PROVA

Yamaha XJ6 2011

Bella, comoda e facile per tutti
La nuova Yamaha sembra una naked “cattiva”, ma in realtà è una stradale adatta a tutti, con un motore elastico perfetto per ogni utilizzo. Buona la spinta ai medi regimi e l'agilità complessiva. Il prezzo è corretto
Prezzo: 
€ 6.490
Cilindrata: 
600,0 cm3
Peso: 
205,0 kg
Potenza: 
78,0 CV
Velocità: 
201,7 km/h
 
  • Comfort: 
    3
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    3
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    2
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    3
  • Freni: 
    3
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    2
Bella, comoda e facile per tutti
Pregi: 
Erogazione
Il motore spinge già ai bassi e allunga bene
Freni
Molto potenti, gli spazi d’arresto sono contenuti
Stabilità
La ciclistica è stabile e poco reattiva
Difetti: 
Rapporti
Manca una marcia “di riposo” per l’autostrada
Forcella
Nelle frenate decise affonda un po’ troppo
Consumo
Rispetto alle avversarie consuma di più
Le moto “intelligenti” (cioè facili da guidare, con un prezzo contenuto e adatte all’uso di tutti i giorni) in Italia non sono mai piaciute. Forse perché sono in genere bruttine... La Yamaha XJ6 è invece molto carina, dote rara tra le stradali di media cilindrata. Facile, perfetta per i piloti con poca esperienza o per chi vuole un’alternativa ai soliti scooteroni, la XJ6 monta un motore a quattro cilindri in linea di 600 cm3 raffreddato a liquido, derivato da quello della naked FZ6  ma “addolcito” per non mettere in difficoltà nessuno. La qualità costruttiva è buona: alcuni componenti (per esempio telaio e forcellone) sono di acciaio e non di alluminio, ma non stanno male e permettono a Yamaha di offrire la XJ6 a un prezzo molto interessante, 6.490 euro (500 in più per la versione ABS).

PROVE CORRELATE
  • 03 Febbraio 2021
    La tout terrain di Iwata è disponibile anche in versione da 35 kW, guidabile con patente A2. Facile e divertente, la si può usare 365 giorni l'anno, per andare al lavoro o in vacanza. Robusta e curata, ma senza fronzoli, ha la sella alta e la ruota da 21" all'anteriore. Poca elettronica, tanta sostanza e un prezzo d'attacco
  • 14 Settembre 2020
    La media di Iwata è una supersportiva in scala ridotta: precisa in curva e con un allungo entusiasmante. Sa regalare grandi emozioni, ma chiede mani esperte al pilota che la sceglie
  • 10 Agosto 2019
    Con la Niken tra le curve si va alla stessa andatura di una moto “normale” con metà dell’impegno, lo stesso divertimento e il doppio della sicurezza. Comoda e ben costruita, va bene per viaggiare ma ripara poco dall’aria. Prezzo adeguato alle doti tecniche e alla qualità

Yamaha XJ6

  • Prezzo€ 6.490
  • Peso205 Kg
  • Serbatoio17,0 l
  • Altezza sella79 cm
  • Lunghezza212 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • BMW Serie F GS F 850 GS Rallye 2020
    Il GS negli ultimi anni ci ha abituato a cilindrate e prestazioni "maxi", ma anche nella versione 850 la bicilindrica bavarese sa essere una moto completa e anzi, più gestibile. La versione rallye aumenta la voglia di lasciare l'asfalto per l'off road. Il prezzo? Sempre al top della categoria
  • Indian Challenger Limited 2021
    La rivale per eccellenza dell'Harley-Davidson propone la "sportiva" di casa in versione top di gamma. I cavalli non mancano, la cilindrata è "esagerata", il comfort elevato e la ricca dotazione di serie invitano a viaggiare. Per averla bisogna staccare un assegno importante, ma si acquista una moto che non passa certo inosservata
  • KTM 890 Adventure 2021
    Sin dai primi metri su strada si apprezza la grande agilità ed efficacia della 890 Adventure, merito del peso ridotto e dei fianchi strettissimi per via del serbatoio collocato tutto in basso per abbassare il baricentro. Sugli sterrati poi tira fuori la sua anima KTM e si dimostra efficace in tutte le situazioni