Salta al contenuto principale

Aprilia, in arrivo un Trofeo Monomarca dedicato alla RS 660

Fatta esperienza in sella alla sorellina da 250 cm3, i giovani piloti del campionato Italiano Sport Production approderanno il prossimo anno nel monomarca dedicato alla nuova Aprila RS 660, il cui debutto su strada è atteso ormai da tempo…
Coming soon
Presentata in forma di concept due anni fa ed in veste definitiva a EICMA 2019 ma ancora attesa dalle concessionarie Aprilia (ormai è questione di giorni prima del suo debutto ufficiale su strada), la nuova RS 660 sarà dal prossimo anno protagonista del Trofeo Monomarca a lei dedicato. A darne notizia è la foto postata su Instagram dal pilota tester Tommaso Marcon che, in bella posa, ce ne mostra una versione speciale sulle cui carene notiamo la scritta “Trofeo coming soon…”.
Patrocinato dalla dalla FMI, il monomarca (di cui in realtà sappiamo ancora ben poco) traghetterà i giovani piloti attualmente impegnati nel campionato Italiano Sport Production con la sorellina RS 250 verso categorie superiori. A loro sarà messa a disposizione una 660 in allestimento speciale con scarico racing SC-Project e, supponiamo, qualche altra modifica rispetto al modello di serie. Nulla di inaccessibile: facile per esempio ipotizzare una più performante idraulica ad hoc per mono e forcella, pastiglie freno da gara (a giudicare dalla foto dischi e pinze sono quelli di serie) e qualche altro componente per l'uso i pista. Come accennato, di informazioni più dettagliate almeno per il momento, non ne sono arrivate. Questione di settimane: magari in concomitanza al debutto su strada del modello di serie, conosceremo presto tutti dettagli. A spingere la RS 660, lo ricordiamo, ci penserà il nuovo bicilindrico parallelo da 660 cm3 dotato di distribuzione bialbero e fasatura a 270° derivato dal raffinato V4 della RSV4 e capace di erogare 100 CV. Numeri di tutto rispetto, se si considera che il peso totale (per la versione di serie) si ferma a soli 169 kg.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Tommaso Marcon (@tommasomarcon) in data:

Leggi altro su:

Aggiungi un commento