PROVA

Honda VFR 1200 F DCT 2011

Con l'automatico si va più forte
Il cambio DCT funziona come automatico oppure manuale: ripresa e accelerazione sono migliori con l’automatico! Finiture curate e motore vigoroso, ma il peso si sente e la sella è un po’ dura. Prezzo salato.
Prezzo: 
€ 16.890
Cilindrata: 
1.237,0 cm3
Peso: 
276,0 kg
Potenza: 
172,6 CV
Velocità: 
251,8 km/h
 
  • Comfort: 
    2
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    3
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    2
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    3
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    3
Con l'automatico si va più forte
Pregi: 
Finiture
Realizzate con cura tipicamente “giapponese”.
Tenuta di strada
Sempre precisa in tutte le situazioni.
Prestazioni
Elevate, la VFR va forte... soprattutto automatica!
Difetti: 
Peso
Elevato, ma si fa sentire soprattutto nelle manovre.
Carena
Non protegge bene chi supera il metro e 80.
Sella
Un po’ troppo dura per una moto “da viaggio”.
La Honda VFR 1200 presentata nel 2010 ha aperto la strada al nuovo corso Honda: è stata infatti la prima a montare il cambio DCT, ora diventato un simbolo della casa dell'ala dorata mentre il motore da 1200 cm, opportunamente rimappato è stato ereditato dalla Crosstourer.  La VFR in prova è la versione top e oltre all’ABS con sistema di frenata combinata è equipaggiata infatti con la prima versione del DCT (Dual Clutch Transmission, cioè a doppia frizione) utilizzabile come automatico o manuale. L’automatico offre due modalità d’uso, la “tranquilla” D per viaggiare rilassati senza sprecare benzina e la sportiva S (con la quale la DCT si rivela più scattante della VFR normale). Se preferite invece usare il cambio, il passaggio da un rapporto all’altro si ottiene premendo i pulsanti sul manubrio (uno per salire e uno per scalare di marcia): mancano infatti la leva della frizione e il comando a pedale del cambio.


Una sport-tourer per viaggiatori veloci

La VFR è una moto pensata per chi fa tanta strada, ma vuole divertirsi guidando su qualsiasi percorso. La posizione di guida è corretta, caricata in avanti quanto basta. Peccato che l’imbottitura della sella sia dura e la carena non protegga bene chi supera il metro e 80 (spalle e casco sono esposti all’aria). Molto buone le finiture, verniciature e dettagli sono realizzati con cura “giapponese”. Tutte queste doti però si pagano care: la VFR in versione DCT “base” costa 16.890 euro.
PROVE CORRELATE
  • 19 Gennaio 2021
    Nuove linee e nuove doti per l’SH 125. Ha più spazio sottosella, il motore Euro 5 consuma pochissimo e le finiture sono curate. Non costa poco, ma ha l’ABS e il controllo di trazione di serie
  • 13 Novembre 2020
    L'erede della Hornet interpreta l'attualità del settore naked con uno stile essenziale e prestazioni di tutto rispetto. Finiture adeguate e un prezzo corretto la rendono una moto che si fa volere bene subito, a patto di non essere "troppo" alti
  • 11 Febbraio 2019
    Va forte e pesa poco, ma è facile da guidare e si può usare tutti i giorni. Ottime le finiture, qualche vibrazione ai medi, prezzo un po’ alto

Honda VFR

  • Prezzo€ 17.030
  • Peso277 Kg
  • Serbatoio18,5 l
  • Altezza sella82 cm
  • Lunghezza225 cm
COMMENTI
Ritratto di claudiolinda
21 Giugno 2012 ore 23:33
Vorrei sapere da persone che ce lanno come va nc 700 x magari con cambio automatico come si sta in sella se il passeggero è comodo e se va bene anche a pieno carico grazie
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • BMW Serie F R/GT F 900 R 2021
    La media bavarese monta un bicilindrico frontemarcia, ha finiture curate e una dotazione tecnologica all'avanguardia. Chi la compra è al riparo da sorpese non gradite, ma il prezzo non è proprio d'attacco considerando gli optional "obbligatori"
  • Kawasaki W800 2020
    Elegante e sempre attuale, la classica di Akashi è una moto facile e appagante senza essere impegnativa. La media giapponese si guida con la patente A2, è perfetta in città, ma il motore è sufficientemente corposo per portare a spasso anche un passeggero per qualche gita fuori porta
  • Fantic Motor Caballero 500 Rally 2021
    Il nome riporta alle origini delle scrambler, ma la monocilindrica veneta è una moto moderna, divertente e facile da guidare. Il prezzo è corretto e l'allestimento strizza l'occhio a chi vuole sporcare le ruote su qualche strada bianca