PRIMI CONTATTI

Honda CBR 500 R 2019

Honda CBR 500 R, la sportiva "comoda"
La nuova CBR 500 R sfoggia una linea da "Fireblade" e un motore grintoso e divertente che ora ha più spinta ai medi regimi. Azzeccata la posizione di guida, sportiva senza essere particolarmente scomoda e ben equilibrata la ciclistica che permette di divertirsi parecchio sulle strade con molte curve 
€ 6.890
Honda CBR 500 R, la sportiva "comoda"
Come è fatta
La “media” destinata ai possessori di patente A2 (potenza massima 35 kW) si fa più aggressiva e aerodinamica nelle linee ma anche più pronta grazie a una migliore erogazione ai bassi e medi regimi. Nel dettaglio, il bicilindrico parallelo raffreddato a liquido è stato rivisto e ora garantisce più CV e coppia ai bassi regimi (i dati di potenza e coppia massimi, invece, restano invariati).



Il miglioramento è stato raggiunto grazie ad una fasatura rivista con "chiusura" delle valvole anticipata di 5° e alzata aumentata di 0,3 mm. Inoltre, il cambio a 6 rapporti è ora dotato di frizione assistita con antisaltellamento che riduce lo sforzo per azionare la leva della frizione. A livello di ciclistica il telaio è rimasto immutato; cambia invece la sospensione posteriore che ora vede un nuovo monoammortizzatore dotato di regolazione del precarico molla su 5 posizioni mentre la forcella, rivista nella taratura, è una classica unità con steli da 41 mm regolabile nel precarico molla.
Il frontale ora è più aggressivo e simile a quello della CBR 1000 RR. Tutto nuovo anche l'impianto di scarico, con uscita a due vie

Aspetto grintoso
Cambiano parecchio invece le linee della CBR 500 R my 2019: la carenatura ora è più aggressiva e le selle di pilota e passeggero più strette, per migliorare l'ergonomia e offrire una maggiore libertà di movimento. I semimanubri ora sono fissati inferiormente alla piastra di sterzo per "caricare" maggiormeante la posizione di guida sull'anteriore.
Nuovo anche il gruppo fari full Led (indicatori di direzione compresi) e la strumentazione LCD con indicatore della marcia inserita e spia Shift-Up, impostata su 8.750 giri/min ma regolabile tra 5.000 e 8.750 giri/min.
Nella lista accessori invece compaiono il bauletto da 35 litri (195 euro), la borsa serbatoio (70,78 euro), le manopole riscaldabili (344 euro), la presa da 12V (86,84 euro), la cover monoposto (194 euro) e il paraserbatoio (55 euro).
Le colorazioni disponibili sono due, Matt Axis Grey Metallic e Grand Prix Red. Interessante il prezzo: con 6.890 euro ci si porta a casa una sportiva vera, perfetta per cominciare.



Come va
La posizione in sella della CBR 500 R è azzeccata. I semimanubri montati più bassi rispetto al vecchio modello fanno inclinare maggiormente il busto del pilota, senza però causare il classico affaticamento alle braccia che si prova in sella a una supersportiva. Il risultato è un buon compromesso che consente una guida d’attacco, ben piantata sull’anteriore, e un comfort soddisfacente su tragitti medio lunghi. Il motore, grazie alla "cura ricostituente", ai medi regimi è potente il giusto e permette di togliersi parecchie soddisfazioni anche nei confronti di moto più potenti. La ciclistica (ben bilanciata e neutra nelle reazioni) consente di forzare la mano sullo stretto, senza che la moto vada mai in difficoltà, mentre nei curvoni veloci si può contare su un appoggio sempre sicuro. In questo caso il merito va diviso anche con le gomme di serie, le Dunlop Sportmax svolgono il loro lavoro in maniera egregia (ma l’asfalto di Tenerife, sede della nostra prova, ha aiutato parecchio, perché offre un grip elevato). La nuova carenatura garantisce un buon riparo e il cupolino, compatto ma efficace, protegge fino all'altezza del casco (ma le spalle restano un po' scoperte) anche a velocità autostradali. Buona, infine, la taratura dell’ABS: il suo lavoro è efficace e mai invasivo.
Carta d'identità
Dati tecnici (dichiarati dalla casa)
Motore bicilindrico 4 tempi
Cilindrata (cm3) 471
Raffreddamento a liquido
Alimentazione a iniezione
Cambio a 6 marce
Potenza CV (kW)/giri 48(35)/8600
Freno anteriore a disco da 320 mm
Freno posteriore a disco da 240 mm
Velocità massima (km/h) nd
Dimensioni
Altezza sella (cm) 78,5
Interasse (cm) 141
Lunghezza (cm) 208
Peso (kg) 192 con il pieno
Pneumatico anteriore 120/70 - 17"
Pneumatico posteriore 160/60 - 17"
Capacità serbatoio (litri) 17,1
Riserva litri nd
PRIMI CONTATTI CORRELATI
  • 16 Ottobre 2019
    Più leggere, più compatte, più potenti: le Africa Twin my 2020 sono moto tutte nuove, che conservano le doti della serie precedente e ne aggiungono molte altre. Di serie per tutte le versioni la piattaforma inerziale e i controlli attivi anche in curva. La Adventure Sports ha di serie anche le sospensioni elettroniche. Insieme alle dotazioni, salgono i prezzi
  • 14 Maggio 2019
    Ha un motore grintoso ai medi, una ciclistica a punto e un look interessante. Ottima la qualità costruttiva, da vera giapponese. Prezzo corretto
  • 21 Febbraio 2019
    Con la ruota anteriore da 19” si allarga parecchio il campo d’azione della Honda da patente A2. Ed è solo una delle numerose modifiche che rendono la piccola crossover più comoda, divertente e facile da utilizzare in ogni situazione. Ecco come va 

Honda CBR 500 R

  • Prezzo€ 6.890
  • Peso192 Kg
  • Serbatoio17,1 l
  • Altezza sella79 cm
  • Lunghezza208 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PRIMI CONTATTI PER MARCA
Green Planet
GLI ULTIMI PRIMI CONTATTI