PROVA

KTM 890 Adventure 2021

KTM 890 Adventure: il giusto sta nel mezzo
Sin dai primi metri su strada si apprezza la grande agilità ed efficacia della 890 Adventure, merito del peso ridotto e dei fianchi strettissimi per via del serbatoio collocato tutto in basso per abbassare il baricentro. Sugli sterrati poi tira fuori la sua anima KTM e si dimostra efficace in tutte le situazioni
Prezzo: 
€ 12.990
Cilindrata: 
889,0 cm3
Peso: 
209,0 kg
Potenza: 
105,0 CV
Velocità: 
197,8 km/h
 
  • Comfort: 
    3
  • Posizione di guida: 
    5
  • Tenuta di strada: 
    5
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    4
  • Prestazioni: 
    5
    Average: 5 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    5
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    3
KTM 890 Adventure: il giusto sta nel mezzo
Pregi: 
ll motore è il più potente della categoria e ha una erogazione corposa, la dotazione elettronica di serie è più che completa, la maneggevolezza, grazie al serbatoio “basso”, è al top
Difetti: 
Le linee spigolose, la protezione dall’aria migliorabile, la forcella priva di regolazioni
Le linee della 890 (come tutte le KTM) si amano o si odiano. Piace quasi a tutti invece il grosso serbatoio da 20 litri che scende ai lati del motore e abbassa così il baricentro, aiutando a guidare la moto in maniera più facile. Un vantaggio non da poco quando si "porta" un mezzo da 200kg, soprattutto in fuoristrada.



Il parabrezza si regola in altezza di ben 40 mm, ma la forma è migliorabile perché crea qualche turbolenza sul casco del pilota. I blocchetti sono tra i migliori della categoria: sono pratici, retroilluminati e hanno 4 grossi pulsanti per scorrere facilmente tra i vari menù della strumentazione. La KTM ha di serie un ampio display TFT a colori da 5”. La luminosità si adatta da sola al variare della luce (giorno /notte). 
Rispetto alla 790, la 890 Adventure ha un motore più grosso e potente (ben 10 CV in più). La dotazione di serie comprende anche il controllo di trazione con funzione cornering, mentre nella ciclistica troviamo un nuovo mono regolabile in estensione, un impianto frenante più efficace e un telaietto posteriore più robusto. Il terminale in titanio Akrapovic è leggero e migliora le prestazioni. È però un accessorio della linea Power-parts, non proprio regalato: costa 999 euro
PROVE CORRELATE
  • 14 Giugno 2021
    La piccola di Mattighofen si guida già a 18 anni e promette tanto divertimento a un prezzo contenuto. La dotazione di serie però è da "maxi" e il motore permette di fare tutto, senza strafare
  • 10 Marzo 2021
    La naked di Mattighofen non tradisce la sua essenza, anche nella cilindrata media: una moto sportiva senza carene, agile nel misto e tecnologicamente avanzata. Il motore si fa sentire, la dotazione di elettronica è ottima e la ciclistica da "vera" KTM
  • 28 Giugno 2017
    È agile come una naked, comoda come una  GT e potente come una superbike.  Ha una ricca dote, ma non le borse di serie. Finiture migliorabili, visto il prezzo

KTM 890 Adventure

  • Prezzo€ 13.490
  • Peso196 Kg
  • Serbatoio20,0 l
  • Altezza sella85 cm
  • Lunghezza0 cm
PROVE PER MARCA
LE ULTIME PROVE
  • Yamaha Ténéré 700 2022
    La bicilindrica di Yamaha si è fatta apprezzare per il motore sfruttabile senza eccessi, il peso contenuto e la linea sempre attuale. È facile da guidare, ci si può fare tutto e costa il giusto
  • Honda NT1100 2022
    La nuova Honda NT 1100 offre una grande facilità di guida nonostante il peso importante, un prezzo corretto e un comfort degno di una ammiraglia: è una moto versatile, da usare tutti i giorni o per un viaggio in due. Buoni i consumi e ottimo il cambio DCT
  • Honda CB F CB 500 F 2022
    Honda ha dato una rinfrescata anche la versione “nuda” della famiglia CB 500. Poche le novità estetiche, molte invece quelle tecniche a partire dalla forcella Showa, gli aggiornamenti hanno coinvolto molti dettagli di questa piccola naked migliorandone la resa su strada. Ecco come è fatta e come va
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
Green Planet