PRIMI CONTATTI

Honda NC X NC 750X DCT 2016

Honda NC 750 X 2016: più pratica e sportiva
Ora ha il motore omologato Euro 4, una forcella più efficace e una nuova modalità Sport per il cambio a doppia frizione. Su strada resta facile da guidare e ben equilibrata, il motore è fluido ma agli alti regimi manca qualche CV. Efficace la frenata con ABS
€ 8.390
Honda NC 750 X 2016: più pratica e sportiva
Pratica tuttofare
Nella gamma “intermedia” NC di Honda, la versione più apprezzata in Europa (oltre 30.000 esemplari venduti nel 2015) e anche in Italia è sicuramente la crossover X. Comoda e valida un po’ per tutto, la NC 750 X è ancora più interessante nella versione 2016 omologata Euro 4 e disponibile come sempre sia con cambio “tradizionale” (7.390 euro), sia con cambio DCT (8.390 euro), quella del nostro test. Piccoli ma azzeccati ritocchi estetici rendono questa nuova versione più simile alle "sorelle maggiori" Crossrunner e Crosstourer, con gruppi ottici anteriore e posteriore full-led e un parabrezza più alto di 70 mm che garantisce una migliore protezione dall’aria. Invariato il bicilindrico da 745 cm3 a “corsa lunga” con i cilindri paralleli inclinati di 62°, capace di erogare 55 CV a 6.250 giri e dotato di doppio contralbero per smorzare le vibrazioni.

Il vano portacasco nel "finto serbatoio" davanti al pilota può ospitare un integrale; sul coperchio si può fissare un "ragno" elastico e caricare altri piccoli oggetti. Il faro anteriore è full led 

Elettronica arricchita
Nelle modalità di funzionamento del cambio a doppia frizione DCT c'è una novità: la modalità automatica S (Sport) ora ha tre livelli di funzionamento "a cattiveria crescente". Altra novità per il DCT è la capacità di “capire” (incrociando i dati di velocità, rapporto inserito e apertura delle farfalle dell’iniezione) se la moto si trova in salita o in discesa: in questo modo può scegliere meglio quale rapporto utilizzare. Nella ciclistica ci sono aggiornamenti alle sospensioni: nuova la forcella Showa con valvola “dual-bending” (migliora il comportamento sia in compressione, sia in estensione), mentre il monoammortizzatore ha una regolazione del precarico molla più pratica. Il vano portacasco ha ora una capacità di ben 22 litri e un coperchio ridisegnato su cui ci sono pratici ganci che permettono di utilizzare la classica retina elastica (il ragno) per trasportare piccoli oggetti. L’impianto frenante sfoggia una pinza anteriore più potente e l’ABS (di serie) che va a sostituire la frenata integrale D-CBS, mentre non cambiano le dimensioni dei dischi da 320 mm all’anteriore e da 240 mm al posteriore. Nuove anche le valvole degli pneumatici, ora sono a "L" per facilitare il controllo della pressione. 



Come va
La NC 750 X è  molto accogliente: la posizione di guida è naturale, pedane e manubrio sono alla giusta distanza e la sella è confortevole (anche se un po’ alta da terra) per il pilota e anche per il passeggero, che può contare su due solide maniglie a cui aggrapparsi. Il nuovo parabrezza offre un riparo più che discreto, lasciando però le spalle poco riparate. Basta sfiorare il tasto al manubrio del DCT e la crossover Honda parte decisa: l’innesto delle marce è morbido, il motore sale di giri progressivo e senza incertezze. Tra le curve si apprezza la ciclistica sana e ben bilanciata, grazie alla nuova forcella la NC è ora più stabile e precisa e scende in piega rapidamente. Le dimensioni contenute e il baricentro piuttosto basso la rendono reattiva anche nei cambi di direzione. Se guidata senza comandi bruschi la crossover Honda è divertente, persino sulle strade di montagna (dove però bisogna utilizzare il cambio in modalità manuale), perché il bicilindrico è brioso ai bassi e medi regimi ma un po’ “pigro” agli alti, soprattutto con la mappa Drive. Va meglio con le nuove modalità Sport: in S1 la NC è leggermente più pronta al comando del gas, senza mai impensierire il pilota, sensazione che resta anche utilizzando le modalità S2 ed S3, sono più sportive anche se si sente comunque la mancanza di qualche cavallo. La taratura delle sospensioni piuttosto morbida e la potenza sempre facile e gestibile, permettono di affrontare anche il fuoristrada leggero: le classiche “strade bianche” non sono un problema. Adeguata, sicura e potente il giusto la frenata, con ABS ben tarato.  
 
