PROVA

Ducati

Nata per vincere
La Panigale è la prima delle nuove Ducati con telaio scatolato e motore portante. Una moto da corsa con targa e fanali per piloti esperti: la potenza è tutta “in alto”
Prezzo: 
€ 24.990
Cilindrata: 
1.199,0 cm3
Peso: 
189,5 kg
Potenza: 
178,2 CV
Velocità: 
278,6 km/h
 
  • Comfort: 
    2
  • Posizione di guida: 
    3
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    3
  • Consumo: 
    2
  • Prestazioni: 
    3
    Average: 3 (1 vote)
  • Cambio: 
    4
  • Freni: 
    4
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    4
Nata per vincere
Pregi: 
Linea
Originale e compatta, ha dimensioni da 600  
Maneggevolezza
Leggera e agilissima, rapida in curva
Sospensioni
Di pregio e facili da regolare con l’elettronica
Difetti: 
Prezzo
Elevatissimo: è la più costosa tra le maxisportive
Calore
Il cilindro sotto la sella si fa sentire parecchio
Cavalletto laterale
Poco intuitivo, difficile da azionare  
La 1199 rappresenta una svolta epocale in casa Ducati. La futura arma nei campionati Superbike abbandona il telaio a traliccio in tubi, sostituito da un monoscocca dove il motore ha funzione portante. Il nuovo bicilindrico Superquadro è un motore “da corsa” nelle prestazioni e nell’erogazione: la potenza è infatti concentrata agli alti regimi, quindi meno facile da gestire per guidatori normali rispetto ai precedenti motori Ducati, più pronti e “pieni” ai bassi. 
Anche esteticamente la Panigale volta pagina. Delle “vecchie” superbike Ducati conserva il doppio faro anteriore, un “mix” tra la gloriosa 916 e la 1198. Tutto il resto è nuovo. La carena attillata è ben raccordata al serbatoio sagomato sui fianchi, mentre la coda corta e larga ha due prese d’aria laterali che ne slanciano la linea.   
 Antiwheeling a parte, la 1199 Panigale S ABS ha tutti gli “aiuti” elettronici che si possano desiderare (controllo trazione con 8 regolazioni, sospensioni e cambio elettronici, controllo freno motore, tre diverse mappature e ABS). Da vera superbike anche le sospensioni Öhlins e (purtroppo) anche il prezzo: 24.990 euro.

PROVE CORRELATE
COMMENTI
Ritratto di topomoto
01 Ottobre 2012 ore 10:16
di più belle non ce n'è. quanto mi piacerebbe guidarla...
Ritratto di LeleLallai
01 Ottobre 2012 ore 16:00
La 1199 è un capolavoro di estetica e tecnica, di sicuro la più alta espressione tecnologica del motociclismo italiano attuale, ma sono curioso di vedere se è anche efficiente in pista in configurazione SBK, alla fine è stata creata per questo
Ritratto di giggio
09 Ottobre 2012 ore 10:38
quanto è cattiva! Altro che BMW...
Ritratto di steducati
04 Novembre 2012 ore 14:42
avete ragione tutti però non è l'unica ad essere così bella anche la 848 corse fa paura ma c'è anche da dire che se farebbero una ducati 50cc o 125cc per ragazzi con prestazioni che nessuna 125cc può dare di sicuro quando quei ragazzi diventeranno dei veri ducatisti
Ritratto di steducati
04 Novembre 2012 ore 14:45
scusate ho sbagliato l'ultima parte "da grandi diventeranno dei veri ducatisti"
Ritratto di steducati
04 Novembre 2012 ore 14:45
scusate ho sbagliato l'ultima parte "da grandi diventeranno dei veri ducatisti"
Ritratto di Antoniolee
12 Aprile 2013 ore 15:32
Essendo un ducatista puro sangue la comprerei ad occhi chiusi (portafogli permettendo) gli metterei la fede al manubrio
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PROVE PER MARCA
Green Planet
LE ULTIME PROVE
  • Yamaha Niken 2018
    Con la Niken tra le curve si va alla stessa andatura di una moto “normale” con metà dell’impegno, lo stesso divertimento e il doppio della sicurezza. Comoda e ben costruita, va bene per viaggiare ma ripara poco dall’aria. Prezzo adeguato alle doti tecniche e alla qualità
  • Kawasaki Ninja 400 2018
    La Ninja per 18enni (e non solo) è ben fatta e controllabile, ma tira fuori le unghie quando c’è da guidare sul serio. Prezzo OK
  • BMW Serie R GS R 1250 GS Adventure Exclusive 2019
    La R 1250 GS ha una spinta ai bassi impressionante e un allungo da sportiva. La ciclistica è all’altezza delle prestazioni, la dotazione di serie è buona. Il prezzo è alto e sale ancora con gli  optional “obbligati “