PRIMI CONTATTI

BMW Serie F GS F 850 GS 2018

BMW F 750/850 GS: nuova grinta su strada e in fuoristrada
Gran motore, ciclistica efficace ed elettronica di alto livello per la nuova F 850 GS. Grintosa e inarrestabile su asfalto e sterrato, ora è una reale alternativa alla "sorellona" GS boxer... a un prezzo più abbordabile
€ 12.550
BMW F 750/850 GS: nuova grinta su strada e in fuoristrada
Dopo circa dieci anni di onorato servizio, BMW ha rinnovato completamente la gamma delle GS di media cilindrata. Le nuove F 750 GS e F 850 GS hanno un aspetto più moderno, ma sfoggiano caratteristiche diverse tra le due versioni. La F 750 GS è destinata a coloro che vogliono un'enduro "facile", con un'altezza sella ridotta (82 cm), una potenza del motore facilmente gestibile, un caratere più "stradale" e un buon rapporto qualità/prezzo. La F 850 GS, invece, è pensata per un utente più esperto, offre un motore con maggiore potenza e migliori capacità di affrontare percorsi in fuoristrada, anche un po' impegnativi.   
La nuova strumentazione con display a colori TFT da 6,5"; a dx, i blocchetti a manubrio, come sempre curatissimi. 

Motore più potente
È tutto nuovo il motore bicilindrico in linea, ora da 853 cm3 su entrambi i modelli (contro i 798 cm3 dei modelli precedenti), con due alberi di equilibratura e una potenza di 77 CV sulla F 750 GS e 95 CV per la F 850 GS. A differenza del motore precedente, l'albero a gomiti ha uno sfasamento del supporto di 90° e un intervallo di accensione di 270°/450°, caratteristiche che, come vedremo nel test su strada, hanno influenzato positivamente il rendimento del motore. Nuovo anche il cambio a 6 marce con gruppo di azionamento secondario, ora posizionato sul lato sinistro. Di serie due mappature del motore, "Road" e "Rain" e il controllo di trazione ASC. Naturalmente sia la F 750 GS che la F 850 GS possono essere accessoriate con vari optional, come le modalità di guida Pro ("Dynamic" ed "Enduro", 440 euro) e il controllo di trazione dinamico DTC. Come optional anche il cambio elettroassistito Pro (440 euro), per salire o scalare velocemente le marce senza usare la frizione. Tutto nuovo anche l'impianto di scarico, interamente in acciaio inox e con il terminale di scarico ora a destra.
L'impianto di scarico, in acciao inossidabile, è stato spostato sul lato destro; il motore, tutto nuovo, cresce nella cilindrata, ora di 853 cm3.  

Ciclistica nuova
Rivisto anche il telaio, non più con struttura in acciaio tubolare, ma di tipo  monoscocca col motore come elemento portante, per ottenere una maggiore rigidità torsionale. Il serbatoio del carburante, non è più sotto al piano sella, ma è stato collocato nella posizione classica, fra il piano della sella e il manubrio, per migliorare la maneggevolezza. Le nuove F 750 GS e F 850 GS sono state ottimizzate anche in termini di geometria delle sospensioni, per migliorare la precisione e la stabilità di guida. All’anteriore, per la F 750 GS, troviamo una forcella di tipo tradizionale da 41 mm  e 151 mm di escursione, mentre sulla F 850 GS troviamo una forcella rovesciata da 43 mm e 203 m di escursione. La ruota posteriore invece  è controllata da un braccio oscillante a doppio braccio in alluminio insieme ad un monoammortizzatore senza leveraggi. L’escursione della molla è di 177 mm per la F 750 GS e di 219 mm per la F 850 GS. Come sempre c'è la possibilità di equipaggiarle con le sospensioni Dynamic ESA  a regolazione elettronica (470 euro) che però, a differenza delle sorelle di 1200 cm3, lavorano solo sull'ammortizzatore posteriore e non sulla forcella.
Il faro anteriore di tipo asimmetrico è totalmente a Led; ridisegnato anche "il becco" anteriore, ora meglio integrato con serbatoio e cupolino.

Frenata sicura e diametri differenti
L'impianto frenante vede davanti un doppio disco da 305 mm abbinato a due pinze flottanti a due pistoncini. Sulla ruota posteriore invece è montato un disco da 265 mm con pinza flottante a un pistoncino. Disponibile come optional anche l'ABS Pro che, rispetto all'ABS di serie, permette di "pinzare" anche in curva. Cerchi ruota e pneumatici sono configurati per caratteristiche di guida differenti: la F 750 GS, ottimizzata per la guida su strada, monta cerchi ruota in alluminio pressofuso nelle misure di 2,50x19 all'anteriore e 4,25x17 al posteriore; per contro, la F 850 GS, dalla spiccata vocazione fuoristradistica, montati cerchi a raggi incrociati nelle misure di 2,15x21 davanti e 4,25x17 dietro. 
Davanti troviamo due dischi da 305 mm di diametro con ABS cornering; a dx, il ponte di comando, dominato dall'ampio manubrio in alluminio.

