ACCESSORI

Abbigliamento moto 2014 - Alpinestars presenta ben 30 novità

Abbigliamento Alpinestars - L'azienda italo-americana presenta numerose novità per la primavera-estate 2014. Non è stato trascurato alcun settore, dalle tute in pelle da pista ai giubbini in tessuto traforato e ai capi "urban" da usare in moto e a piedi. Novità importanti anche per calzature e guanti protettivi. Vediamoli da vicino

Abbigliamento moto 2014 - Alpinestars presenta ben 30 novità
Con la Motorcycle Spring Collection 2014, Alpinestars introduce sul mercato più di 30 nuovi prodotti per tutti i gusti e i tipi di utilizzo (nonché le disponibilità economiche) che si aggiungono a quelle contenute nel ricco catalogo consultabile sul sito www.alpinestars.com. Cominciamo con le tute, vero "cavallo di battaglia" della casa italo-americana fondata ad Asolo (Treviso) nel 1963 da Sante Mazzarolo e che oggi ha la sede centrale a Torrance, in California. La tuta Atem (costa 1.199 euro), tra le più vendute della casa, è stata rinnovata per migliorare il comfort e la libertà nella guida. La parte frontale ha degli inserti in kevlar elasticizzati, ma sono nuovi anche gli inserti in pelle elasticizzata dietro le maniche disposti in senso verticale (e non orizzontale) per seguire meglio i movimenti del pilota. La tuta Atem è un capo certificato CE EN 13595-1, realizzata in robusta pelle da 1.3mm. Per chi vuole un prodotto meno "racing" e con un prezzo più accessibile c'è la tuta Motegi (costa 729 euro), disponibile allo stesso prezzo anche in versione due pezzi. La tuta Motegi è realizzata in pelle bovina pieno fiore da 1,3mm con ampi panneli traforati sulla parte anteriore. Il comfort è assicurato da numerosi inserti elasticizzati e rinforzati in fibra aramidica sui lati del torace, braccia, cavallo e zona posteriore. 
Sotto a sx, la tuta Atem certificata EN 13595-1; a dx, la tuta "entry level" Motegi.











 
Tantissime novità anche per quanto riguarda i giubbotti, altro prodotto di punta della casa. Anche qui ritroviamo un capo denominato Atem (costa 599 euro): si tratta diun giubbotto in pelle anche in questo caso certificato CE EN 13595-1. L'Atem ha un doppio sistema di chiusure sulle maniche (con velcro e cerniera) e delle bretelle inguinali per evitare che la giacca possa spostarsi in caso di scivolata. La vestibilità è "sportiva" (cioè aderente), colletto e polsini hanno i bordi in neoprene per prevenire le irritazioni da sfregamento e ha la gobba posteriore aerodinamica. Come nel caso della tuta, anche il giubbotto Atem ha ampi inserti forati su tutto il torace per migliorare la ventilazione. Per chi vuole invece un capo meno "estremo" e in tessuto, c'è per esempio il T-GP Plus R (costa 199 euro), disponibile anche in versione forata per le giornate più afose. È realizzato in politessuto sintetico 450/600 Denier resistente all’abrasione e dispone di un interno termico staccabile. Di serie ha i protettori "Bio Armor" certificati CE su gomiti e spalle.
Sotto a sx, la giacca  Atem; a dx, per chi vuole un prodotto meno sportivo, la giacca T-GP Plus R.










 

Dal cosiddetto "mondo outdoor", cioè dal settore degli accessori per la vita all'aria aperta invece deriva la nuova linea di abbigliamento Rideout. Si tratta di una serie di capi in apparenza identici a quelli per il tempo libero, ma che si possono utilizzare in città con la moto e lo scooter grazie alle soluzioni e alle dotazioni "tecniche" specifiche come la presenza delle protezioni certificate per spalle e gomiti, nonché la tasca dorsale predisposta per ospitare anche il paraschiena (di serie contiene solo un'imbottitura morbida). La Spark (costa 219 euro), per esempio, è una giacca softshell impermeabile e resistente al vento. Il cappuccio è dotato di aggancio per poterlo fissare durante la guida, ha inserti catarifrangenti davanti e dietro per una miglior visibilità e una tasca interna impermeabile per il cellulare/portafogli. La Runner Air jacket (costa 159 euro)  invece è abbastanza robusta per l'uso su strada, ma allo stesso tempo versatile per le imprese sportive nel weekend. È realizzata in mesh e naturalmente anche questa ha tutte le protezioni certificate del caso.
 
Sotto sx, Spark, giacca softshell, impermeabile e antivento; a dx Runner ok pure per le attività sportive.  

Passando agli accessori, sono ben nove i guanti presentati per la primavera-estate: alcuni sono novità assolute, altri semplici restyling di prodotti già esistenti. Tra le prime segnaliamo l'Atacama Air (costa 59 euro)il guanto ideale per la guida estiva su strada. È leggero, con dorso in mesh 3D per offrire una ventilazione eccellente e rinforzi in pelle sul palmo e pannelli in TPR 3D su nocche e polpastrelli. Aggiornamenti importanti invece per il guanto sportivo SP-2 (costa 99 euro). Ha nuove protezioni in carbonio più confortevoli e leggere, mentre la struttura principale è realizzata in morbida e robusta pelle primo fiore con rinforzi in scamosciato sintetico su palmi e zone d’atterraggio per la massima resistenza all’abrasione.
Sotto a sx, il nuovissimo guanto estivo Atacama Air; a dx, il restyling dello SP-2.

Infine chiudiamo col capitolo calzature. Anche qui, ben 15 prodotti tra novità e rifacimenti. Si va dalle calzature sportive dedicate a chi gira in pista a quelle dedicate al turismo, passando per quelle da utilizzare tutti i giorni in città. Tra le grosse novità, segnaliamo gli stivali Roam 2 (costano 149 euro) certificati CE e destinati all'utilizzo turistico estivo. La tomaia è in robusto materiale tecnico sintetico, dotata di una zona flessibile a soffietto frontale in microfibra e inserti forati. Naturalmente hanno una membrana impermeabile al 100% inserita fra lo strato esterno e l’imbottitura interna. Le tre cinghie regolabili in velcro infine garantiscono una calzata sicura ed altamente personalibile. Per l'uso di tutti i giorni segnaliamo invece le Anaheim (costano 139 euro), delle robuste sneaker certificate CE che sfruttano una protezione laterale antitorsione derivata da quelle degli stivali da motocross.
Sotto a sx lo stivale Roam 2 per il turismo estivo; a dx  le Anaheim, robuste calzature da città.

 


COMMENTI
Ritratto di topomoto
24 Gennaio 2014 ore 10:16
Perché non create dei gruppi d'acquisto per far ottenere sconti sull'abbigliamento per chi passa dal vostro sito?