NOVITA' MOTOCICLISMO

Mercato moto 2019, agosto tra alti (moto) e bassi (scooter)

L’andamento delle immatricolazioni per i veicoli con cilindrata superiore a 50 cm3 ha registrato una leggera flessione con 11.684 unità, pari a un -2,6% rispetto allo stesso mese del 2018. Crescono le moto con 4.670 vendite e un +5%, mentre gli scooter con 7.014 pezzi segnano un -7,1%

Mercato moto 2019, agosto tra alti (moto) e bassi (scooter)
In testa sempre gli Honda Sh
Il peso di agosto è marginale nel totale delle vendite annuali delle due ruote: vale solo il 5% per le chiusure estive di molte concessionarie. Il periodo delle ferie per gli italiani ha visto due andamenti opposti: mentre le vendite delle moto sono cresciute del 5%, quelle degli scooter hanno registrato un calo del 7,1%. Più sensibile è stato l’arretramento dei cinquantini con 1.184 registrazioni pari al -15,4%. Guardando il periodo da gennaio ad agosto 2019 l’immatricolato, con 180.119 veicoli, segna una crescita complessiva del 6,7%: 100.858 scooter (+5,3% rispetto all’anno scorso), e 79.261 moto (+8,6%). Considerando anche i 50 che riportano un deficit di volumi di 13.460 unità (-5,2%), il totale dei primi otto mesi del 2019 certifica che in Italia sono stati complessivamente venduti 193.579 veicoli a due ruote con un incremento del +5,8% rispetto al gennaio-agosto 2018. La classifica dei modelli più venduti vede dominare l’Honda Sh125 (7542 unità da gennaio ad agosto), seguito dalla versione 150 (6693) e dalla 300 (6616): in tutto, dunque, Honda ha venduto quest'anno 22150 scooter Sh considerando anche l'Sh 125 mode, quasi un quarto degli scooter venduti in Italia; quarto posto per l’italiano Piaggio Beverly 300 Abs seguito dal Liberty 125 Abs. La prima moto in classifica è la Bmw R1200GS (3426 unità), tallonata dalla Honda Africa Twin (2861 unità) e dalla Benelli TRK 502 (2571 unità). “Fase interlocutoria per il mercato delle due ruote in agosto, che tuttavia non modifica il trend consolidato di crescita confermato dal dato progressivo. Confidiamo che la ripresa possa proseguire secondo le previsioni. Le due ruote mantengono il proprio ruolo determinante per la mobilità sostenibile e il nostro settore è preparato a rispondere a tutte le esigenze degli utenti per cogliere le opportunità offerte dall’uso dei nostri veicoli”, dice Giannetto Marchettini, commissario di Confindustria Ancma (Associazione nazionale ciclo motociclo accessori), “il nostro compito è lavorare per migliorare la sicurezza di chi viaggia su moto e scooter: ci aspettiamo che non siano trascurati gli investimenti nelle infrastrutture”.


NOTIZIE CORRELATE
  • Industria e finanza
    05 Aprile 2020
    Paolo Magri, presidente di Confindustria Ancma (Associazione nazionale ciclo motociclo e accessori) e consigliere di EICMA Spa conferma la fiera di novembre e giudicata premature le decisioni delle due case motociclistiche di non parteciparvi
  • Industria e finanza
    10 Marzo 2020
    Secondo gli esperti, all’emergenza Coronavirus seguirà una netta riduzione nell’acquisto di beni di consumo. A farne le spese sarà - anche - il mercato delle due ruote, attualmente dominato da India, Cina e Indonesia
  • News
    03 Marzo 2020
    A febbraio sono state fatte 18.114 immatricolazioni (veicoli superiori a 50 cm3), con un incremento dell'11,8% rispetto allo stesso mese del 2019. Un dato positivo, dunque, pur restando in attesa di conoscere gli effetti a lungo termine dell’epidemia di coronavirus sul mercato