PRIMI CONTATTI

Yamaha Ténéré 700 2019

Yamaha Ténéré 700: leggera, veloce e ben fatta
Finalmente abbiamo provato la Ténéré 700, l'endurona della casa giapponese destinata ai viaggi, all'adventouring e al fuoristrada anche duro. Purtroppo sarà dai concessionari solo dal prossimo autunno: per adesso si può solo sognarla... e ordinarla online
€ 9.490
Yamaha Ténéré 700: leggera, veloce e ben fatta
Finalmente abbiamo potuto provare la nuova Yamaha Ténéré 700. Dire "finalmente" è d'obbligo, visto che l'attesa è stata lunga: il prototipo funzionante T7 è stato presentato tre anni fa nel 2016 al salone di EICMA, lasciando intendere che l'anno succesivo sarebbe arrivata la moto definitiva. Invece nel 2017 è arrivato il secondo prototipo Ténéré 700 World Raid, mentre la moto definitiva si è vista un anno dopo a EICMA 2018. Ma l'attesa per gli appassionati non è ancora finita: la presentazione alla stampa è avvenuta in questi giorni, ma le consegne inizieranno solo a fine luglio e col contagocce, poiché solo le prime moto prenotate online "a scatola chiusa" dal 27 marzo scorso saranno consegnate ai clienti che le hanno ordinate. Dai concessionari invece la Ténéré arriverà solo da settembre, praticamente a stagione finita. Davvero un peccato questo ritardo per la casa e per gli appassionati, perché la nuova Yamaha segna il ritorno in grande stile della casa giapponese nel segmento delle grandi enduro, dopo l'esperienza sfortunata della Super Ténéré 1200 (valida moto, ma pesante e poco amata dagli appassionati). Un ritorno con grandi ambizioni, visto che porta il nome della leggendaria XT 600Z Ténéré del 1983, la regina della "Dakar mania" degli anni 80. 


Motore collaudato
La nuova Ténéré 700 è spinta dal bicilindrico frontemarcia CP2 di 698 cm3, derivato da quello della naked MT-07 e della Tracer 700, ma con profonde modifiche per meglio adattarsi alla guida in fuoristrada: ora eroga 74 CV a 9.000 giri, con un'erogazione più corposa e lineare della coppia ai bassi e medi regimi. In particolare sono differenti il sistema di aspirazione e di scarico, è stata rimappata la centralina, sono stati accorciati i rapporti del cambio ed è stata resa impermeabile la cassa filtro aria, nel caso in cui si debbano affrontare guadi profondi.
A sinistra, la strumentazione si sviluppa in verticale come quella delle moto da rally; a destra, il pomello per regolare il precarico del mono posteriore.

Telaio tutto nuovo
Il telaio a doppia culla in acciaio è tutto nuovo ed è stato appositamente sviluppato per questa moto. Tra le sue particolarità, la parte inferiore del telaio imbullonata per facilitare la sostituzione in caso di necessità. La scheda tecnica parla di un interasse abbastanza contenuto per un'endurona (1.590 mm), una buona luce a terra (240 mm) e una sella collocata a 880 mm da terra. "Misure" che promettono tanta agilità nella guida in offroad ma anche su strada.

Sospensioni completamente regolabili
Al posteriore troviamo un forcellone in alluminio sul quale lavora un mono Kayaba con escursione di 200 mm, completamente regolabile e dotato di controllo remoto che permette di tarare con precisione il precarico. La forcella, sempre Kayaba, ha steli da 43 mm e offre una corsa di 210 mm: anch'essa è regolabile in compressione ed estensione.  
Davanti troviamo due dischi a margherita da 282 mm con ABS disinseribile; a destra, il forcellone di alluminio e lo scarico rialzato.
Attenzione ai dettagli
La Yamaha Ténéré è stata realizzata con un occhio di riguardo al fuoristrada "vero": lo si vede da tantissimi particolari, come la strumentazione compatta in stile rally raid dotata di supporto superiore per agganciare un roadbook, il manubrio a sezione conica in alluminio spazzolato con paramani di serie, i comandi a pedale snodati e regolabili in altezza, la robusta piastra paramotore in alluminio e il parafango anteriore dotato di 4 asole che consentono di regolarlo in altezza, per aumentare la distanza dallo pneumatico in presenza di terreno fangoso. I cerchi a raggi di serie sfoggiano misure da enduro "vera": 21 pollici all'anteriore e 18 pollici al posteriore, con pneumatici Pirelli Scorpion Rally STR di primo equipaggiamento con camera d'aria.

