PRIMI CONTATTI

BMW Serie S S 1000 XR 2015

BMW S 1000 XR: superbike da viaggio
Potentissima, maneggevole e con tanta elettronica, la XR ha un solo obiettivo: fare concorrenza alla Ducati Multistrada 1200, la moto che ha inventato il segmento delle crossover sportive. Le armi sono le stesse, la qualità "tedesca" pure.... chi vincerà?
€ 16.200
BMW S 1000 XR: superbike da viaggio
Da molti anni ormai la R 1200 GS domina le classifiche di vendita delle “endurone”. Ma il successo della Ducati Multistrada 1200 (che ha convertito molto ducatisti alla comodità del manubnrio alto, ma ha pure rubato un po' di clienti alla R 1200 GS) non è passato inosservato a Monaco... ed ecco la S 1000 XR, la crossover ad alte prestazioni di BMW. In realtà si tratta di una vera "superbike da viaggio", visto che la meccanica e la ciclistica derivano direttamente da quelle della supersportiva  S 1000 RR, con piccoli aggiustamenti. Il motore quattro cilindri in linea di 999 cm3 in questa versione eroga "solo" 160 CV a 11.000 giri ma con con una coppia di ben 112 Nm 9.250 giri. Rispetto al motore della S 1000 RR, i condotti della testata sono stati ridisegnati per assicurare una risposta più piena ai regimi medio/bassi e rivisti anche i diagrammi di alzata delle valvole, mentre il regime massimo è stato abbassato di circa 2.000 giri e la gestione del motore affidata a una centralina specifica. 
Nella colorazione rossa si nota una certa "somiglianza" (diciamo così) con la concorrenza... La sella è ben sagomata e permette di mettere i piedi a terra con sicurezza 

Telaio in alluminio
Tutta nuova la ciclistica, con un telaio a doppio trave in alluminio composto da quattro elementi saldati insieme: cannotto di sterzo, supporto del motore e del braccio oscillante e due profili laterali con il motore come elemento portante. Anche il telaietto posteriore è realizzato in alluminio ad alta resistenza ed è imbullonato in quattro punti al telaio centrale, per resistere ai maggiori "carichi" della guida turistica. Il reparto sospensioni vede una forcella a steli rovesciati con escursione di 150 mm regolabile in compressione ed estensione, mentre dietro c'è un forcellone a doppio braccio oscillante con monoammortizzatore centrale regolabile in estensione ed escursione di 140 mm. 

 
ESA optional "obbligato"
Tra gli optional (di fatto quasi "obbligato...") le sospensioni elettroniche Dynamic Esa (Dynamic Suspension Adjustment, prezzo 800 euro) che permettono di impostare l'assetto e poi provvedono a variare la taratura a seconda del tipo di percorso e dello stile di guida del pilota. Insieme al Dynamic ESA c'è anche un kit che permette di abbassare l'assetto della XR (costa 200 euro), riducendo l'escursione della forcella a 120 mm e del monoammortizzatore a 110 millimetri. Di serie c'è poi l'ammortizzatore di sterzo, utile per gestire le accelerazioni più violente, impedendo gli sbacchettamenti della ruota anteriore.
 
Completissima la strumentazione, composta dal grosso contagiri analogico e dall'ampio schermo LCD, con spia che segnala quando è il momento di cambiare marcia; dal blocchetto di sinistra sul manubrio si controlla in modo facile e intuitivo l'elettronica di bordo.

Di serie due modalità di guida, ABS e ASC
La nuova S 1000 XR offre già di serie le modalità di guida “Rain” e “Road”, il controllo di trazione ASC (Automatic Stability Control) e l'ABS disattivabile. Optional (400 euro) la Modalità Pro che comprende i riding mode Dynamic e Dynamic Pro, nonché il controllo di trazione più evoluto DTC (Dynamic Traction Control) e l'ABS Pro che permette di frenare con sicurezza anche in curva. Nella modalità di guida Dynamic la risposta del motore è immediata e l’intervento del DTC "ritardato" per permettere il sollevamento controllato della ruota anteriore in accelerazione; con la “Dynamic Pro“  la risposta del gas è sempre molto veloce, ma in più la taratura del DTC permette di sfruttare in pista gli pneumatici sportivi, consentendo (a chi ne è capace...) impennate e scenografiche derapate. A richiesta è disponibile anche il Cambio elettro assistito HP Pro (costa 400 euro) che permette di inseire le marce (in scalata e in "salita") senza toccare frizione e acceleratore. 

