PRIMI CONTATTI

Bimota Tesi 3D E 2012

Un gioiello per pochi
La Tesi 3D è una sportiva “nuda” dalla ciclistica raffinata. Costruita a mano con materiali pregiati, è riservata a veri intenditori
€ 27.960
Un gioiello per pochi

Come è fatta

Anche se deriva da un progetto degli anni 90, la Bimota Tesi 3D rimane una moto modernissima e unica: futuristica nelle linee, innovativa nella ciclistica con doppio forcellone e “preziosa” per il largo uso di materiali pregiati... e per il prezzo molto elevato. Il motore è il bicilindrico Ducati di 1078 cm3, alimentato a iniezione elettronica con raffreddamento misto aria-olio. La carrozzeria in carbonio è ridottissima (serbatoio, cupolino piccolo piccolo e codino rastremato) per lasciare in bella vista il telaio, composto da una struttura a traliccio in acciaio che sovrasta il motore e da due piastre a “omega” in alluminio laterali, collegate ai due forcelloni anch’essi a traliccio. L’anteriore è collegato sia alle piastre, sia al motore:  nel mozzo della ruota davanti ci sono i cinematismi per lo sterzo, mentre il monoammortizzatore a gas è sotto al motore. Di alto livello anche la componentistica, a partire dai freni Brembo con pompa e pinze radiali.



Come va

La posizione in sella è da sportiva, non da naked: le pedane arretrate, la sella piccola e dura, i manubri bassi e inclinati stancano in fretta il pilota, soprattutto se alto di statura. In più, il motore scalda parecchio la sella.
Il bicilindrico Ducati ha tanta coppia e spinge forte ai bassi ma agli alti regimi non impressiona, anche perché la ciclistica gli è nettamente superiore. Tra le curve la Tesi 3D è velocissima, grazie al peso ridotto e alle sospensioni: se il pilota impara a “fidarsi” dell’anteriore, viene ripagato da ingressi in curva fulminei e pieghe impossibili per le moto con forcella tradizionale. I trasferimenti di carico sono minimi e permettono staccate al limite senza reazioni “strane” dell’avantreno, sempre preciso e ben piantato

Carta d'identità
Dati tecnici (dichiarati dalla casa)
Motore bicilindrico 4 tempi
Cilindrata (cm3) 1078
Raffreddamento a aria-olio
Alimentazione a iniezione
Cambio a 6 marce
Potenza CV (kW)/giri 95(70)/7750
Freno anteriore a doppio disco
Freno posteriore a disco
Velocità massima (km/h) nd
Dimensioni
Altezza sella (cm) 81
Interasse (cm) 139
Lunghezza (cm) 201
Peso (kg) 168
Pneumatico anteriore 120/70 - 17"
Pneumatico posteriore 180/50 - 17"
Capacità serbatoio (litri) 16
Riserva litri nd
PRIMI CONTATTI CORRELATI
  • 17 Luglio 2012
    Sulla nuova supersportiva Bimota c’è posto anche per il passeggero (ma resiste poco). La DB8 ha un motore Ducati 1198 inserito in una ciclistica sopraffina, è costruita con cura artigianale, però costa davvero tanto

Bimota Tesi 3D

  • Prezzo€ 28.290
  • Peso167 Kg
  • Serbatoio16,0 l
  • Altezza sella80 cm
  • Lunghezza210 cm
COMMENTI
Ritratto di JoeyD
JoeyD Suzuki V-Strom DL 1000 2002-2006
18 Ottobre 2012 ore 16:20
Non c'è paragone, tutto quello che esce da quell'officina romagnola è arte. Il prezzo vale l'effettiva esclusività del mezzo
Ritratto di GuzziSpruzzi
18 Ottobre 2012 ore 17:27
Arte in movimento, peccato costi così tanto
Ritratto di dany72
18 Ottobre 2012 ore 18:29
Sarà anche bella ma io preferisco la Vyrus che è molto più ignorante, adoro la versione col compressore! Potessi permettermela!
Ritratto di OrsoMarsicano
OrsoMarsicano Kawasaki Ninja ZX-6R 636 2005
18 Ottobre 2012 ore 18:40
La tenete in salotto? La guardate in garage? La moto va vissuta e quella, con tutto quel bagaglio di carbonio e quasi 30.000 euro di listino, è meglio tenerla spenta e sui cavalletti.
Ritratto di kazutosakata
18 Ottobre 2012 ore 18:54
Non dirmi che quella forca e quella pinza non ti ispirano. Sarebbe almeno da provare... per il resto concordo con te. Muletto da pista e tanti saluti.
Ritratto di ulisse4791
ulisse4791 Honda CBF 600/1000 CBF 1000 ST 2011
18 Ottobre 2012 ore 19:22
Concordo con OrsoMarsicano: Del tutto inutile!! Ma sarei troppo curioso di provarla e vedere se veramente quelle forcelle fanno miracoli!! Anche se mi chiedo sempre se sono così miracolose perchè allora nn le usano in MotoGP??
Ritratto di ernestodev
18 Ottobre 2012 ore 20:39
credo che di funzionale questa moto nn ha un granché, solo per il fatto che riprende un motore "vecchio" un telaio uscito fuori dalla matita di un fantasioso disegnatore nn é detto che sia pure prestazionale anzi; ma se si và al bar del centro traverà pure qualcuno che l'apprezzerà come un opera d'arte. Ultima considerazione, diffidate del carbonio poiché é una fibra instabile e con il passare degli anni invecchia senza poterla ristruttura, perdendo molto delle sue caratteristiche fisiche originarie. E' stato sperimentato che già dopo 5 anni dette proprietà decadono.
Ritratto di giggio
19 Ottobre 2012 ore 09:53
che vada bene ci credo, ma non mi pare proprio una bellezza!
Ritratto di steducati
04 Novembre 2012 ore 15:20
è bellissimo il design però dobbiamo anche dire che il motore è della ducati, non capisco perché non ne hanno creato uno proprio perché proprio la ducati? si può pensare che è un motore con alte prestazioni però la tesi 3D ha pochi cavalli ne 95 però la monster 1100 evo monta lo stesso motore e ne ha 100, con una marmitta arrow e un carburatore più grande potrebbe arrivare a 110 cavalli invece la tesi 3D ne arriverebbe minimo a 1000
Ritratto di capobutozzi
05 Novembre 2015 ore 20:37
Un sogno da guidare o tenere in salotto come opera d arte. Una moto da vincere la lotteria per comprarla
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PRIMI CONTATTI PER MARCA
Green Planet
GLI ULTIMI PRIMI CONTATTI