NOVITA' MOTOCICLISMO

BSA produrrà moto elettriche in Inghilterra

BSA torna a produrre moto e lo farà in Inghilterra, niente meno che ne pressi degli stabilimenti storici di Small Heath. Lo ha detto Anand Mahindra, presidente del gruppo indiano che ha rilevato il marchio, pare però che le prime due ruote che torneranno a fregiarsi del celebre marchio inglese non saranno a benzina...

BSA produrrà moto elettriche in Inghilterra
BSA torna in UK
Acquistata dal gruppo Mahindra nel 2016 per mezzo della divisione Classic Legends Private Limited, la britannica BSA tornerà finalmente a produrre moto e lo farà per di più in Inghilterra. La notizia, splendida per gli appassionati del marchio, è stata confermata dallo stesso presidente del gruppo indiano Anand Mahindra, che in un’intervista al The Guardian ha accennato alla metà del 2021 come data di inizio e confermato l’Inghilterra come sede della produzione: “Il Regno Unito - ha detto Mahindra - è stato leader nelle moto fin dall'inizio, la provenienza è qualcosa che vogliamo mantenere fortemente". E così, mantenendo salde le proprie radici inglesi, BSA troverà una nuova sede niente meno che nei pressi degli stabilimenti storici di Small Heath, alla periferia di Birmingham, esattamente com’era prima del fallimento del 1972. Oltre che ai fan del marchio, la notizia è stata accolta con entusiasmo anche dal governo britannico che, contento dei 255 nuovi posti di lavoro che verrebbero a crearsi, ha stanziato 4,6 milioni di sterline per accelerare le fasi iniziali. Fondamentale in tal senso sarà il polo di ricerca e sviluppo per i propulsori elettrici, localizzato poco distante da Birmingham nella vicina Banbury. In base alle notizie più datate e diffuse in questi anni da Mahindra (l’ultima, a settembre, a proposito del completamento dell’acquisizione di Peugeot), BSA si sarebbe dovuta occupare in particolare di modelli di grossa cilindrata e di alta gamma: tuttavia, sembra che i primi modelli destinati ad uscire dallo stabilimento inglese saranno elettrici e con prezzi che andranno dalle 5.000 alle 10.000 sterline. 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    21 Settembre 2020
    Completata l’acquisizione da parte dell’indiana Mahindra, Peugeot potrebbe nel giro di un paio d’anni tornare attiva anche nel settore moto. Secondo quanto emerso dal web, la Casa francese si concentrerà su modelli di piccola e media cilindrata
  • News
    05 Agosto 2020
    Quello dei furti moto è per l’Inghilterra un problema tutt’altro che trascurabile: ogni anno Oltremanica vengono rubate circa 26mila moto. Secondo uno specialista, la Brexit potrebbe avere effetti positivi e negativi allo stesso tempo
  • News
    10 Aprile 2020
    Posta in amministrazione controllata per il mancato pagamento di circa 700.000 euro di tasse, Norton Motorcycle avrebbe debiti ben più onerosicon con creditori privati. La situazione è molto grave servirebbe una nuova proprietà, tra i pretendenti pare ci sia l’indiana TVS