PROVA

Kawasaki Ninja ZX-10R 2016

Kawasaki Ninja ZX-10R, la regina veste in verde
Non ha solo un motore nuovo. La Ninja ZX-10R ha sospensioni, freni ed elettronica da vera Superbike ed è Euro 4. Prezzo Ok
Prezzo: 
€ 18
Cilindrata: 
998,0 cm3
Peso: 
194,0 kg
Potenza: 
183,4 CV
Velocità: 
286,5 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    5
  • Finiture: 
    5
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    5
    Average: 5 (1 vote)
  • Cambio: 
    5
  • Freni: 
    5
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    5
Kawasaki Ninja ZX-10R, la regina veste in verde
Pregi: 
L’erogazione e le prestazioni del motore, la gestione elettronica completa e a punto, le sospensioni e l’impianto frenante da vera superbike, la guidabilità 
Difetti: 
La strumentazione poco leggibile a colpo d’occhio, il comfort per il passeggero 
Nonostante le vittorie in SBK degli anni scorsi, la Kawasaki ZX-10R di serie era rimasta un po’ indietro rispetto alle concorrenti, in particolare nella dotazione elettronica limitata a controllo di trazione e ABS per l’impianto frenante. La nuova Ninja my 2016 colma il divario e diventa un riferimento grazie al nuovo motore, alle sospensioni e alla gestione elettronica sviluppati in collaborazione con il reparto corse e con i piloti ufficiali Rea e Sykes.

Obiettivo sbk
Il quattro cilindri in linea (ora Euro 4) ha le stesse quote di alesaggio e corsa ma la potenza massima sale a 183 CV rilevati alla ruota (6 più della versione precedente) grazie a una serie di modifiche alle termiche e all’alimentazione. Il cambio a sei marce estraibile ha il quickshift di serie (funziona solo in inserimento, non in scalata) e l’ABS di Bosch ha la funzione cornering (si frena in piega senza patemi).  Tutto nuovo il reparto sospensioni: la forcella è una Showa BFF (Balance Free Fork) pressurizzata con serbatoio separato. La nuova Ninja è disponibile in tre versioni: base (17.890 euro), KRT Replica (18.090 euro) e Winter Test Edition con scarico Akrapoviç (18.790 euro).    
PROVE CORRELATE
  • 18 Febbraio 2021
    Elegante e sempre attuale, la classica di Akashi è una moto facile e appagante senza essere impegnativa. La media giapponese si guida con la patente A2, è perfetta in città, ma il motore è sufficientemente corposo per portare a spasso anche un passeggero per qualche gita fuori porta
  • 14 Settembre 2020
    La categoria delle "medie" non fa più tendenza come in passato, ma la moto di Akashi ha più di un buon motivo per andare controcorrente: divertente da guidare, è la compagna perfetta per chi non vuole finire in soggezione con mezzi troppo sportivi
  • 01 Settembre 2020
    La Ninja 125 è una sportivetta bella, ben rifinita, facile da guidare e parecchio divertente. Noi l'abbiamo messa alla frusta su strada e in pista, ecco come va

Kawasaki Ninja

  • Prezzo€ 17.890
  • Peso201 Kg
  • Serbatoio17,0 l
  • Altezza sella81 cm
  • Lunghezza208 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • BMW Serie F GS F 850 GS Rallye 2020
    Il GS negli ultimi anni ci ha abituato a cilindrate e prestazioni "maxi", ma anche nella versione 850 la bicilindrica bavarese sa essere una moto completa e anzi, più gestibile. La versione rallye aumenta la voglia di lasciare l'asfalto per l'off road. Il prezzo? Sempre al top della categoria
  • Indian Challenger Limited 2021
    La rivale per eccellenza dell'Harley-Davidson propone la "sportiva" di casa in versione top di gamma. I cavalli non mancano, la cilindrata è "esagerata", il comfort elevato e la ricca dotazione di serie invitano a viaggiare. Per averla bisogna staccare un assegno importante, ma si acquista una moto che non passa certo inosservata
  • Harley-Davidson CVO Road Glide 2021
    Esagerata nelle dimensioni e nello sfoggio di muscoli, questa bicilindrica è nata per macinare chilometri sognando grandi spazi aperti. La dotazione di serie è ricca, la guida più semplice di quello che si può immaginare osservandola da ferma. Cilindrata e prezzo sono quelle di una media...a quattro ruote!