PROVA

Ducati Hypermotard 1100 Evo 2011

Divertente come poche
La versione Evo della “motardona” Ducati guadagna ben 10 CV e va davvero forte, più di molte sportive. Comoda anche in città e raffinata, costa però parecchio.
Prezzo: 
€ 11.700
Cilindrata: 
1.078,0 cm3
Peso: 
188,5 kg
Potenza: 
89,2 CV
Velocità: 
203,5 km/h
 
  • Comfort: 
    2
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    2
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    2
  • Freni: 
    3
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    3
Divertente come poche
Pregi: 
Motore
Va forte e l’erogazione è “piena” a tutti i regimi.
Sospensioni
Migliorate, si sente nella guida sportiva.
Peso
La Evo è ancora più reattiva e agile tra le curve.
Difetti: 
Specchi
Le vibrazioni limitano la visibilità e in città sono inutili e poco pratici.
Sella
Si scivola in avanti.
Cambio
Un po’ duro negli innesti nell’uso prolungato.
Rispetto alla versione precedente le differenze non sono molte, ma mirate e sostanziali: a chi conosce la Hypermotard bastano pochi metri per capire che la nuova versione 1100 Evo è molto più efficace su ogni percorso. Il motore è il nuovo bicilindrico 1100 Desmodue Evoluzione con raffreddamento ad aria, più potente (abbiamo rilevato oltre 89 CV alla ruota, cioè 10 più del vecchio 1100) ma anche più leggero del 1100 DS grazie al ritorno alla candela singola per cilindro, a nuovi carter motore e all’impiego del magnesio per il coperchio dell’alternatore.



Estetica invariata o quasi

La Hyper Evo si distingue dalla precedente per la forcella con gli steli neri (e una nuova taratura), fianchetti posteriori in carbonio e strumentazione arricchita dal sistema di acquisizione dati DDA (Ducati Data Analizer) ripresa dalla Streetfighter, come pure i blocchetti elettrici. La dotazione di alto livello e le prestazioni elevate giustificano (in parte) il prezzo di ben 11.700 euro.
PROVE CORRELATE
  • 27 Dicembre 2020
    La crossover di Borgo Panigale è il riferimento della categoria, come tecnologia e come prezzo: il bicilindrico da 158 cavalli permette di togliersi ogni tipo di soddisfazione, ben assistito da sospensioni Ohlins e da un'elettronica raffinata. La cifra da spendere per mettersi nel box il gioiello di Ducati è superiore ai 25mila euro
  • 17 Dicembre 2020
    La moto di Borgo Panigale è nata per rompere gli schemi: linee muscolose, gomme ultralarghe, indole sportiva. A metà tra un dragster e una cruiser, impressiona per la dotazione tecnica e il prezzo, non alla portata di tutte le tasche
  • 20 Agosto 2020
    Borgo Panigale ha inventato la "cruiser sportiva": una moto divertente, con un motore desmodronico "esagerato" che regala grandi emozioni. Qualità e design sono all'altezza del prestigio del marchio. Ha sospensioni raffinate ma nei lunghi trasferimenti stanca parecchio il pilota

Ducati Hypermotard

  • Prezzo€ 12.190
  • Peso172 Kg
  • Serbatoio12,4 l
  • Altezza sella85 cm
  • Lunghezza213 cm
COMMENTI
Ritratto di bierny
26 Gennaio 2012 ore 18:28
l'introduzione dell'evo fà guadagnare a questa moto in confronto alla versione precedente solo 5 cv e non 10 ma vidirò di più questi 5 cv di differenza in pratica non esistono la coppia DA preferire il modello precedente
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • BMW Serie F GS F 850 GS Rallye 2020
    Il GS negli ultimi anni ci ha abituato a cilindrate e prestazioni "maxi", ma anche nella versione 850 la bicilindrica bavarese sa essere una moto completa e anzi, più gestibile. La versione rallye aumenta la voglia di lasciare l'asfalto per l'off road. Il prezzo? Sempre al top della categoria
  • KTM 390 Adventure 2021
    La piccola di Mattighofen si guida già a 18 anni e promette tanto divertimento a un prezzo contenuto. La dotazione di serie però è da "maxi" e il motore permette di fare tutto, senza strafare
  • Indian Challenger Limited 2021
    La rivale per eccellenza dell'Harley-Davidson propone la "sportiva" di casa in versione top di gamma. I cavalli non mancano, la cilindrata è "esagerata", il comfort elevato e la ricca dotazione di serie invitano a viaggiare. Per averla bisogna staccare un assegno importante, ma si acquista una moto che non passa certo inosservata