In arrivo tanti accessori
Come sempre, Yamaha ha sviluppato per la Ténéré 700 diversi pacchetti di accessori, per aiutare i clienti ad adattare la moto alle proprie esigenze. Lo Explorer Pack (1.183 euro), per esempio, è pensato per i viaggi  e comprende: borse laterali rigide da 72 litri, cavalletto centrale, piastra di protezione motore Extra large del 33% che copre un'area più estesa rispetto a quella di serie, protezioni del motore tubolari e  un portapacchi integrato per chi vuole aumentare la capacità di carico, utilizzando la spazio della sella del passeggero. Il Rally Pack (1.683 euro) invece è dedicato ai clienti che vogliono mettere alla prova la Ténéré nella guida off-road e comprende: sella rally più alta in un unico pezzo, scarico Akrapovič, paracatena, guida catena e la protezione per il radiatore. Infine non potevano mancare il porta targa sportivo, le frecce a LED e la protezione per il serbatoio.
Ecco la Ténéré 700 equipaggiata col Rally Pack (a sinistra) e con l'Explorer Pack (a destra), che comprende anche due robuste borse laterali in alluminio del volume complessivo di 72 litri.
Disponibile da fine luglio
Come dicevamo all'inizio, la moto per il momento si può acquistare solo online: il sito dedicato (https://tenere700.yamaha-motor.eu/) è operativo dallo scorso 27 marzo e permette di acquistare la moto al prezzo di lancio di 9.490 euro, ma le consegne inizieranno solo a fine luglio per i primi che si sono prenotati. Chi, invece, vorrà attendere l'arrivo nelle concessionarie per "toccarla con mano", dovrà aspettare settembre quando il prezzo base salirà a 9.790 euro. Tre le livree disponibili: il grigio-azzurro "Ceramic Ice" che vedete in queste pagine, il tradizionale bianco-rosso "Competition White" Yamaha con blocchi rossi e il serioso "Power Black" nero opaco con loghi gialli.
 
Il motore è il bicilindrico Crossplane di 689 cm3 della MT-07 riveduto e corretto; a destra, il frontale in stile Rally con quattro fari a Led.
Come va
Facile, agile e divertente questa nuova endurona che ripropone un tipo di moto trascurato da qualche anno: le endurone di cilindrata "media" con ruota anteriore da 21" e adatte sia ai lunghi giri su strada, sia al fuoristrada più o meno impegnativo. Durante il test abbiamo percorso più di 500 km in due giorni per conoscerla: ecco cosa abbiamo scoperto.
La posizione di guida è comoda e raccolta, perfetta tanto per la guida in piedi sulle pedane quanto per affrontare i trail più "scassati". Con il busto eretto e le gambe poco piegate si possono macinare chilometri e chilometri su strada senza affaticarsi: anche il piccolo parabrezza non regolabile ripara molto più di quanto sembri, grazie anche ai due spoiler trasparenti sui lati che deviano l'aria da busto e spalle. 



Motore grintoso
Il motore ha un carattere simile a quello della MT-07 da cui deriva. Piace in particolare l'erogazione corposa ma fluida, quasi "elettrica" e senza vibrazioni: si riprende senza problemi da 2.500 giri, ma il meglio esce tra i 3.000 e i 7.000 giri, dove c'è tutto quello che serve per divertirsi anche in fuoristrada. Il bello di questo motore è che permette di divertirsi anche a chi non ha troppa esperienza, perché l'erogazione graduale non mette mai in difficoltà, mentre i piloti più esperti possono andareveramente forte grazie ai suoi 74 CV (che in fuoristrada sono parecchi). Su strada il comportamento è sempre sicuro, si ha anzi l'impressione che la ciclistica potrebbe gestire senza problemi anche parecchi cavalli in più.



