PROVA

Honda CB 1000 R Plus Neo Sports Café 2018

Honda CB 1000 R, la "streetfighter" più educata
Va forte e pesa poco, ma è facile da guidare e si può usare tutti i giorni. Ottime le finiture, qualche vibrazione ai medi, prezzo un po’ alto
Prezzo: 
€ 15.090
Peso: 
202,0 kg
Potenza: 
132,6 CV
Velocità: 
230,2 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    5
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    5
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    3
  • Sospensioni: 
    4
Honda CB 1000 R, la "streetfighter" più educata
Pregi: 
La posizione di guida comoda ed efficace, la spinta del motore ai medi regimi e la qualità delle finiture superiore alla media.
Difetti: 
Il prezzo un po’ alto, le vibrazioni avvertibili ai regimi medio alti, la leva frizione stranamente non regolabile.
Con la nuova CB 1000 R, la casa di Tokyo propone una maxinaked all’altezza delle rivali come prestazioni, ma “facile” come solo le Honda riescono a essere. Si tratta di una moto tutta nuova con il motore (addolcito) della CBR Fireblade versione 2016 e finiture curate, con poca plastica e tanto metallo. Raffinata anche la dotazione tecnica: le sospensioni sono regolabili (la forcella completamente, l’ammortizzatore in estensione e precarico molla) e l’impianto frenante anteriore sfoggia pinze radiali a quattro pistoncini con dischi da 310 mm. Ci sono anche gli “aiuti” elettronici che ormai ci si aspetta in una moto di questo livello: acceleratore elettronico e quattro mappature motore (tre preimpostate, una personalizzabile) che gestiscono anche le risposte di controllo di trazione e freno motore.
Cambio elettronico di serie
La ricca dotazione di serie della versione “+” della nostra prova comprende anche il cambio elettronico (optional da 730 euro sulla “base”) che funziona in scalata e inserimento, manopole riscaldabili, mini parabrezza, coprisella passeggero, parafango posteriore in alluminio, l’anteriore con inserti in alluminio e infine la griglia sul radiatore.
PROVE CORRELATE
  • 16 Luglio 2021
    La Casa giapponese ha rinnovato lo scorso anno il proprio cavallo di battaglia tra gli scooter a ruote alte: agile come una bicicletta e facile da guidare, l'SH monta il parabrezza e ha prestazioni più che sufficienti a districarsi con successo in ogni situazione
  • 18 Marzo 2021
    La bicilindrica di Tokyo cresce nella cilindrata, ma non nelle dimensioni e nel peso. È più potente e con l'allestimento Urban è perfetta nell'uso quotidiano, eppure non disdegna lo sterrato.Elettronica e dotazione di serie sono al top
  • 19 Gennaio 2021
    Nuove linee e nuove doti per l’SH 125. Ha più spazio sottosella, il motore Euro 5 consuma pochissimo e le finiture sono curate. Non costa poco, ma ha l’ABS e il controllo di trazione di serie

Honda CB 1000 R

  • Prezzo€ 15.090
  • Peso212 Kg
  • Serbatoio16,2 l
  • Altezza sella83 cm
  • Lunghezza212 cm
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Kawasaki Ninja 1000 SX 2021
    La "verdona" è una Ninja a tutti gli effetti, ma strizza l'occhio a chi cerca una moto da usare anche per qualche gita senza stancarsi troppo, e all'occorrenza guidabile pure in città. La dotazione di serie ne fa una moto moderna, che "aiuta" il pilota a non andare mai in difficoltà
  • Ducati SuperSport 2021
    La bicilindrica di Borgo Panigale non lascia niente a desiderare in termini di prestazioni, ma è anche una moto che si può usare nella vita quotidiana, quasi in ogni situazione
  • BMW R nineT Pure 2021
    La stradale tedesca è immediatamente riconoscibile alla prima occhiata, il boxer è garanzia di una guida sempre piacevole e la dotazione è quella "di sostanza" tipica delle moto bavaresi. Chi prende una R Nine T lo fa a ragion veduta... Ma anche il prezzo è da BMW