NOVITA' MOTOCICLISMO

James Hillier, dal TT alle consegne a casa per solidarietà

Il road racer britannico si è messo a disposizione per recapitare la spesa a casa ai bisognosi: "L'idea mi è venuta perché anche i miei nonni avrebbero difficoltà ad approvigionarsi in questo momento". Poi l'appello: "Bisogna stare uniti e darsi una mano, non è il momento di essere egoisti"

James Hillier, dal TT alle consegne a casa per solidarietà
Quasi tutti i piloti sono “disoccupati” in questo periodo, dal momento che il Coronavirus ha imposto lo stop di tutte le attività in pista e sostanzialmente anche della quasi totalità delle gare su strada. Se la maggior parte dei rider sta impiegando questo tempo allenandosi nei limiti del possibile, c'è anche chi ha pensato di mettere a disposizione della comunità le proprie competenze in maniera originale e sicuramente utile.

Consegne "rapide"
È encomiabile in questo senso l'iniziativa di James Hillier, noto road racer inglese che avrebbe dovuto partecipare al prossimo Tourist Trophy con il team OMG Racing BMW (la gara è stata cancellata pochi giorni fa). Hillier si è messo a disposizione per consegnare la spesa alle persone che non hanno possibilità di uscire. Il pilota ha postato un video sul proprio profilo social e ha dato spiegazione di come gli sia venuta l'idea. “I miei nonni vivono in un' area piuttosto isolata e l'ultima consegna di cibo che hanno avuto risale a dieci giorni fa. Al momento sono a posto in quanto a provviste, ma in futuro potrebbero invece trovarsi in difficoltà. Come per loro, anche molte altre persone hanno potenzialmente lo stesso problema, e così ho pensato di dare una mano. Mi metto a disposizione per andare a fare la spesa, o semplicemente per raccogliere gli ordini. Ho la possibilità di muovermi, andare a fare le compere e portare gli acquisti a casa delle persone, lasciandoli sulla porta”.

L'appello sui social
Hillier ha indicato i propri contatti per dare seguito alle intenzioni mostrate, e ha aggiunto una considerazione sulla situazione attuale: “Questo è un momento di grande difficoltà per tutta la nostra società, ma in particolare per le persone più fragili e bisognose. Non è il momento di essere egoisti e pensare solo a noi stessi. Chi è in grado di dare una mano è giusto e importante che lo faccia”.
In questi giorni anche la Gran Bretagna si sta confrontando con l'aumento esponenziale del Covid-19 sul proprio territorio, con un bilancio di morti che sta rapidamente salendo. Hillier ha mostrato grande sensibilità alla situazione e viste le sue particolari competenze velocistiche, in pochi potranno competere con James in un servizio di consegna della spesa davvero rapido!

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    29 Luglio 2020
    Nuove leggi permettono le gare su strada in tutto il Regno Unito e le Diamond Races sono pronte a correre su un nuovo circuito stradale di oltre 12 miglia sull'isola di Wight. Gli esperti sottolineano positivamente la qualità dell'asfalto e i due lunghi rettilinei che permetteranno ai piloti di toccare punte di oltre 300 chilometri l'ora
  • News
    29 Luglio 2020
    Il pilota austriaco è uscito alla curva uno per un inconveniente ai freni. È ricoverato in ospedale, dove i medici lo tengono in coma farmacologico in seguito alle numerose ferite riportate. La moglie Tamara riporta che le condizioni sono stabili e invita a rimanere positivi
  • News
    15 Giugno 2020
    La moglie di Mike "The Bike" aveva da poco compiuto 80 anni, il doppio dell'età che aveva il nove volte campione del mondo quando morì in un tragico incidente insieme alla figlia Michelle. Sopravvisse solo David, che oggi ha 45 anni e un figlio che si chiama come il nonno