NOVITA' MOTOCICLISMO

Aprilia RS 660, eccola in pista - VIDEO

Ecco una clip che mostra il concept RS 660 di Aprilia durante una sessione di test in pista. A quanto pare lo sviluppo del modello prosegue spedito e anzi, la moto sembra addirittura quasi definitiva. Non dovrebbe quindi mancare molto alla sua presentazione

Aprilia RS 660, eccola in pista - VIDEO
Quando arriverà?
Qualche giorno fa, a Vallelunga, è stata "pizzicata" durante un test l'Aprilia RS 660, la nuova bicilindrica realizzata partendo da una metà del mitico V4 montato su RSV4 e Tuono V4. Qui sotto potete vedere la mini clip che mostra la RS in uscita dai box per una sessione in pista. La moto, svelata a sorpresa a EICMA 2018, segna il debutto di Aprilia nel segmento delle bicilindriche di media cilindrata. La novità principale della RS, come detto, è il motore: un'unità realizzata partendo dal V4 della RSV4 Factory, da cui è nato un bicilindrico parallelo frontemarcia di 660 cm3, configurazione scelta per la sua compattezza ed efficienza, per la ridotta trasmissione di calore al pilota e per la libertà che lascia ai progettisti di poter creare una ciclistica snella e leggera.
La moto è poi caratterizzata da un'estetica che si rifà alla sorellona RSV4 ma che offre, in più, una compattezza di dimensioni invidiabile. Secondo quanto dichiarato dalla casa, la maggior parte dello studio è stato eseguito a livello aerodinamico, cercando di ottimizzare in galleria del vento ogni aspetto della carenatura, garantendo un coefficiente di penetrazione elevato, senza però tradire armonia e dimensioni. Insomma, gli ingredienti ci sono tutti, chissà se riusciremo a vedere la RS "di serie" già entro il 2020, in ogni caso questo è solo un assaggio: sulla base del nuovo motore nascerà una famiglia di moto, tra cui, a quanto pare, anche un'endurona che dovrebbe sfoggiare il mitico marchio Tuareg.


NOTIZIE CORRELATE
  • News
    13 Agosto 2019
    I tre piloti al centro del mercato 2018 sono in crisi: Jorge è infortunato, Johann ha rescisso il contratto con Ktm, Iannone è più lento del compagno di squadra. Yamaha e Suzuki sono moto più facili da guidare, Honda e Ducati sono prestazionali ma richiedono grande capacità di adattamento
  • News
    06 Agosto 2019
    La Casa dei tre diapason mette quattro moto tra le prime sei in classifica ma i tempi contano poco. Nel box di Iwata il prototipo 2020 della M1 sfoggia un nuovo motore, carene e codone rivisti. Vinales e Rossi prudenti: "Qualcosina meglio". Honda lavora sul nuovo telaio, Ducati affina l'aerodinamica e prepara un nuovo forcellone pensando a Misano. 
  • News
    05 Luglio 2019
    Portata tra le nuvole dal pilota australiano Rennie Scaysbrook, l’Aprilia Tuono V4 ha dominato le 156 curve della Pikes Peak, conquistando il traguardo a quota 4.302 metri in 9 minuti, 44 secondi e 963 millesimi. Entusiasta per la vittoria, Scaysbrook ha avuto parole solo per l’amico Carlin Dunne