Un po' GS, un po' RR...
Stilisticamente la nuova S 1000 XR combina gli elementi della GS (protezione aerodinamcia, comfort di guida e il "becco anteriore" appena accennato) con quelli più sportivi dei modelli della serie "S", come il doppio proiettore e la carena laterale asimmetrici. Passando agli aspetti più "pratici", troviamo il parabrezza regolabile su due livelli senza attrezzi, due maniglioni per il passeggero, ampio manubrio in alluminio e la seduta su due piani per offrire il massimo del comfort in viaggio a pilota e passeggero. La moto sarà disponibile dai concessionari da metà giugno in due livree, rosso  e  bianco. Prezzo, come sempre, non per tutti.
Impianto frenante ad alte prestazioni, con davanti doppio disco da 320 mm di diametro, pinze fisse di tipo radiale a quattro pistoncini dell'italiana Brembo e tubazioni a treccia metallica; a destra, il terminale Akrapovic con corpo in titanio e fondello in carbonio, disponibile a richiesta come accessorio.

Come va
Convince la posizione di guida comoda, caratterizzata dal largo manubrio che trasmette subito una piacevole sensazione di controllo. La sella standard a 84 cm di altezza è perfetta per chi è sul metro e settantacinque e permette di mettere con sicurezza entrambi i piedi a terra. Il serbatoio non è dei più snelli, ma è ben sagomato e nella guida sportiva non intralcia.



Sportiva col manubrio alto
Bastano due curve per capire di che pasta è fatta la S 1000 XR: la maneggevolezza è eccellente e i cambi di direzione si fanno in un attimo. Insomma, a differenza di altre concorrenti piu scorbutiche, si entra subito in sintonia con questa BMW e ci si ritrova a spingere sulle pedane tenendo un ritmo da sportiva, piuttosto che da turistica. Bisogna però avere sempre presente che siamo in sella a una moto da 160 CV (cavalleria da SBK di qualche anno fa...): la guida richiede impegno e attenzione, anche per le dimensioni generali della XR. È comunque nel misto veloce che la tedesca da il meglio di sè: tra le curve diventa incontenibile, col motore che urla come quello delle sorelle RR in pista. In queste situazioni le gomme Pirelli Diablo Rosso II di primo equipaggiamento si sono rivelate le compagne ideali, offrendo sempre grip in abbondanza.



Motore stratosferico
Il quattro cilindri è potentissimo, ma sempre regolare nell'erogazione e molto elastico: riprende da 1.800 giri in sesta senza problemi. Ai medi regimi spinge molto bene, con coppia in abbondanza a ogni apertura del gas. Il meglio però arriva dopo i 7.000 giri: la XR allunga con una cattiveria e una progressione impressionanti fino ai 12mila giri, ben oltre la zona rossa del contagiri posta a 11mila giri. Migliorabile invece il cambio elettronico in scalata, non sempre precisissimo negli innesti, mentre va benissimo nell'inserire le marce superiori.



Tenuta di strada… a prova di bomba
Granitica la tenuta di strada, anche ad andature ben superiori a quelle legali e perfetta la frenata, potente e sempre modulabile. Buona la protezione dall'aria, anche se, a velocità elevate, spalle e casco restano esposte all'aria. Piuttosto sportivo l'assetto, nonostante la presenza delle sospensioni elettroniche Dynamic Esa; del resto viste le prestazioni non poteva essere diversamente. In generale comunque BMW sembra avere centrato l’obiettivo: questa XR è una moto sportiva ma comoda, capace di affrontare anche viaggi impegnativi.


 
Carta d'identità
Dati tecnici (dichiarati dalla casa)
Motore 4 CILINDRI 4T
Cilindrata (cm3) 999
Raffreddamento a liquido
Alimentazione a iniezione
Cambio a 6 marce
Potenza CV (kW)/giri 160 (118)/11.000
Freno anteriore a doppio disco
Freno posteriore a disco
Velocità massima (km/h) > 200
Dimensioni
Altezza sella (cm) 84
Interasse (cm) 154,8
Lunghezza (cm) 218
Peso (kg) - in o.d.m. 228
Pneumatico anteriore 120/70-17"
Pneumatico posteriore 190/55-17"
Capacità serbatoio (litri) 20
Riserva litri nd

BMW Serie S

  • Prezzo€ 16.300
  • Peso228 Kg
  • Serbatoio20,0 l
  • Altezza sella84 cm
  • Lunghezza218 cm
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PRIMI CONTATTI PER MARCA
Green Planet
GLI ULTIMI PRIMI CONTATTI