PROVA

BMW R nineT Pure 2021

BMW R Nine T Pure: un classico che non passa mai di moda
La stradale tedesca è immediatamente riconoscibile alla prima occhiata, il boxer è garanzia di una guida sempre piacevole e la dotazione è quella "di sostanza" tipica delle moto bavaresi. Chi prende una R Nine T lo fa a ragion veduta... Ma anche il prezzo è da BMW
Prezzo: 
€ 14.200
Cilindrata: 
1.170,0 cm3
Peso: 
221,0 kg
Potenza: 
99,4 CV
Velocità: 
218,8 km/h
 
  • Comfort: 
    4
  • Posizione di guida: 
    4
  • Tenuta di strada: 
    4
  • Finiture: 
    4
  • Consumo: 
    4
  • Prestazioni: 
    4
    Average: 4 (1 vote)
  • Cambio: 
    5
  • Freni: 
    3
  • Vano sottosella: 
    1
  • Sospensioni: 
    3
BMW R Nine T Pure: un classico che non passa mai di moda
Pregi: 
Il bicilindrico ”pronto” ma facile da gestire, la posizione di guida azzeccata, la stabilità tra le curve, la dotazione elettronica completa
Difetti: 
La sella poco imbottita, lo spazio per il passeggero, la taratura morbida delle sospensioni, il vano sottosella inesistente.
 La R nine T Pure monta il classico bicilindrico Boxer bialbero con raffreddamento ad aria, ora Euro 5 grazie a nuove testate e diversi corpi farfallati. Nella dotazione elettronica troviamo due mappe motore di serie (Road e Rain) e una optional (Dynamic), l’ABS Pro con funzione cornering e il controllo di stabilità ASC. Insomma, un classico sì, ma al passo con i tempi. Anche la linea si muove nel solco della tradizione, eppure alcuni dettagli contribuiscono non poco a dare un tocco di dinamismo all'insieme: il piccolo parabrezza in alluminio spazzolato a mano fa parte del “pacchetto” Alluminium (che costa 1.500 euro), insieme al serbatoio e ad altri particolari in alluminio “naturale”. 
La bella BMW offre le informazioni al pilota in un unico strumento analogico, elegante anche se non ricco di informazioni. I blocchetti al manubrio sono di qualità, “affollati” ma facili da azionare. Su quello di sinistra c’è il selettore del Cruise Control (optional in questa versione Pure). Come ormai tutte le moto di fascia alta, anche la R nine T monta fanali full Led con frecce minuscole e faretti posteriori di piccole dimensioni, potenti e ben visibili la sera ma anche di giorno.
In fase di configurazione della R nine T Pure, BMW offre la possibilità di richiedere anche i cerchi a raggi: una scelta che comporta un sovrapprezzo di 450 euro. Il terminale di scarico sdoppiato Akrapovic (optional, costa 600 euro) cambia parecchio la“voce”. Al posteriore la R Nine T Pure si affida al sistema Paralever, con il monoammortizzatore centrale regolabile nel precarico molla, collegato al forcellone monobraccio. Sotto la sella della R nine T c’è un piccolo spazio dove sistemare i documenti e la trousse degli attrezzi di bordo.
PROVE CORRELATE
  • 17 Settembre 2022
    La bavarese mostra i muscoli, promette divertimento ma non è una moto estrema. Il motore è potente ma gestibile, la naked tedesca offre sempre un comportamento sincero. Attenzione agli optional: alcuni sono irrinunciabili e fanno lievitare sensibilmente il prezzo
  • 23 Maggio 2022
    La crossover tedesca monta un bicilindrico frontemarcia e interpreta il concetto di viaggio uscendo dal solco della tradizione bavarese. Il motore è brillante, ma lo spazio per pilota e passeggero non è abbondante. Prezzo d'attacco, ma sono tanti gli optional da considerare. Cambio elettronico non sempre preciso
  • 16 Maggio 2022
    In viaggio è il top, ma va bene persino in città (facendoci l’occhio). Ha una dotazione elettronica al top. E un prezzo... al top (con gli optional “obbligati”)

BMW R nineT

  • Prezzo€ 14.800
  • Peso219 Kg
  • Serbatoio17,0 l
  • Altezza sella81 cm
  • Lunghezza211 cm
PROVE PER MARCA
LE ULTIME PROVE
  • Ducati Streetfighter V2
    È il massimo come prestazioni e piacere di guida su strada, uniti a una linea elegante e aggressiva. Il tutto condito da un'elettronica sofisticata e dal sound unico del V2 desmo, una moto che non scende a compromessi
  • BMW S 1000 R 2022
    La bavarese mostra i muscoli, promette divertimento ma non è una moto estrema. Il motore è potente ma gestibile, la naked tedesca offre sempre un comportamento sincero. Attenzione agli optional: alcuni sono irrinunciabili e fanno lievitare sensibilmente il prezzo
  • Honda CB F CB 500 F 2022
    Honda ha dato una rinfrescata anche la versione “nuda” della famiglia CB 500. Poche le novità estetiche, molte invece quelle tecniche a partire dalla forcella Showa, gli aggiornamenti hanno coinvolto molti dettagli di questa piccola naked migliorandone la resa su strada. Ecco come è fatta e come va
Eicma 2022
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
Green Planet