PROVA

Ducati Multistrada 950 2017

Ducati Multistrada 950, sempre "multi", ma più facile
La crossover Ducati con motore “piccolo” è meno impegnativa  della 1200 per prestazioni e prezzo 
Prezzo: 
€ 13.690
Peso: 
226,5 kg
Potenza: 
106,1 CV
Velocità: 
217,5 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    5
  • Tenuta di strada: 
    5
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    4
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    2
  • Sospensioni: 
    4
Ducati Multistrada 950, sempre "multi", ma più facile
Pregi: 
La Multistrada ha un gran  motore, potente ma ben sfruttabile, e una completissima dotazione elettronica di serie. 
Difetti: 
Il cambio a volte è poco preciso in scalata,  la modulabilità del freno anteriore è migliorabile,  la forcella ha una taratura fin troppo morbida
Se non si guardano le sigle sulle fiancatine, è quasi impossibile capire che si tratta della 950 e non della “sorellona” 1200 Enduro. In effetti la differenza è (quasi) tutta nel motore bicilindrico Testastretta 11° da 937 cm3 da “soli” 106 CV  (rilevati alla ruota), quindi meno impegnativo del potente 1200 (per il quale avevamo rilevato 138,7 CV alla ruota). 
guida sicura
La Multistrada 950 è una moto tutto sommato facile anche grazie al Ducati Safety Pack di serie: un “pacchetto” elettronico che comprende l’ultima evoluzione dell’ABS Bosch 9.1 MP (regolabile su 3 livelli, ma non utilizzabile in curva), e del Ducati Traction Control regolabile su 8 livelli. Questi sistemi di sicurezza hanno un grado di intervento differente a seconda della mappatura motore usata, o meglio del  Riding Mode inserito (Sport, Touring, Urban, Enduro), ma possono essere personalizzati dall’utente che può così settare la Multistrada 950 secondo le proprie esigenze e capacità di guida. Nella ciclistica ritroviamo il classico traliccio in tubi d’acciaio delle Multistrada, collegato in questo caso a un forcellone bibraccio in alluminio. Le sospensioni sono di qualità (ma senza controllo elettronico): con forcella a steli rovesciati da 48 mm e monoammortizzatore, entrambi completamente regolabili. Interessante la ruota davanti da 19 pollici come sulla 1200 Enduro. Il prezzo non è basso, ma è allineato a quello delle concorrenti ed è comunque nettamente inferiore a quello delle sorelle 1200.
PROVE CORRELATE
  • 20 Agosto 2020
    Borgo Panigale ha inventato la "cruiser sportiva": una moto divertente, con un motore desmodronico "esagerato" che regala grandi emozioni. Qualità e design sono all'altezza del prestigio del marchio. Ha sospensioni raffinate ma nei lunghi trasferimenti stanca parecchio il pilota
  • 13 Ottobre 2018
    La prima “rossa” stradale a quattro cilindri è la Ducati più raffinata ed efficace mai vista fino a oggi. Motore ed elettronica “da corsa”, ciclistica al top, prezzo adeguato
  • 29 Aprile 2018
    Sembra una moto da pista, in realtà è una sportiva utilizzabile ogni giorno e abbastanza comoda persino in città

Ducati Multistrada

  • Prezzo€ 13.990
  • Peso204 Kg
  • Serbatoio20,0 l
  • Altezza sella82 cm
  • Lunghezza0 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Suzuki GSX-S 750 Yugen Carbon 2019
    La 4 cilindri di Hamamatsu ha muscoli da vendere e li mette in mostra. Generosa ma guidabile, la 750 è una naked sportiva che se la cava bene anche nel traffico. L'elettronica in dotazione è quanto basta, le sospensioni sono abbastanza rigide e il passeggero un po' sacrificato
  • BMW Serie R R 1250 RT 2020
    La soluzione della casa bavarese per il turismo in versione "maxi" è quanto di più lussuoso ci sia nel panorama della categoria. Comoda e ben accessoriata, ha un prezzo importante, in linea con la dotazione
  • BMW R nineT Pure 2020
    Una linea inconfondibile, un bicilindrico generoso, la qualità tedesca: la R nineT non si smentisce. Con la Pure la casa bavarese va all'essenza del concetto di modern classic: poca elettronica e la giusta dose di cavalli e uno stile che non passa inosservato