Salta al contenuto principale

Moto Guzzi V100 Mandello S, per viaggiare ma non solo

La nuova Guzzi ha prestazioni elevate ma sfruttabili, una dotazione elettronica al top e si guida bene in ogni situazione, ma il cambio è un po’ duro

Pregi

Pregi

Il comfort di marcia quasi da crossover, il motore potente e sfruttabile, la dotazione elettronica completa e di qualità.

Difetti

Difetti

Il cambio poco preciso e “duro” soprattutto in scalata, il peso elevato in ordine di marcia (ma si sente solo nello stretto), i consumi elevati se si va forte.

In sintesi

Sembra la solita frase ripresa dalla pubblicità, ma la V100 Mandello rappresenta davvero l’inizio di un nuovo capitolo nella storia della Moto Guzzi e lo abbiamo verificato nel corso della nostra prova. Per prima cosa, il suo bicilindrico da 1.042 cm3 raffreddato a liquido, dotato di teste ruotate di 90°, quattro valvole per cilindro e contralbero di equilibratura, è completamente diverso (e molto più performante) di tutti i precedenti motori Guzzi. Anche l’aerodinamica “adattiva” è una innovazione non trascurabile, con le alette sui fianchi del serbatoio che si alzano e si abbassano per migliorare la protezione dall’aria insieme al parabrezza regolabile elettricamente.

La V100 Mandello è la prima moto al mondo con aerodinamica adattiva: i deflettori restano sempre aperti in mappa Pioggia, in Turismo si aprono superati i 60 km/h, in Sport e Strada restano chiusi

 

Dotazione elettronica di livello

La dotazione elettronica (ripresa da Aprilia, quindi tra le migliori al mondo) comprende sistemi importanti e utili tra cui la piattaforma inerziale a sei assi che gestisce controllo di trazione e ABS cornering (funzionano anche in curva), quattro riding mode (Sport, Strada, Turismo e Pioggia), cruise control e fari full LED con “cornering lights” che in piega illuminano l’interno della curva. La versione S della prova ha anche sospensioni Öhlins a controllo elettronico, cambio elettronico, sensori di pressione gomme e manopole riscaldabili che portano il prezzo a  17.999 euro. La versione “base” priva di questi ultimi sistemi costa un po’ meno: 15.499 euro: prezzi “salati” per la casa di Mandello, è vero, ma più che giustificati da qualità e tecnologia.

 

Il cruscotto da 5” sfrutta la tecnologia TFT a colori. Sulla S è di serie il sistema Moto Guzzi MIA che permette di collegarlo allo smartphone via Bluetooth. Le borse sono accessori ufficiali del catalogo Moto Guzzi, costano 999 euro (la coppia) e hanno una capacità totale di 59 litri (30 litri la sinistra, 29 la destra)

 

Come va

Su strada

Il comfort di marcia è uno dei punti di forza della V100 S: in sella si sta comodi e la posizione di guida è naturale, quasi da crossover per via del manubrio largo e rialzato. La sella è spaziosa e ben imbottita, la seduta non è alta (81,5 cm) e in ogni caso anche chi è “corto di gamba” si trova bene grazie ai fianchi stretti. Davvero notevole il riparo dall’aria: le “alette” che si aprono con le mappe Pioggia e Turismo, la mezza carena e il parabrezza regolabile elettricamente fanno bene il loro lavoro. In movimento si apprezza la spinta decisa del motore sin dai bassi regimi (l’85% della coppia è disponibile già a 3.500 giri) e l’erogazione piena in tutte le situazioni. Anche nella “tranquilla” mappa Pioggia il bicilindrico Guzzi riesce sempre ad avere la grinta necessaria per viaggiare veloci. In Sport l’accelerazione si fa ancora più “cattiva” e anche l’assetto (grazie alle sospensioni semiattive) cambia, rendendo la V100 S più precisa in curva e reattiva nei cambi di direzione, dove però richiede una guida un poco “di forza” per gestire il peso (col pieno siamo sui 245 kg). Nonostante la massa, però, il bilanciamento è corretto. Ben tarata l’elettronica, poco invasiva ma efficace, mentre il cambio elettroassistito non è sempre all’altezza della situazione: guidando sportivi è “secco” in inserimento e soprattutto in scalata. Efficace la frenata: attacca con grinta, ma è sempre gestibile e assistita a dovere da ABS cornering e frizione antisaltellamento.

