PROVA

Kawasaki Ninja ZX-10R 2016

Kawasaki Ninja ZX-10R, la regina veste in verde
Non ha solo un motore nuovo. La Ninja ZX-10R ha sospensioni, freni ed elettronica da vera Superbike ed è Euro 4. Prezzo Ok
Prezzo: 
€ 18
Cilindrata: 
998,0 cm3
Peso: 
194,0 kg
Potenza: 
183,4 CV
Velocità: 
286,5 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    5
  • Finiture: 
    5
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    5
    Average: 5 (1 vote)
  • Cambio: 
    5
  • Freni: 
    5
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    5
Kawasaki Ninja ZX-10R, la regina veste in verde
Pregi: 
L’erogazione e le prestazioni del motore, la gestione elettronica completa e a punto, le sospensioni e l’impianto frenante da vera superbike, la guidabilità 
Difetti: 
La strumentazione poco leggibile a colpo d’occhio, il comfort per il passeggero 
Nonostante le vittorie in SBK degli anni scorsi, la Kawasaki ZX-10R di serie era rimasta un po’ indietro rispetto alle concorrenti, in particolare nella dotazione elettronica limitata a controllo di trazione e ABS per l’impianto frenante. La nuova Ninja my 2016 colma il divario e diventa un riferimento grazie al nuovo motore, alle sospensioni e alla gestione elettronica sviluppati in collaborazione con il reparto corse e con i piloti ufficiali Rea e Sykes.

Obiettivo sbk
Il quattro cilindri in linea (ora Euro 4) ha le stesse quote di alesaggio e corsa ma la potenza massima sale a 183 CV rilevati alla ruota (6 più della versione precedente) grazie a una serie di modifiche alle termiche e all’alimentazione. Il cambio a sei marce estraibile ha il quickshift di serie (funziona solo in inserimento, non in scalata) e l’ABS di Bosch ha la funzione cornering (si frena in piega senza patemi).  Tutto nuovo il reparto sospensioni: la forcella è una Showa BFF (Balance Free Fork) pressurizzata con serbatoio separato. La nuova Ninja è disponibile in tre versioni: base (17.890 euro), KRT Replica (18.090 euro) e Winter Test Edition con scarico Akrapoviç (18.790 euro).    
PROVE CORRELATE
  • 18 Settembre 2022
    La gran turismo giapponese offre il comfort di una moto da turismo, unito alle prestazioni della serie Ninja. Non chiedetele miracoli in città, ma in autostrada va alla grande. La dotazione di serie è molto valida e il prezzo è  interessante
  • 30 Agosto 2021
    La "verdona" è una Ninja a tutti gli effetti, ma strizza l'occhio a chi cerca una moto da usare anche per qualche gita senza stancarsi troppo, e all'occorrenza guidabile pure in città. La dotazione di serie ne fa una moto moderna, che "aiuta" il pilota a non andare mai in difficoltà
  • 18 Febbraio 2021
    Elegante e sempre attuale, la classica di Akashi è una moto facile e appagante senza essere impegnativa. La media giapponese si guida con la patente A2, è perfetta in città, ma il motore è sufficientemente corposo per portare a spasso anche un passeggero per qualche gita fuori porta

Kawasaki Ninja

  • Prezzo€ 17.890
  • Peso201 Kg
  • Serbatoio17,0 l
  • Altezza sella81 cm
  • Lunghezza208 cm
PROVE PER MARCA
LE ULTIME PROVE
  • Brixton Crossfire 500 500 X 2021

    La Crossifre è solida, facile da guidare e ha un prezzo non troppo elevato, anche se superiore ad altre moto del segmento. Prodotta in Cina, ma sulla base di un progetto che mira a soddisfare le esigenze qualitattive e di gusto del pubblico europeo, piace per il look vintage reinterpretato in chiave moderna

  • Piaggio Beverly 300 S 2021
    È tra i midiscooter a “ruote alte” più venduti in Italia, va bene per affrontare il traffico urbano e le tangenziali. Confortevole e parco nei consumi, offre molto spazio sotto sella, ha una buona qualità costruttiva e mantiene valore sul mercato dell'usato
  • Kawasaki Ninja 1000 SX Tourer 2022
    La gran turismo giapponese offre il comfort di una moto da turismo, unito alle prestazioni della serie Ninja. Non chiedetele miracoli in città, ma in autostrada va alla grande. La dotazione di serie è molto valida e il prezzo è  interessante
Eicma 2022
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
Green Planet