PROVA

Royal Enfield Interceptor 2019

Royal Enfield Interceptor: un bel classico per cominciare!
Linee classiche, motore semplice e robusto, adatto ai neopatentati: l'Interceptor è una moto bella da vedere, che strizza l'occhio ai neofiti. Il prezzo è contenuto e le finiture non sono il top di gamma, ma la bicilindrica è disponibile in tante versioni, per andare incontro a tutti i gusti
Prezzo: 
€ 6.500
Cilindrata: 
648,0 cm3
Peso: 
202,0 kg
Potenza: 
43,4 CV
Velocità: 
172,4 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    4
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    2
  • Sospensioni: 
    4
Royal Enfield Interceptor: un bel classico per cominciare!
Pregi: 
Il motore è elastico e garantisce facilità d’uso a prestazioni interessanti. La posizione di guida è comoda. Il prezzo decisamente basso.
Difetti: 
Alcune finiture sono economiche, ma si tratta di scelte ampiamente giustificate dal prezzo. Gli scarichi sono ingombranti passando tra le auto.
La Interceptor è la prima bicilindrica proposta da quando Royal Enfield è di proprietà indiana. Il nuovo motore è molto robusto e affidabile: la distribuzione è monoalbero in testa, il raffreddamento è ad aria, mentre il manovellismo a 270° è stato voluto dai progettisti per garantire più vigore ai bassi regimi. Il radiatore dell’olio è compatto e poco visibile, ma in ottima posizione per il raffreddamento. I freni sono ByBre (cioè Brembo di produzione indiana), con disco anteriore da 320 mm. L’ABS a due canali lavora bene e non è invasivo. La Interceptor ha un cruscotto “vecchio stile” analogico con fondo nero e piccolo display, sempre ben leggibile, i blocchetti al manubrio della Royal sono di discreta qualità ma ben fatti: i pulsanti si trovano subito e si azionano con facilità. Il cupolino a “unghia” della moto in prova è un accessorio ufficiale: costa 90 euro. Esiste anche la versione più alta: costa 100 euro. Il sottosella della Interceptor consente di riporre solo un bloccadisco. Però c’è anche un pratico minivano sotto il fianchetto. La moto è gradevole ed equilibrata nel suo complesso; i voluminosi terminali di scarico della Interceptor però, montati all’esterno degli ammortizzatori, sono fastidiosi in manovra e passando tra le auto in città.
 
PROVE CORRELATE

Royal Enfield Interceptor

  • Prezzo€ 6.300
  • Peso202 Kg
  • Serbatoio13,7 l
  • Altezza sella80 cm
  • Lunghezza212 cm
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Ducati SuperSport 2021
    La bicilindrica di Borgo Panigale non lascia niente a desiderare in termini di prestazioni, ma è anche una moto che si può usare nella vita quotidiana, quasi in ogni situazione
  • Kawasaki Ninja 1000 SX 2021
    La "verdona" è una Ninja a tutti gli effetti, ma strizza l'occhio a chi cerca una moto da usare anche per qualche gita senza stancarsi troppo, e all'occorrenza guidabile pure in città. La dotazione di serie ne fa una moto moderna, che "aiuta" il pilota a non andare mai in difficoltà
  • BMW R nineT Pure 2021
    La stradale tedesca è immediatamente riconoscibile alla prima occhiata, il boxer è garanzia di una guida sempre piacevole e la dotazione è quella "di sostanza" tipica delle moto bavaresi. Chi prende una R Nine T lo fa a ragion veduta... Ma anche il prezzo è da BMW