PROVA

Triumph Trident 660 2021

Triumph Trident 660: piccola, bella e facile
Questa bella inglese propone il tradizionale tre cilindri da 660 cm3 di cilindrata: le prestazioni sono di tutto rispetto, l'elettronica è al passo con i tempi e la qualità è di categoria superiore
Prezzo: 
€ 8.295
Cilindrata: 
660,0 cm3
Peso: 
189,0 kg
Potenza: 
74,5 CV
Velocità: 
202,0 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    5
  • Tenuta di strada: 
    5
  • Finiture: 
    5
  • Consumo: 
    5
  • Prestazioni: 
    5
    Average: 5 (1 vote)
  • Cambio: 
    5
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    4
Triumph Trident 660: piccola, bella e facile
Pregi: 
Il motore tre cilindri vigoroso e con buon allungo, la dotazione elettronica completa, la qualità costruttiva di categoria superiore
Difetti: 
La taratura rigida del mono posteriore, il passeggero ha poco spazio e il codone è senza appigli, il vano sottosella è inesistente
Il motore della Trident deriva da quello della Street Triple S, ma il tre cilindri da 660 cm3 è stato modificato in tutti i principali organi per avere più spinta ai regimi medio-bassi. Il telaio perimetrale e il forcellone sono in acciaio, con forcella a steli rovesciati da 41 mm (non regolabile) e monoammortizzatore -regolabile nel precarico- entrambi Showa. La linea della classica inglese in realtà è frutto della matita italianissima di Rodolfo Frascoli: il risultato è una moto dalle linee eleganti e moderne, senza “nostalgie” retrò.
Curati e di buona qualità i blocchetti dei comandi al manubrio: su quello di sinistra ci sono quattro tasti che permettono di navigare nei menu del display TFT. Quest'ultimo è a colori è compatibile con il sistema My Triumph Connectivity System che permette di connetterlo via Bluetooth allo smartphone. La tre cilindri inglese è l’unica tra le nude medie a sfoggiare due mappe motore e il controllo di trazione disinseribile, una varietà di scelta da categoria superiore, così come le finiture.
L’impianto frenante (tutto Nissin) può contare su un doppio disco anteriore da 310 mm, con pinze a doppio pistoncino e un disco posteriore da 255 mm. L’ingombrante terminale di scarico si trova sotto al motore, una soluzione ormai adottata da molte moto stradali per abbassare il baricentro. Lo spazio sottosella della Trident 660 invece è interamente occupato dalla batteria e dai cablaggi elettronici: non ci stanno nemmeno i documenti. ln compenso il portatarga e il piccolo parafango montati a filo di ruota mantengono pulita la moto e il passeggero non si inzacchera in caso di pioggia. A proposito del passeggero: il secondo viaggia un po’ sacrificato: la sua porzione di sella è piccola e non ci sono maniglie alle quali ancorarsi. Le pedane invece sono in posizione quasi perfetta.
 
PROVE CORRELATE
  • 13 Luglio 2023

    Confortevole e accessoriatissima, la 900 inglese ha carattere ed è persino più godibile della sorella di cilindrata superiore. L'elettronica è molto raffinata, ma il prezzo non è proprio abbordabile

  • 27 Maggio 2023

    Modern vintage senza esagerare, la moto inglese ha un bel carattere, una ciclistica agile e un'impostazione di guida sportiveggiante. Il tre cilindri è piuttosto potente ma ben gestibile grazie all'elettronica. Prezzo in linea con la concorrenza

  • 16 Dicembre 2022

    La maxi crossover inglese punta al trono della categoria, grazie a un motore potente, a una dotazione di serie ricca e a una personalità decisa, unita a una qualità costruttiva elevata

Triumph Trident

  • Prezzo€ 8.295
  • Peso189 Kg
  • Serbatoio14,0 l
  • Altezza sella81 cm
  • Lunghezza0 cm
PROVE PER MARCA
LE ULTIME PROVE
  • Yamaha Ténéré 700 2023

    Robusta e curata, la bicilindrica di Iwata ha la sella alta e pesa poco. Ottima in offroad ma agile e piacevole anche su asfalto, ha poca elettronica e tanta sostanza. Sul mercato da diversi anni, è sempre stata aggiornata ed è una garanzia. Il prezzo è attraente

  • Honda CMX 500 Rebel 2021

    La Rebel 500 è una media in stile "bobber", con le ruote da 16" a spalla alta e un motore bicilindrico (in parallelo) sufficiente per muoversi con agilità. Questa Honda è facile, solida ed economica quanto uno scooter, ma non è il massimo per chi vuole viaggiare in due

  • Piaggio Beverly 200 2001-2004

    Il "classico" di casa Piaggio ha una linea gradevole e monta ruote da 16" e un motore potente. La ciclistica è di pregio, ma il vano sottosella è irregolare e la sella alta, non il massimo per gli utenti di bassa statura

Eicma 2023
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
Green Planet