PROVA

Yamaha Tracer 9 2022

Yamaha Tracer 9 GT: animo sportivo e tanta voglia di viaggiare
Un po’ naked, un po’ granturismo, questa crossover ha ruote da 17” un motore potente e con grinta da vendere. La dotazione di serie è ricca e completa e lo spazio buono anche viaggiando in coppia. Siete pronti a partire?
Prezzo: 
€ 13.699
Cilindrata: 
890,0 cm3
Peso: 
220,0 kg
Potenza: 
119,0 CV
Velocità: 
214,0 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    4
Yamaha Tracer 9 GT: animo sportivo e tanta voglia di viaggiare
Pregi: 
Il motore grintoso e pronto, la frenata aggressiva, il cambio veloce, le selle comode e spaziose, l’agilità tra le curve
Difetti: 
Sblocco della sella pilota difficoltoso, leggero effetto on-off nella mappatura A, blocchetti al manubrio affollati, leggibilità cruscotto in pieno sole scarsa
Il design aggressivo del cupolino dalle linee taglienti, i fari full led e il parabrezza regolabile in altezza anche in movimento, tramite il comando posto dietro la strumentazione, danno subito un'immagine d'insieme moderna alla Tracer 9 GT.  Le dimensioni sono importanti anche a una prima occhiata, ma il peso è nella media. 



Il cruscotto sfrutta due display da 3,5”: a sinistra ci sono i dati sulle prestazioni, a destra quelli del viaggio. Le informazioni sono chiare, ma in pieno sole non si vedono bene. I blocchetti elettrici sono pieni di tasti: ci vuole un po’ di pratica per muoversi tra i settaggi e gestirli, insieme ai quattro riding mode e al cruise control. Scomodo da usare il tasto per l’abbagliante.
Il motore tre cilindri da 890 cm3 in questa versione Euro 5 eroga 109,2 CV e 88,4 Nm (rilevati alla ruota). Di serie il cambio quickshift e le sospensioni elettroniche. L’ammortizzatore è regolabile tramite un pratico pomello. Il telaio reggisella e le pedane sono smontabili: una soluzione da moto sportiva, utile in caso di caduta. La piattaforma IMU a sei assi gestisce tutti i sistemi di sicurezza e di aiuto alla guida. L’impianto frenante sfoggia pinze ad attacco radiale controllate da un ABS di tipo cornering. La forcella KYB a steli rovesciati, come accennato sopra, è gestita elettronicamente. I pneumatici sono Bridgestone Battlax Sport Touring T31.
Le valigie di serie sporgono poco dalla sagoma della moto, ma hanno una buona capienza e possono accogliere un casco integrale.
PROVE CORRELATE
  • 24 Giugno 2022
    La bicilindrica di Yamaha si è fatta apprezzare per il motore sfruttabile senza eccessi, il peso contenuto e la linea sempre attuale. È facile da guidare, ci si può fare tutto e costa il giusto
  • 27 Dicembre 2021
    La naked media di Yamaha è costruita bene, è molto versatile e non costa un'esagerazione: ha tutti gli ingredienti per divertirsi in ogni condizione, con un motore sincero e una dotazione all'altezza della categoria
  • 03 Febbraio 2021
    La tout terrain di Iwata è disponibile anche in versione da 35 kW, guidabile con patente A2. Facile e divertente, la si può usare 365 giorni l'anno, per andare al lavoro o in vacanza. Robusta e curata, ma senza fronzoli, ha la sella alta e la ruota da 21" all'anteriore. Poca elettronica, tanta sostanza e un prezzo d'attacco

Yamaha Tracer 9

  • Prezzo€ 11.799
  • Peso213 Kg
  • Serbatoio18,0 l
  • Altezza sella81 cm
  • Lunghezza218 cm
PROVE PER MARCA
LE ULTIME PROVE
  • Honda NT1100 2022
    La nuova Honda NT 1100 offre una grande facilità di guida nonostante il peso importante, un prezzo corretto e un comfort degno di una ammiraglia: è una moto versatile, da usare tutti i giorni o per un viaggio in due. Buoni i consumi e ottimo il cambio DCT
  • Honda CB F CB 500 F 2022
    Honda ha dato una rinfrescata anche la versione “nuda” della famiglia CB 500. Poche le novità estetiche, molte invece quelle tecniche a partire dalla forcella Showa, gli aggiornamenti hanno coinvolto molti dettagli di questa piccola naked migliorandone la resa su strada. Ecco come è fatta e come va
  • Yamaha Ténéré 700 2022
    La bicilindrica di Yamaha si è fatta apprezzare per il motore sfruttabile senza eccessi, il peso contenuto e la linea sempre attuale. È facile da guidare, ci si può fare tutto e costa il giusto
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
Green Planet