PROVA

Honda Crossrunner 2015

La giusta media
Facile da guidare e comoda anche nei viaggi in coppia, la crossover “intermedia” di Honda è un po’ pesante ma se la cava bene in ogni situazione, persino in città. Ben rifinita, ha un prezzo un po’ alto
Prezzo: 
€ 12.500
Peso: 
228,0 kg
Potenza: 
94,1 CV
Velocità: 
220,6 km/h
 
  • Comfort: 
    3
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    3
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    3
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    3
  • Vano sottosella: 
    2
  • Sospensioni: 
    3
La giusta media
Pregi: 
Motore
Fluido e potente, è un vero “concentrato di tecnologia”
Qualità
Dostruita e rifinita con la cura delle “vere” giapponesi
Facilità di guida
Appena in sella sembra di averla sempre guidata
Difetti: 
Prezzo
Superiore alle dirette concorrenti a parità di dotazione
Parabrezza
Non è regolabile in altezza e protegge poco
Forcella
Tarata morbida, gradisce poco le “staccate”
Stavolta Honda ha centrato l’obiettivo. Con la prima versione del 2011 ci era andata vicino ma le linee, le dimensioni e qualche piccolo neo pratico l’avevano penalizzata (fino a che il prezzo era stato abbassato a circa 8.500 euro, poi era andata via come il  pane).  Dopo avere aggiornato la sorella granturismo VFR, Honda ha rinnovato per il 2015 anche la Crossrunner: il risultato è una moto che nel corso della prova si è dimostrata equilibrata e buona un po’ per tutto. Il quattro cilindri a V4 da 782 cm3 con sistema Vtec è più vigoroso e potente (abbiamo rilevato 94 CV, contro gli 86 della vecchia versione). Migliora la dotazione elettronica con ABS e controllo di trazione disinseribile (regolabile su due livelli) di serie; optional il cambio “Quickshifter” (circa 300 euro) che permette cambiate veloci senza frizione. Come nella VFR (con la quale la Crossrunner condivide meccanica e ciclistica) il telaio è di tipo perimetrale, ma c’è un nuovo telaietto reggisella per il montaggio diretto delle borse laterali. Cresce l’escursione delle sospensioni e migliora l’impianto frenante. Purtroppo è cresciuto anche il prezzo, che appare un po’ alto per una 800 e anche rispetto alle concorrenti.
PROVE CORRELATE
  • 23 Novembre 2022
    Dal 2007 è il punto di riferimento per la categoria: nel tempo però l’SH è cresciuto di cilindrata passando da 270 a 329 cm3, migliorando prestazioni e stabilità. Il peso è contenuto, affidabilità e qualità al top della categoria
  • 23 Novembre 2022
    Lo scooter della casa alata non lascia spazio a sorprese: robusto e affidabile, ha il motore giusto per muoversi al meglio in città e fuori porta. Maneggevole e discreto, è il compagno ideale per un uso quotidiano
  • 17 Novembre 2022
    La nuova ammiraglia della Casa Alata offre una grande facilità di guida, un'ottima dotazione di serie e un prezzo invitante. Si fanno molti chilometri senza stancarsi, anche in due, ma le borse laterali sono poco capienti

Honda Crossrunner

  • Prezzo€ 12.500
  • Peso242 Kg
  • Serbatoio20,8 l
  • Altezza sella82 cm
  • Lunghezza219 cm
PROVE PER MARCA
LE ULTIME PROVE
  • Brixton Crossfire 500 500 X 2021

    La Crossifre è solida, facile da guidare e ha un prezzo non troppo elevato, anche se superiore ad altre moto del segmento. Prodotta in Cina, ma sulla base di un progetto che mira a soddisfare le esigenze qualitattive e di gusto del pubblico europeo, piace per il look vintage reinterpretato in chiave moderna

  • Piaggio Beverly 300 S 2021
    È tra i midiscooter a “ruote alte” più venduti in Italia, va bene per affrontare il traffico urbano e le tangenziali. Confortevole e parco nei consumi, offre molto spazio sotto sella, ha una buona qualità costruttiva e mantiene valore sul mercato dell'usato
  • Kawasaki Ninja 1000 SX Tourer 2022
    La gran turismo giapponese offre il comfort di una moto da turismo, unito alle prestazioni della serie Ninja. Non chiedetele miracoli in città, ma in autostrada va alla grande. La dotazione di serie è molto valida e il prezzo è  interessante
Eicma 2022
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
Green Planet