrio che impaccia nelle manovre, il calore dal motore e le pedane basse
Dopo anni di assenza dai listini italiani, la Road Glide è tornata dai concessionari insieme alla gamma H-D 2015. Come la “sorella” Street Glide, la Road Glide viene proposta in Italia solo in versione Special che rispetto alla “base” (non importata) monta il sistema audio Boom! Box 6.5 con touchscreen, navigatore GPS e connessione Bluetooth, le sospensioni posteriori regolabili e una verniciatura curatissima con filetti applicati a mano. Anche tecnicamente la Road Glide è identica alla Street Glide: uguali sono il telaio in acciaio, la forcella da 49 mm, le misure dei cerchi (19” davanti e 16” dietro), il sistema di frenata combinata elettronica con ABS e l’antifurto elettronico. Pure il propulsore è lo stesso bicilindrico da ben 1.690 cm3 raffreddato ad aria, per il quale abbiamo rilevato una potenza massima di 77,5 CV e una coppia massima di 13,2 kgm.
La carrozzeria (serbatoio, parafanghi e borse laterali) è uguale a quella delle altre H-D Touring. L’unica differenza è nel frontale: la Road Glide ha una grande e ingombrante carenatura fissata al telaio, dotata di tre aperture regolabili che permettono il passaggio dell’aria fresca d’estate e riducono le turbolenze intorno al casco. L’ampio manubrio “a corna di bue”, un classico del mondo custom, impone una posizione di guida molto rilassata. Come le altre H-D della gamma Touring (la più ricca e costosa), anche la Road Glide Special ha finiture curate e un prezzo elevato. Vale tutti quei soldi? Vediamolo insieme, scoprendo i suoi (in qualche caso inattesi, come l’agilità) difetti. 
PROVE CORRELATE
  • 18 Luglio 2021
    Esagerata nelle dimensioni e nello sfoggio di muscoli, questa bicilindrica è nata per macinare chilometri sognando grandi spazi aperti. La dotazione di serie è ricca, la guida più semplice di quello che si può immaginare osservandola da ferma. Cilindrata e prezzo sono quelle di una media...a quattro ruote!
  • 17 Agosto 2018
    La più sportiva delle H-D è anche la più abbordabile. Facile e divertente da guidare, ha buoni freni ma le finiture sono solo discrete e il passeggero è scomodo
  • 19 Maggio 2015
    Bassa, lunga e pesante, la Low Rider su strada si rivela facile da guidare. Ok posizione di guida, motore e freni, ma il comfort è migliorabile. Prezzo un po’ alto

Harley-Davidson Touring

  • Prezzo€ 26.600
  • Peso369 Kg
  • Serbatoio22,7 l
  • Altezza sella70 cm
  • Lunghezza243 cm
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Ducati SuperSport 2021
    La bicilindrica di Borgo Panigale non lascia niente a desiderare in termini di prestazioni, ma è anche una moto che si può usare nella vita quotidiana, quasi in ogni situazione
  • Kawasaki Ninja 1000 SX 2021
    La "verdona" è una Ninja a tutti gli effetti, ma strizza l'occhio a chi cerca una moto da usare anche per qualche gita senza stancarsi troppo, e all'occorrenza guidabile pure in città. La dotazione di serie ne fa una moto moderna, che "aiuta" il pilota a non andare mai in difficoltà
  • Energica Eva EsseEsse9 2021
    Linea riuscita e prestazioni convincenti fanno apprezzare subito questa SBK elettrica: la cura dei dettagli è da "tedesca", il prezzo è elevato, ma tra incentivi e risparmi alla colonnina, i conti vanno fatti sul lungo periodo