Carta d'identità
Dati tecnici (dichiarati dalla casa)
Motore bicilindrico 4 tempi
Cilindrata (cm3) 745
Raffreddamento a liquido
Alimentazione a iniezione
Cambio automatico DCT
Potenza CV (kW)/giri 55 (40,3)/6250
Freno anteriore a disco
Freno posteriore a disco
Velocità massima (km/h) nd
Dimensioni
Altezza sella (cm) 83
Interasse (cm) 153,5
Lunghezza (cm) 221
Peso (kg) 220
Pneumatico anteriore 120/70-17"
Pneumatico posteriore 160/60-17"
Capacità serbatoio (litri) 14,1
Riserva litri nd

Honda NC X

  • Prezzo€ 8.490
  • Peso229 Kg
  • Serbatoio14,1 l
  • Altezza sella83 cm
  • Lunghezza221 cm
COMMENTI
Ritratto di ivan red devil
18 Maggio 2016 ore 12:49
moto che va bene per tutto, adesso è ancora migliorata sia esteticamente che tecnicamente, prezzo corretto.
Ritratto di Gioazza
19 Maggio 2016 ore 12:32
Provata ad un Honda day. Va bene, il motore credevo fosse più moscio; valida la frenata. Non conoscevo il DCT, mi sono trovato bene. Unici appunti: sella scomoda e retrovisori piccoli.
Ritratto di myosotis
24 Maggio 2016 ore 12:45
DCT ottimo, è l'essenza della moto. Sella da rifare, troppo dura, sia per pilota che per passeggero. A mio avviso il nuovo fanale a led proietta una luce anabbagliante insufficiente: una striscia biancastra orizzontale larga circa 4 metri, ma molto "corta" (altezza stimata della striscia di luce: circa 1 metro, forse meno). A differenza delle lampade ad incandescenza, il confine della striscia bianca è molto preciso. Al di la' della striscia bianca, viaggiando, si fa fatica a vedere. Impossibile notare in tempo eventuali buche o rotture della strada, e la luce è "fioca" a paragone delle lampade tradizionali.
Ritratto di patacca
22 Agosto 2016 ore 18:08
La moto è bella ,rifinita bene e sicura . Una cosa avrebbero potuto fare ( come BMW ) di aver la possibilità di abbassare la sella . 83 cm. non è da tutti , mentre 6-7- cm. in meno O.K. alla galoppata per tutti .
Ritratto di patacca
22 Agosto 2016 ore 18:10
La moto è bella ,rifinita bene e sicura . Una cosa avrebbero potuto fare ( come BMW ) avere la possibilità di abbassare la sella . 83 cm. non è da tutti , mentre 6-7- cm. in meno O.K. alla galoppata per tutti .
Ritratto di patacca
22 Agosto 2016 ore 18:16
Se al posto del serbatoio finto si ha il portacasco ....il serbatoio vero e proprio dov'è ? Solo curiosità.
Ritratto di Vincenzo Cala
31 Luglio 2018 ore 22:22
È da un anno che possiedo questa moto , cosa dire , esteticamente e bella da vedere ed il display dei contachilometri e bello con il cambio di colore in base ai giri motore , la guida e buona anche in curva si dimostra stabile e con l abs la frenata e fantastica , leggera nella guida e piacevole sulle strade di montagna . L idea di lasciare libero il vano serbatoio per il casco e fantastica, lo si può usare anche come un piccolo cofano dove ci entra un piccolo zaino che nei lunghi viaggi risulta comodo, ma questo a ridotto la capacità del serbatoio, visto che è messo sotto il sedile del passeggero a 14 litri , che secondo me è un po poco , infatti ogni 300 km circa bisogna fare rifornimento . Secondo il mio parere andava bene uno da 20 litri. Secondo punto la moto è alta , quindi non accessibile a persone sotto 1,70 , avrebbero difficoltà a mettere i piedi a terra, io sono alto 1,84 ed faccio un po fatica a salirci sopra. Un altro punto , secondo me , bisognava mettere qualche cv in più, 55 cv sono un po pocchini considerando che altre moto della stessa categoria hanno circa 70cv. Infine il prezzo é buono è una bella moto ed io la consiglio.
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PRIMI CONTATTI PER MARCA
Green Planet
GLI ULTIMI PRIMI CONTATTI