Design più marcato
La F 750 GS e la F 850 GS presentano linee e forme completamente nuove, con un design più dinamico. Il faro anteriore, ridisegnato, è interamente a LED e arriva un nuovo quadro strumenti multifunzione con display a colori TFT da 6,5". Oltre alla grafica "Racing Red", la nuova F 850 GS è disponibile anche nell'elegante versione Exclusive e nella cattivissima Rallye; Light White e Austin Yellow metallizzato, invece, per la F 750 GS, disponibile a sua volta anche nella variante cromatica Exclusive. Disponibili da metà maggio, costano rispettivamente 9.950 e 12.550 euro chiavi in mano, con primo tagliando di manutenzione incluso, come su tutto il resto della gamma.
A sx, la F 750 GS con grafica Austin Yellow; a dx, la F 850 GS Rallye nella classica livrea BMW-Motorrad.
Come va
Che in BMW fossero bravi a fare i bicilindrici lo si sapeva già, ma di solito si pensa ai boxer. Invece sanno fare anche i bicilindrici frontemarcia e questo 850 ci ha davvero impressionati. Il motore della F 850 GS colpisce per prontezza ed erogazione della potenza, piena e corposa a qualunque regime; per certi versi ricorda quasi un bicilindrico a V. Il motore è prontissimo a salire di giri da poco più di 2.000 giri, ha una schiena impressionante e allunga senza battere ciglio fino a 8.500 giri, dove interviene il limitatore; il nostro consiglio, comunque, è quello di cambiare prima, attorno ai 7.000, per godere della spinta esuberante dei medi. Poca roba le vibrazioni, avvertibili a manubrio, sopra i 6.000 giri, ma mai fastidiose. Il tutto condito da un sound di scarico entusiasmante. Molto bene il cambio elettronico, preciso sia in scalata che in inserimento di marcia. 



Ciclistica sportiva
Su strada la F 850 GS è tutta un'altra storia, rispetto alla precedente F 800 GS, impacciata e "mollacciona". Questa aggredisce le curve con piglio sportivo, quasi da moto stradale, nonostante la ruota da 21" e le sospensioni a lunga escursione. Merito della ciclistica, tutta nuova, più rigorosa e degli pneumatici di primo equipaggiamento, i nuovissimi Bridgestone Adventure A41. E poi ci sono le sospensioni a regolazione elettronica Dynamic Esa, una sicurezza in più. Bene l'impianto frenante, anche se non ci sarebbe spiaciuto una maggiore grinta al comando dell'anteriore, che va strizzato con forza.



In fuoristrada con disinvoltura
E veniamo alla parte che interessa di più gli amanti del tassello. Pur se la lancetta della nuova F 850 GS è stata spostata verso l'asfalto, basta schiacciare il pulsantino "mode" a manubrio e selezionare la mappatura "enduro pro" per ritrovare in fuoristrada l'enduro di sempre, a suo agio tanto sulle strade bianche, quanto su trail e sentieri che forse sarebbero più adatti a una leggera enduro di 450 cm3. È maneggevole, facile, intuitiva e se la cava in ogni condizione, assecondata da un reparto sospensioni davvero a punto. Unica pecca, se vogliamo, le pedane poggiapiedi che dovrebbero essere più larghe per fornire un adeguato appoggio agli stivaloni da fuoristrada.




Una moto "matura"
Questa F 850 GS rappresenta una reale alternativa alla sorellona R 1200 GS: costa meno, ha costi di gestione inferiori, pesi e ingombri minori, ma va bene uguale e basta schiacciare un pulsante a manubrio per passare con disinvoltura dalla strada al fuoristrada, quello vero. Difetti gravi non ce ne sono e quelli lievi sono pochi: pedane a parte, c'è il parabrezza di serie che innesca qualche piccola turbolenza all'altezza del casco a velocità autostradali e all'anteriore non ci sarebbe spiaciuto un pizzico di grinta in più sui freni. 




 
Carta d'identità
Dati tecnici (dichiarati dalla casa) - F 850 GS
Motore due cilindri
Cilindrata (cm3) 853
Raffreddamento a liquido
Alimentazione a iniezione
Cambio a sei marce
Potenza CV (kW)/giri 95 (70)/8.250
Freno anteriore a doppio disco
Freno posteriore a disco
Velocità massima (km/h) > 200
Dimensioni
Altezza sella (cm) 86
Interasse (cm) 159,3
Lunghezza (cm) 231
Peso (kg) - in odm 229
Pneumatico anteriore 90/90-21"
Pneumatico posteriore 150/70-R17"
Capacità serbatoio (litri) 15
Riserva litri nd

BMW Serie F GS

  • Prezzo€ 12.750
  • Peso229 Kg
  • Serbatoio15,0 l
  • Altezza sella82 cm
  • Lunghezza231 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PRIMI CONTATTI PER MARCA
Green Planet
GLI ULTIMI PRIMI CONTATTI