PRIMI CONTATTI

Moto Morini

Moto Morini Milano: altro che "vintage" questa è una naked
Abbiamo provato in anteprima la Moto Morini che fa concorrenza alle “retrò” tedesche e inglesi. Comoda ed elegante, è divertente tra le curve, ma il motore vigoroso richiede un polso esperto
€ 15.500
Moto Morini Milano: altro che "vintage" questa è una naked
Come è fatta
A EICMA ha debuttato la Edizione Limitata, cioè la prima serie di 30 esemplari numerati che saranno consegnati entro fine anno. Poi a primavera 2019 arriverà la Milano di serie, che abbiamo provato in assoluta anteprima e vi mostriamo in queste pagine. A parte alcuni particolari da definire (tra cui il colore dei cerchi e del blocco motore, che probabilmente saranno neri), la moto in queste pagine è praticamente definitiva e sfoggia in anteprima la livrea nero-azzurra disponibile in alternativa alla rosso-nera del debutto (chiari riferimenti ai colori sociali di Inter e Milan, le squadre di Milano).



Potente e curata
Il motore bicilindrico Corsa Corta di 1.187 cm3 è lo stesso utilizzato sulle Corsaro ZT/ZZ, con potenza ridotta da 139 a 110 CV per una guida meno “esasperata” ma sempre divertente. La componentistica di qualità comprende sospensioni regolabili Mupo (forcella con steli da 46 mm dotati di rivestimento DLC e mono regolabile anche nell’interasse), impianto frenante Brembo con pinze monoblocco e l’ABS Bosch 9.1 MP, unico “aiuto” elettronico della Milano. Cerchi in alluminio forgiato e piastre di sterzo ricavate dal pieno completano la ricca dotazione di serie, che giustifica il prezzo indicativo di 15.500 euro (fornito dalla “vecchia proprietà”), allineato a quelli della R nine T e delle altre naked retrò “premium” in commercio.



Come va
La posizione di guida è naturale, la sella è comoda (anche se poco imbottita) e il manubrio largo infonde una piacevole sensazione di controllo. Il bicilindrico 1200 Corsa Corta spinge forte già ai bassi regimi, anzi l’erogazione a volte è fin troppo decisa, con l’aggravante di un marcato effetto on-off appena si sfiora l’acceleratore. Ma la moto del test era un esemplare di pre-produzione: l’elettronica di gestione definitiva avrà mappature capaci di rendere più “fluido” il motore. Però la Milano resterà una moto “di carattere” per piloti esperti, ce lo ha confermato il team di sviluppo: un carattere che abbiamo apprezzato nel misto, dove è efficace come una sportiva, grazie alle ottime sospensioni Mupo e alla corretta distribuzione dei pesi che la rendono agile in curva, ma allo stesso tempo stabile e “ben piantata” in percorrenza e in velocità. Potente la frenata, con l’ABS poco invasivo.
Carta d'identità
Dati tecnici (dichiarati dalla casa)
Motore bicilindrico 4 tempi
Cilindrata (cm3) 1187
Raffreddamento a liquido
Alimentazione a iniezione
Cambio a 6 marce
Potenza CV (kW)/giri 110(81)
Freno anteriore a doppio disco
Freno posteriore a disco
Velocità massima (km/h) nd
Dimensioni
Altezza sella (cm) 82
Interasse (cm) 149
Lunghezza (cm) 210
Peso (kg) 200
Pneumatico anteriore 120/70 - 17"
Pneumatico posteriore 190/55 - 17"
Capacità serbatoio (litri) 14
Riserva litri 4
PRIMI CONTATTI CORRELATI
  • 13 Agosto 2018
    La Corsaro ZZ guadagna qualche aiutino elettronico e sospensioni di qualità. Su strada è efficace, ma ci vuole esperienza per sfruttarla a fondo. Prezzo elevato
  • 08 Agosto 2016
    La nuova crossover con assetto da naked di Moto Morini è riservata a piloti esperti, capaci di sfruttare le sue doti senza “aiutini” elettronici
  • 25 Ottobre 2013
    La Granpasso ha un motore molto grintoso e piuttosto brusco ai bassi regimi. La posizione di guida è comoda, la tenuta di strada sicura. Niente elettronica, prezzo corretto
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
PRIMI CONTATTI PER MARCA
Green Planet
GLI ULTIMI PRIMI CONTATTI