PROVA

BMW Serie R R 1200 RS 2015

BMW R 1200 RS, la sportiva per viaggiare
è l’ultima nata tra le BMW bicilindriche e forse anche la migliore. Comoda, agile ed efficace su ogni percorso, ha un’elettronica al top. Prezzo OK... senza optional
Prezzo: 
€ 14.650
Peso: 
230,0 kg
Potenza: 
109,3 CV
Velocità: 
229,3 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    5
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    5
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    4
BMW R 1200 RS, la sportiva per viaggiare
Pregi: 
La versatilità d’uso permette di goderla in ogni situazione, la qualità generale è elevata, il comfort è da vera viaggiatrice.
Difetti: 
Al di là di qualche vibrazione tipica dei bicilindrici, l’unico vero difetto della RS è che di alcuni optional è difficile fare a meno... e il prezzo finale lievita.
Da sempre le moto da turismo sono la specialità di casa BMW. Le sport-tourer in particolare sono i gioielli di famiglia, le versioni più curate in particolare dall’arrivo della R 100 RS nel 1976. Da allora ci sono state varie moto con questa sigla, sempre con motore boxer bicilindrico e sempre al vertice della gamma. Negli ultimi anni il successo delle GS le aveva però messe in ombra, fino a farle uscire dai listini. Fino a qualche mese fa, quando è arrivata la nuova R 1200 RS della nostra prova, dotata del motore boxer 1200 “a liquido” di ultima generazione e della ciclistica inaugurata dalla naked R 1200 R e dotata di forcella tradizionale, senza cioè il sistema Telelever usato negli ultimi 20 anni.
Per realizzare la nuova RS, a Monaco hanno semplicemente rivestito la R 1200 R con una carenatura attillata, montando un singolo radiatore al centro al posto dei due laterali e cambiando il manubrio rialzato con un due pezzi più basso, ma comunque comodo. Tutto il resto è confermato, a partire dal motore boxer  8 valvole raffreddato ad aria/liquido, con due alberi a camme in testa e contralbero di bilanciamento, con una potenza di 125 CV dichiarati (109,3 rilevati alla ruota). La dotazione elettronica di serie della RS prevede l’acceleratore ride-by-wire, il controllo di trazione semplificato ASC e due riding mode (Rain, Road).  A richiesta (cioè come optional a pagamento) si possono avere altre due mappature di guida (Dynamic e User, quest’ultima personalizzabile) e il controllo di trazione DTC con piattaforma inerziale, come sulle moto da corsa e le supersportive più evolute (il pacchetto costa 330 euro).
La ciclistica è la più raffinata disponibile tra le BMW bicilindriche. Il telaio in tubi di acciaio è diviso in due parti, anteriore e posteriore, avvitate al blocco motore che ha funzione portante. Ma la novità più importante dal punto di vista della guida (e non solo) è la forcella “normale”: in realtà si tratta di una unità telescopica a steli rovesciati da 46 mm ultraregolabile. Al posteriore c’è sempre il sistema Paralever con forcellone monobraccio di alluminio e monoammortizzatore regolabile nel precarico molla mediante manopola, oltre al freno in estensione registrabile. L’impianto ABS è di serie.
A richiesta ci sono anche altre “chicche” a cui è difficile rinunciare. Come il pacchetto Dynamic ESA, cioè le sospensioni semiattive (800 euro), per adattare in pochi secondi l’assetto alla situazione. Oppure il cruise control (360 euro), il cambio elettronico in salita e scalata (400 euro) e il comodo sistema Keyless Ride (280 euro) per avviare la moto senza chiave. Peccato che così si arrivi a circa 16.800 euro...
PROVE CORRELATE
  • 17 Maggio 2019
    La R 1250 GS ha una spinta ai bassi impressionante e un allungo da sportiva. La ciclistica è all’altezza delle prestazioni, la dotazione di serie è buona. Il prezzo è alto e sale ancora con gli  optional “obbligati “
  • 27 Aprile 2018
    Sembra nata per le avventure, in realtà è una gran bella stradale, divertente come tutte le R nine T, con cui fare un po’ di sterrato. Ha buone prestazioni, dotazione essenziale, prezzo un po’ alto
  • 15 Maggio 2017
    Manubrio e scarico rialzati, motore raffreddato ad aria e design minimalista  per la bella Scrambler di BMW. Non va bene per viaggiare, per tutto il resto sì ed è un piacere da guidare. Dotazione scarsa, visto il prezzo

BMW Serie R

  • Prezzo€ 14.850
  • Peso236 Kg
  • Serbatoio18,0 l
  • Altezza sella82 cm
  • Lunghezza220 cm
Vinci EICMA 2019 con inSella.it
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Verve Moto
    La guidano i 16enni, ma  piace anche ai fratelli maggiori. Il motore consuma poco, sospensioni ok, prezzo corretto
  • MV Agusta Brutale 800 2019
    La più “economica” tra le naked di MV Agusta vanta le stesse doti delle sorelle più costose. Ha prestazioni da vera sportiva, è rifinita con cura e sfoggia una dotazione tecnica di alto livello
  • Yamaha Niken 2018
    Con la Niken tra le curve si va alla stessa andatura di una moto “normale” con metà dell’impegno, lo stesso divertimento e il doppio della sicurezza. Comoda e ben costruita, va bene per viaggiare ma ripara poco dall’aria. Prezzo adeguato alle doti tecniche e alla qualità