PRIMI CONTATTI

Yamaha YZF R1 50th Anniversary 2009

Ora la potenza è sotto controllo
La rinnovata R1 ha il controllo di trazione e la versione “Anniversary” ha la colorazione “storica”. Di serie i terminali della Akrapovic in titanio.
€ 17.690
Ora la potenza è sotto controllo

Le novità sono nella centralina

Oltre alla versione “base” (proposta nei nuovi colori grigio opaco, bianco o blu a un prezzo di 17.190 euro), Yamaha propone la R1 anche in versione “50th Anniversary” (17.690 euro) per festeggiare i 50 anni di partecipazione al motomondiale con la storica colorazione bianca, rossa e nera delle Yamaha ufficiali del passato. Colori a parte, la rinnovata R1 in versione 2012 conserva il motore quattro cilindri a scoppi irregolari e guadagna uno “sguardo” più cattivo grazie al disegno del cupolino più grintoso e alle luci di posizione a led spostate agli estremi delle grosse feritoie frontali. Ma le vere novità sono “elettroniche”: c’è una nuova mappatura della centralina che migliora l’erogazione ai bassi e medi regimi, ed è di serie il controllo di trazione (TCS) regolabile su sei livelli d’intervento. Nuova anche la piastra di sterzo alleggerita. In più, le R1 destinate al mercato italiano avranno i terminali di scarico della Akrapovic: in carbonio per la versione standard, in titanio per la Anniversary. 
Tutte le R1 vendute in Italia avranno i terminali di scarico Akrapovic: in titanio per la Anniversary (foto a sinistra), in carbonio per la versione base. Invariati i comandi al manubrio (foto a destra), ma sul blocchetto sinistro c’è il pulsante per regolare il livello del controllo di trazione, anche in movimento.

Sportiva ma accogliente

Per essere una supersportiva, l’R1 è accogliente per piloti di ogni taglia, grazie alla sella spaziosa (ma poco imbottita) e alla posizione azzeccata dei manubri, poco spioventi. In marcia il motore “big bang” spinge forte già ai bassi regimi, con una tonalità allo scarico unica tra le quadricilindriche dovuta agli scoppi irregolari. L’erogazione è progressiva, piena a tutti i regimi e senza “buchi”, con un allungo impressionante interrotto solo dal limitatore. Ben tarato il controllo di trazione che prima di interrompere bruscamente la potenza agisce parzializzando l’apertura dei corpi farfallati e risultando così meno invasivo. Bene la frenata, anche se nelle staccate più decise la leva va strizzata con forza per avere una frenata incisiva. I terminali di scarico (come sulle precedenti versioni) scaldano la sella del pilota.     
Il cruscotto misto analogico-digitale (foto a sinistra), piccolo e completo, non cambia nella forma ma in più visualizza il livello d’intervento del controllo di trazione. A destra, la frenata della R1 è da vera “pistaiola” grazie alla coppia di dischi da 320 mm di diametro morsi da pinze a sei pistoncini ad attacco radiale.  
Carta d'identità
Dati tecnici (dichiarati dalla casa)
Motore 4 cilindri 4T
Cilindrata (cm³) 998
Raffreddamento a liquido
Alimentazione a iniezione
Cambio a 6 marce
Potenza (CV) 182
Freno anteriore a doppio disco
Freno posteriore a disco
Velocità massima (km/h) nd
Dimensioni
Altezza sella (cm) 83,5
Interasse (cm) 141,5
Lunghezza (cm) 207
Peso (kg) 206
Pneumatico anteriore 120/70-17"
Pneumatico posteriore 190/55-17"
Capacità serbatoio (litri) 18
Riserva litri nd
PRIMI CONTATTI CORRELATI
  • 28 Gennaio 2021
    A distanza di sette anni dalla presentazione della prima versione, la MT-07 si fa più grande: il motore diventa Euro 5, c'è un nuovo faro anteriore full led, nuovi convogliatori ai lati del serbatoio e migliora la qualità complessiva. Il prezzo è sempre competitivo
  • 26 Giugno 2020
    Arriva nelle concessionarie a luglio il Tricity 300. Il nuovo tre ruote ha motore Blue Core da 28 CV e un telaio leggero, derivato  da quello dell'Xmax 300, ma con sospensione anteriore di tipo LMW come quella utilizzata sulla Niken e sui "fratellini" Tricity 125-155. La ricca dotazione di serie comprende il controllo di trazione e la smart key. Il nuovo sistema di blocco del rollio delle ruote anteriori Standing Assist facilita il parcheggio e permette di non appoggiare i piedi a terra al semaforo 
  • 22 Febbraio 2020
    La crossover media di Yamaha per il 2020 ha un look tutto nuovo e l’omologazione Euro 5, senza perdere potenza e brillantezza. Migliorano le doti dinamiche, il comfort e il divertimento di guida in ogni situazione 

Yamaha YZF

  • Prezzo€ 17.690
  • Peso206 Kg
  • Serbatoio18,0 l
  • Altezza sella84 cm
  • Lunghezza207 cm
COMMENTI
Ritratto di Peppazzo94
21 Novembre 2011 ore 14:45
... DA QUANDO AVEVO 11 ANNI
Ritratto di Zackattack
23 Novembre 2011 ore 23:39
un giorno spero di averne una così anche se giuro della mia non mi lamento anzi era e resta il sogno realizzato x sempre e nn la cambierò mai più....!
Ritratto di road71
21 Marzo 2012 ore 22:50
ormai Yamaha non investe più da tempo nelle super sportive è una moto vecchia pesante tozza molto meglio un mv aprilia
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PRIMI CONTATTI PER MARCA
Green Planet
GLI ULTIMI PRIMI CONTATTI