ACCESSORI

Giacche airbag, meglio meccaniche o elettroniche?

L'ente francese IFSTTAR ha valutato le prestazione delle giacche con airbag ad azionamento meccanico ed elettronico. Il verdetto è senza appello, anche se...

Giacche airbag, meglio meccaniche o elettroniche?

Il cavo è più "lento"

Gli indumenti per motociclisti con airbag si dividono in due categorie: giacche con attivazione del sistema airbag tramite cavo e quelle con attivazione tramite sensori che dialogano con la moto. L'ente pubblico francese IFSTTAR (Institut français des sciences et technologies des transports) che si occupa, tra l'altro, di ricerche e analisi dei sistemi dedicati alla mobilità urbana, ha realizzato uno studio comparativo sui due tipi di airbag. I differenti modelli di aribag sono stati sottoposti a diverse prove d'impatto (scaricate il documento cliccando qui). Secondo questa ricerca i modelli più sicuri sono quelli ad attivazione wireless, soprattutto in caso di impatto frontale moto-auto che, per le statistiche, riguarda il 80% degli incidenti. Infatti negli urti frontali la forcella si piega avvicinando la moto all'auto e il posteriore della moto si alza proiettando il pilota verso l'ostacolo, risultato il motociclista impatta sull'ostacolo in 90 millisecondi. Gli airbag meccanici si attivano quando la corda che collega il giubbotto alla moto si tende, secondo questa ricerca il tempo necessario perché il cavo si tenda e poi l'airbag si attivi può superare i 200 millisecondi, troppo per prevenire i danni da impatto frontale.

Come si può vedere dalla sequenza in caso di impatto frontale un airbag meccanico può essere troppo lento ad attivarsi


Il wireless è più sicuro però...

Secondo questa ricerca il sistema sulla carta migliore sarebbe quello degli airbag elettronici che, grazie  ai sensori che dialogano in continuo con la moto, possono assicurare una risposta immediata riuscendo ad attivarsi entro la soglia dei 90 millisecondi.
Peccato però che per questi sistemi (attualmente sul mercato con Alpinstars e Dainese) manchi ancora una normativa di omologazione. L'attuale Standard Europeo su airbag per motociclisti EN1621/4:2011, infatti prevede test e omologazione solo per gli indumenti con airbag a cavo e non ancora per quelli wireless, così, mentre si può essere sicuri delle prestazioni "certificate" per i sistemi meccanici, per quelli elettronici si deve andare sulla fiducia...

Efficaci per gli urti secondari

Lo studio francese però sottolinea come gli airbag (meccanici ed elettronici) assicurino un'elevata efficacia per gli urti secondari, cioè quelli patiti in caso di perdita di controllo della moto (impatti con marciapiedi, lampioni etc etc). Problematica, per elettronici e meccanici, è la sistemazione della cartuccia che fa gonfiare l'airbag, spesso montata sul petto all'altezza delle costole, una posizione "sensibile". Sotto accusa anche la capacità della cartuccia è messa in discussione. Secondo lo studio si avrebbe una protezione ottimale per impatti a 40 km/h con cartuccia da 60 litri, molto (se non troppo) ingombrante.