Salta al contenuto principale

BMW F 900 GS 2024: off road più che mai

La nuova endurona di Monaco con cerchio anteriore da 21” si evolve per far sognare gli amanti del fuoristrada, ma anche su asfalto regala grandi emozioni 

Per il 2024 l’endurona media bavarese punta dritta al cuore degli amanti del fuoristrada e dei viaggi all’insegna dell’avventura, finalmente siamo riusciti a provarla, sia su strada che in off road, dove abbiamo potuto testare il pacchetto dedicato all'off road. Le novità sono parecchie: vediamole.

Nuova BMW F 900 GS: come è fatta

L’endurona media tedesca ora si presenta con linee più snelle, non si tratta però solo di novità estetiche: la moto infatti pesa ben 14 kg in meno (219 kg in ordine di marcia). Tra gli aggiornamenti principali ci sono il serbatoio in plastica (-4,5 kg), la parte posteriore riprogettata (-2,4 kg) e il silenziatore Akrapovic in titanio di serie (-1,7 kg). Le sospensioni sono a corsa lunga e l’impianto frenante anteriore di tipo fuoristradistico è marchiato Brembo. Il telaio fa affidamento su una coppia di cerchi 21”-17” e abbraccia sempre il bicilindrico frontemarcia che però cresce di cilindrata e potenza, rispettivamente 895 cm3 e 105 CV.

L’elettronica di serie comprende solo due mappe motore, bisogna quindi investire sul pacchetto Enduro Pro (1.500 euro) per avere ulteriori mappe dedicate all’off-road. La posizione di guida è stata completamente rivista: il serbatoio è stretto e la sella è abbastanza alta 87 cm: solo chi ha gambe lunghe riesce ad appoggiare i piedi senza difficoltà, ma sono disponibili sedute a varie altezze e anche un kit di abbassamento per soddisfare tutte le esigenze. Si parte da un massimo di 89 cm per arrivare a un minimo di 81,5 cm.

 

Come va su strada

La nuova BMW F 900 GS va senza timori sugli sterrati ma, nonostante un assetto abbastanza morbido delle sospensioni (soprattutto nella prima parte della corsa), tra le curve si comporta bene. La ciclista è comunicativa, bilanciata e svelta nei cambi di direzione, si riescono a pennellare traiettorie tonde senza dover insistere troppo per farla voltare. La risposta dell’acceleratore è azzeccata e, anche se manca un po’ di carattere rispetto ad alcuni bicilindrici concorrenti, il motore è comunque gustoso e facile da gestire. Ottimo anche il cambio elettronico bidirezionale, preciso ed efficace. L’impianto frenante è molto dolce nella prima parte di azionamento per agevolare l’utilizzo in fuoristrada ma, dopo essersi abituati, anche su asfalto si trova il giusto feeling. In sella la schiena rimane dritta e il peso è quasi totalmente scaricato sul sedere: l’impostazione è giusta ma a causa dell’imbottitura molto rigida della sella si potrebbe scendere un po’ affaticati. Complice anche il cupolino non regolabile che, per chi è sopra il metro e ottanta, lascia scoperto il casco.

 

Come va in fuoristrada

Se siete amanti dell’adventouring, la F 900 GS non vi lascerà delusi: l’abbiamo provata con il kit Enduro Pro che offre sospensioni dedicate, supporti per alzare il manubrio di 24 mm e un manubrio specifico. Per l’occasione ci hanno montato anche gomme Metzeler Karoo 4. In fuoristrada è stata una vera sorpresa: in piedi i comandi sono tutti al posto giusto e si ha molta libertà di movimento. Le sospensioni copiano le asperità senza difficoltà, facendo prendere confidenza dopo pochissimi metri, che siano strade bianche veloci o sentieri tortuosi. Merito anche della sensazione di leggerezza che trasmette già da ferma e della dolcezza del motore che ha un’erogazione pronta ma non aggressiva anche dai medi in su. Sempre di supporto l’elettronica, tarata per facilitarne l’utilizzo a chi ha meno esperienza. Per destreggiarsi in lunghe derapate bisogna togliere tutti i controlli, ma anche senza assistenti elettronici si ha un eccellente controllo del mezzo.

 

In conclusione

È una moto dedicata agli amanti dell’avventura: la versione base ci è parsa la più bilanciata, mentre la configurazione da fuoristrada è indicata per chi macina chilometri alla ricerca degli sterrati. Il prezzo parte da 14.600 euro chiavi in mano, un valore più basso rispetto alla concorrenza con cerchio da 21” e potenza superiore ai 100 CV ma bisogna anche considerare che, per tenere testa alle agguerrite avversarie, bisogna sfogliare il catalogo accessori e aprire il portafogli, in un attimo si sfonda la soglia dei 16.000 euro.

Carta d'identità

Dati tecnici (dichiarati dalla casa)
MotoreBicilindrico frontemarcia
Cilindrata (cm3)895
Raffreddamentoa liquido
Alimentazionea liquido
Cambioa 6 rapporti
Potenza CV (kW)/giri105 (77)/8.500
Freno anteriorea doppio disco
Freno posteriorea disco
Velocità massima (km/h)oltre 200
Dimensioni
Altezza sella (cm)87
Interasse (cm)159
Lunghezza (cm)227
Peso (kg)219
Pneumatico anteriore90/90 R21
Pneumatico posteriore150/70 R17
Capacità serbatoio (litri)14,5
Riserva litri4

 

Leggi altro su:

BMW F 900 GS 2024

Ti piace questa moto?

Qual è il tuo giudizio?

I voti degli utenti
0
0
1
1
0
Voto medio
2,5
2.5
2 voti

Aggiungi un commento