PROVA

Betamotor Alp 4.0 2011

Leggera, pratica e inarrestabile
La “tuttofare” della casa toscana è agile, snella, pesa poco e ha prestazioni dignitose. Va benissimo in città e nel misto, sullo sterrato e in tangenziale. Prezzo corretto
Prezzo: 
€ 5.245
Peso: 
137,5 kg
Potenza: 
23,5 CV
Velocità: 
133,4 km/h
 
  • Comfort: 
    2
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    2
  • Finiture: 
    2
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    2
    Average: 2 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    2
  • Vano sottosella: 
    3
  • Sospensioni: 
    3
Leggera, pratica  e inarrestabile
Pregi: 
Agilità
Anche nei passaggi più stretti e in città non impegna
Peso
Molto contenuto per la categoria, facilita la guida
Semplicità
Una moto robusta e tutta sostanza
Difetti: 
Finiture
Essenziale anche nella cura dei dettagli
Vibrazioni
Su manubrio e pedane agli alti regimi
Stabilità
A tutta velocità perde in precisione di guida
La Beta Alp è la perfetta rappresentante di una “filosofia motociclistica” in via di estinzione fatta di tanta sostanza e poca elettronica, riassunta nel celebre detto: “ciò che non c’è, non si può rompere”. Il motore è infatti un tranquillo monocilindrico di origine Suzuki raffreddato ad aria ed alimentato a carburatore, montato in una ciclistica in tubi d’acciaio con sospensioni ad ampia escursione e monoammortizzatore regolabile nel precarico. A disco i freni su entrambe le ruote, equipaggiati con pinze a doppio pistoncino.
Questa moto snella e dal peso contenuto era nata per le escursioni in montagna e per il fuoristrada leggero, ma col tempo si è creata una solida fama di moto da città per la maneggevolezza garantita dalle dimensioni compatte, per le sospensioni che digeriscono qualsiasi asperità e per la sella stretta e non troppo alta. E con il bauletto e la borsa laterale (offerti da Betamotor come optional) la Alp acquista una capacità di carico da scooter. Il prezzo di listino è corretto, ma contrattando un poco (o guardandosi in giro tra “km 0” e promozioni) non è difficile scendere sotto i 5.000 euro.
PROVE CORRELATE
  • 08 Marzo 2014
    La Track è la versione più curata nella gamma RR di Betamotor. Ha sospensioni di qualità, numerosi dettagli racing e un prezzo elevato ma corretto
  • 28 Luglio 2011
    Grintosa e costruita con cura, ha una buona dotazione di serie e sospensioni di qualità. Sella dura, prezzo alto.
  • 27 Luglio 2011
    Ha linee immutate da anni, ma con le nuove grafiche sembra più aggressivo. Compatto e leggero, ha un motore brillante ed è robusto. La dotazione di serie è superiore alla media.

Betamotor Alp

  • Prezzo€ 5.490
  • Peso133 Kg
  • Serbatoio10,5 l
  • Altezza sella86 cm
  • Lunghezza221 cm
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Kawasaki Ninja 1000 SX 2021
    La "verdona" è una Ninja a tutti gli effetti, ma strizza l'occhio a chi cerca una moto da usare anche per qualche gita senza stancarsi troppo, e all'occorrenza guidabile pure in città. La dotazione di serie ne fa una moto moderna, che "aiuta" il pilota a non andare mai in difficoltà
  • BMW R 18 2021
    Forme classicissime, cura tedesca dei dettagli e l'elettronica non è un tabù: la cruiser della casa tedesca è un mix di moderno e tradizione, una moto con una spiccata personalità, equipaggiata con un possente bicilindrico boxer
  • BMW R nineT Pure 2021
    La stradale tedesca è immediatamente riconoscibile alla prima occhiata, il boxer è garanzia di una guida sempre piacevole e la dotazione è quella "di sostanza" tipica delle moto bavaresi. Chi prende una R Nine T lo fa a ragion veduta... Ma anche il prezzo è da BMW