Inarrestabile in offroad...
Agile e ben bilanciata, in fuoristrada la Ténéré è una vera enduro, complice l'interasse contenuto e un peso in ordine di marcia di soli 204 kg, a tutto vantaggio della maneggevolezza. Ci sono piaciute le sospensioni che assorbono davvero di tutto, con una taratura particolarmente morbida e lineare. Anche l'impianto frenante non mette mai in difficoltà, con una risposta "morbida" ma decisa. L'ABS è disinseribile su entrambe le ruote, ma manca l'utilissima funzione ABS Enduro, quella cioè che lo lascia attivo all'anteriore, ma lo disattiva al posteriore. Dieci e lode per gli pneumatici di primo equipaggiamento, gli ottimi Pirelli Scorpion Rally STR a loro agio sia su asfalto che in fuoristrada. In quest'ultimo caso, solo se si alza (e di parecchio, ndr) il ritmo, sarebbe preferibile montare qualcosa di più "artigliato". 



... e veloce su strada
Ma se in fuoristrada era lecito aspettarsi un comprtamento da vera "off road", è su strada che la Ténéré ci ha lasciati stupiti. Il nuovo telaio offre una precisione di guida da vera stradale, persino nei veloci curvoni affrontati col gas aperto, la moto non si scompone minimamente; e anche in staccata il trasferimento di carico è ridotto al minimo indispensabile. Merito di un bilanciamento dei pesi e di una ciclistica davvero ben riusciti. I cambi di direzione sono fluidi nonostante le misure dei cerchi da endurona e le Pirelli Scorpion Rally assicurano pieghe da vera stradale. Su strada la casa dichiara un'autonomia di circa 350 km, grazie al serbatoio da 16 litri e ai consumi contenuti, ma l'autonomia vera dovrebbe attestarsi, come riscontrato durante questo breve test, sui 300 km



Niente elettronica, ma a questo prezzo...
Difetti? La scarsa dotazione elettronica: un controllo di trazione o almeno un paio di mappature (strada e fuoristrada) darebbero ancora più sicurezza a chi è alla sua prima "endurona". Anche i piloti esperti però gradirebbero un ABS "offroad" che escluda solo la ruota posteriore e non tutto il sistema come quello montato dalla Ténéré. Ma il prezzo (anche quello "a regime" di 9.790 euro), nettamente inferiore a quelli delle dirette concorrenti, fa digerire qualsiasi cosa: con meno di 10.000 euro ci si porta a casa un'ottima moto per viaggiare su strada e validissima anche in fuoristrada, perfetta per fare "adventouring": basta montare un paio di gomme tassellate e si può partire.

Carta d'identità
Dati tecnici (dichiarati dalla casa)
Motore bicilindrico
Cilindrata (cm3) 689
Raffreddamento a liquido
Alimentazione a iniezione
Cambio a sei marce
Potenza CV (kW)/giri 73,5 (54)/9000
Freno anteriore a doppio disco
Freno posteriore a disco
Velocità massima (km/h) nd
Dimensioni
Altezza sella (cm) 88
Interasse (cm) 159
Lunghezza (cm) 237
Peso (kg) - in odm 204
Pneumatico anteriore 90/90-21"
Pneumatico posteriore 150/70-18"
Capacità serbatoio (litri) 16
Riserva litri 4,3

PRIMI CONTATTI CORRELATI
  • 15 Giugno 2019
    Ispirata alla XT 500 presentata nel 1981, la nuova Yamaha è una scrambler da città, comoda e divertente da usare. Il motore bicilindrico da 689 cm3 è brillante e affidabile, la tenuta di strada è sempre sicura anche con le gomme tassellate di serie. Costa 800 euro più della XSR 700 da cui deriva
  • 31 Gennaio 2019
    A quattro anni dal lancio la casa di Itawa ha rinnovato la sua "media" carenata, che ora sfoggia linee ispirate alle "sorellone" da MotoGP e SBK. Confermato il brillante bicilindrico frontemarcia da 42 CV, arriva una nuova forcella e cambia la posizione di guida. Prezzo interessante
  • 26 Maggio 2018
    Con i giusti accessori e qualche “ritocco” la MT-10 si trasforma in una comoda GT ad alte prestazioni. Finiture curate, dotazione ricca e prezzo corretto

Yamaha Ténéré

  • Prezzo€ 9.790
  • Peso204 Kg
  • Serbatoio16,0 l
  • Altezza sella88 cm
  • Lunghezza237 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PRIMI CONTATTI PER MARCA
Green Planet
GLI ULTIMI PRIMI CONTATTI