 

In autostrada

 Spaziosa anche in coppia, la V 100 S è perfetta per viaggiare . Il comfort di marcia è notevole, grazie alle sospensioni semiattive che “copiano” le imperfezioni dell’asfalto e adattano l’assetto al carico. Il bicilindrico è sempre fluido e regolare a velocità di crociera, riprende senza incertezze anche nelle riprese dai bassi regimi e allunga vigoroso se si apre decisi il gas. Nessun problema anche nei curvoni veloci, dove la V100 Mandello S è sempre stabile e ben piantata: il peso può essere un limite nella guida sportiva, ma si rivela un alleato prezioso quando si sorpassano i camion, perché le scie non si sentono. Per viaggiare però bisogna mettere mano al portafoglio e montare alcuni accessori ufficiali Moto Guzzi: d’obbligo le valigie rigide laterali (999 euro) che monta la moto della nostra prova, ma anche il portapacchi (399 euro) e il bauletto da 37 litri (329 euro). Quanto ai consumi, la V100 S si è mostrata parsimoniosa solo ad andature “rilassate” (tra i 90 e i 100 km/h), altrimenti il bicilindrico diventa piuttosto assetato: se si viaggia “allegri” le percorrenze si dimezzano.

In città

La V100 S se la cava bene anche in città: in movimento il peso si sente poco, la ciclistica “leggera” e gli ingombri contenuti (senza le valigie) permettono di muoversi sicuri tra le auto. Anche il motore pronto ai bassi aiuta nel traffico, mentre le sospensioni semiattive non fanno soffrire neppure su buche e pavé. Con il riding mode Pioggia si viaggia sicuri sul bagnato, ben coadiuvati da ABS e controllo di trazione ben tarati. 

Rilevamenti

Velocità massima (km/h) 225,4
Accelerazione secondi
0-400 metri 11,5
0-1000 metri 21,8
0-100 km/h 3,5
Ripresa (da 50 km/h) secondi
400 metri 13,0
1000 metri 23,8
Potenza massima alla ruota  
CV/kW 106,5/79,4
Giri al minuto 8700
Frenata metri
Da 100 km/h 37,0
Consumi km/l
Autostrada 10,7
Extraurbano 20,3
A 90 km/h 25,3
A 120 km/h 11,3
Al massimo 8,7
Autonomia km
A 120 km/h 191,9
Al massimo 147,9

 

Acquisizione dati con CORRYS-DATRON DAS1A.
Banco prova Dynojet's 150 Dynamometer.
Bilancia Computer Scales Longacre 7263.

 

Dati tecnici

Dati tecnici dichiarati dalla casa

Motore 4 tempi bicilindrico
Cilindrata (cm3) 1042
Cambio a 6 marce
Potenza CV(kW)/giri 115(84,6)/8700
Freno anteriore a doppio disco
Freno posteriore a disco
Pneumatico anteriore 120/70 - 17"
Pneumatico posteriore 190/55 - 17"
Altezza sella (cm) 81,5
Peso (kg) 233
Capacità serbatoio (litri) 17
Autonomia (km) nd
Velocità massima (km/h) nd
Tempo di consegna immediato

Dimensioni rilevate da inSella

Passo
146.80
Lunghezza
218.00
Altezza sella
81.50
Leggi altro su:
Moto Guzzi V100 Mandello S 2022
Prezzo Prezzo
Cilindrata Cilindrata
cm3
Peso Peso
233,00
kg
Potenza Potenza
106,50
CV
Velocita Velocità
225,40
km/h
Voto medio
4
Comfort
5
Tenuta di strada
4
Consumo
3
Cambio
3
Vano sottosella
3
Posizione di guida
4
Finiture
5
Prestazioni
4
Freni
4
Sospensioni
5

Moto Guzzi V100 Mandello S 2022

Ti piace questa moto?

Condividi il tuo giudizio! Clicca sulle moto qui sopra per valutare questa moto.

I voti degli utenti
10
0
3
0
0
Voto medio
4,5
4.53846
13 voti
Aggiungi un commento