PROVA

Zero Motorcycles SR/F

Zero SR/F, prestazioni elettrizzanti
Ha un motore da 119 CV e una batteria da 14,4 kWh che garantiscono tanto divertimento e una autonomia paragonabile alle moto a benzina. Ciclistica OK ed elettronica raffinata con MSC Bosch di serie. Finiture discrete, prezzo alto ma non troppo
Prezzo: 
€ 20.990
Peso: 
221,5 kg
Potenza: 
119,1 CV
Velocità: 
193,7 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    4
  • Prestazioni: 
    5
    Average: 5 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    3
  • Sospensioni: 
    4
Zero SR/F, prestazioni elettrizzanti
Pregi: 
Motore potente, autonomia elevata in Eco, riding mode ben tarati per i vari utilizzi, freni ben modulabili, comfort
Difetti: 
Elettronica di alto livello ma un po’ complicata da ge- stire, componentistica “econo- mica” nell’aspetto, consumo di energia elevato in modalità Sport.
Volete provare oggi una moto di domani? Andate da un concessionario di Zero Motorcycles (l’azienda nata in California nel 2006 per produrre moto elettriche) e fate un giro sulla SR/F, la nuova “top naked” a batteria che vedete in queste pagine. Avrete la stessa sorpresa che abbiamo avuto noi: a parte la rapidità impressionante con cui scatta e il silenzio (pericoloso) con cui si muove, questa naked elettrica da 119 CV (rilevati alla ruota) si guida esattamente come una naked normale... ed è altrettanto divertente.
Lo schermo TFT si con- nette allo smartphone via app e controlla i sistemi di bordo (incluso l’MSC Bosch), ma display e caratteri usati sono piccoli.

La carica veloce costa parecchio
In effetti anche nell’aspetto la SR/F sembra “normale”, più delle precedenti Zero, ma sotto le forme spigolose da naked sportiva c’è una elettrica di ultimissima generazione. Il motore Zero Z-Force 75-10 montato in posizione arretrata, con il fulcro del forcellone che passa al suo centro, per ottimizzare la motricità, è una raffinata unità a magneti permanenti (come quelli di Tesla e H-D LiveWire) con raffreddamento ad aria, ottenuto grazie ai grandi “dischi” che circondano il perno centrale. Il grande pacco batterie con il “guscio” in alluminio alettato ha una capacità nominale di 12,6 kWh e una capacità massima di 14,4 kWh. In questa versione “base” della SR/F con il caricatore da 3 kW, la ricarica completa richiede circa 4,5 ore, ma si scende a 1 ora e 15 minuti montando il Rapid Charge System che aggiunge altri 6 kW (costa 3.050 euro). Batteria, motore e sistemi vari di controllo utilizzano il sistema operativo Cypher III, che sfrutta la lunga esperienza della casa in tema di veicoli elettrici e relativa sicurezza di gestione. Parlando di elettronica, la casa propone la “app” Zero NextGen per connettere lo smartphone alla moto e gestire tutta una serie di funzioni e parametri, otre a ricevere informazioni sul fuzionamento della moto stessa. Per quanto riguarda la rete di vendita, oggi in Italia ci sono solo 10 concessionari e punti di assistenza: c’è però da considerare che il propulsore non richiede manutenzione e il resto della moto è “normale” e facile da sistemare presso qualsiasi meccanico.
PROVE CORRELATE
  • 10 Marzo 2021
    La naked di Mattighofen non tradisce la sua essenza, anche nella cilindrata media: una moto sportiva senza carene, agile nel misto e tecnologicamente avanzata. Il motore si fa sentire, la dotazione di elettronica è ottima e la ciclistica da "vera" KTM
  • 27 Settembre 2014
    Agile e leggera, la nuova Yamaha ha un motore grintoso, una ciclistica svelta e un prezzo d’attacco. Migliorabile solo la risposta del freno anteriore
  • 20 Maggio 2013
    La Z 800 è superiore alla precedente Z 750 (e alle dirette concorrenti) per cilindrata, prestazioni ed efficacia su strada

Zero Motorcycles SR/F

  • Prezzoda € 21.320
  • Peso220 Kg
  • Serbatoio0,0 l
  • Altezza sella79 cm
  • Lunghezza0 cm
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Kawasaki Ninja 1000 SX 2021
    La "verdona" è una Ninja a tutti gli effetti, ma strizza l'occhio a chi cerca una moto da usare anche per qualche gita senza stancarsi troppo, e all'occorrenza guidabile pure in città. La dotazione di serie ne fa una moto moderna, che "aiuta" il pilota a non andare mai in difficoltà
  • BMW R nineT Pure 2021
    La stradale tedesca è immediatamente riconoscibile alla prima occhiata, il boxer è garanzia di una guida sempre piacevole e la dotazione è quella "di sostanza" tipica delle moto bavaresi. Chi prende una R Nine T lo fa a ragion veduta... Ma anche il prezzo è da BMW
  • BMW R 18 2021
    Forme classicissime, cura tedesca dei dettagli e l'elettronica non è un tabù: la cruiser della casa tedesca è un mix di moderno e tradizione, una moto con una spiccata personalità, equipaggiata con un possente bicilindrico boxer