ACCESSORI

I cinque migliori salvascarpa per motociclisti

Se non volete che le vostre Church's (tanto per citare un marchio costoso) portino il segno evidente dell’uso del cambio della vostra moto, allora dovete munirvi di un salvascarpa: ecco cinque modelli, tutti reperibili su Amazon.it. E con una spesa molto inferiore a quella delle scarpe inglesi

I cinque migliori salvascarpa per motociclisti
Mai più scarpe segnate
Per alcuni è un vanto: quella porzione di scarpa scolorita del piede sinistro, provocata dallo sfregamento continuo con il pedale del cambio, è un segno distintivo del motociclista, una “cicatrice” da mostrare con orgoglio. Più pragmaticamente, chi utilizza la moto per andare in ufficio e non ha l’occasione d’indossare un paio di stivali da moto, ma porta scarpe eleganti, preferisce non sporcarsi le scarpe. Due allora le vie da seguire: proteggere la scarpa oppure isolare il pedale del cambio con una protezione in gomma, che però ha lo svantaggio di restare sulla moto e di sporcarsi di più. Abbiamo selezionato per voi cinque modelli, tre di un tipo e due dell’altro, tutti disponibili su Amazon.it. Partiamo dalla fascetta salvascarpe di Tucano Urbano (circa 15 euro): si sistema sulla punta della scarpa, dove poggia il pedale del cambio, e si fissa con il velcro; la parte in contatto con la leva è in pelle. Stesso funzionamento per la fascia di Nnnko (10 euro) che però è in gomma e ha un piccolo nastro velcrato per fissarlo anche ai lacci. Terza fascia è quella di Hevik (13 euro): è in pelle e ha un elastico per fissarla anche dietro il tallone. Protezioni per il pedale sono offerti da Tucano Urbano (16 euro): è in silicone, è lavabile ed è progettata per adattarsi alla posizione del piede sul cambio; si monta a incastro sul pedale. Infine, il Foxpic Salvascarpe (15 euro), con logo Monster, è in gomma e ha una forma curva che consente di arrivare a coprire una porzione maggiore della leva.