ACCESSORI

Giubbini in pelle per tutte le stagioni

Il giubbotto “da moto” per eccellenza è quello di pelle. Ha uno stile inimitabile, è pratico e si usa più o meno tutto l’anno. Vediamo le novità per tutti i gusti e i tipi di moto

Giubbini in pelle per tutte le stagioni

Sicurezza e eleganza

Alla moda o “vintage”,  sportivi o turistici, i giubbotti in pelle vanno bene per girare in moto tutto l’anno. Usati con la sola fodera, sono ideali per la primavera e l’autunno, quando cioè non fa troppo caldo o troppo freddo. Montando l’imbottitura staccabile (che hanno più o meno tutti) il loro utilizzo si amplia anche alla stagione invernale. Se invece hanno aree in pelle traforata si possono indossare anche nella stagione calda. In generale comunque sono comodi da indossare una volta scesi dalla moto (nonostante la presenza ormai “obbligata” di protezioni per spalle e gomiti) ed eleganti più di qualsiasi capo in tessuto per l’aperitivo in centro. Abbiamo selezionato una serie di proposte per tutte le esigenze: vediamole. 
Alpinestars Eliminator - Aspetto e trattamento “vintage” della pelle “primo fiore” rendono questo giubbotto irresistibile per gli amanti delle café racer (foto a sinistra). I rinforzi a soffietto dietro le spalle migliorano la vestibilità. Costa € 380
Halvarssons Spitfire classic - Giacca in pelle ovina, trattata per ottenere un piacevole effetto “invecchiato”. Tutte le cuciture nei punti più esposti sono triple per offrire il massimo della sicurezza in caso di scivolata. La tasca posteriore può accogliere il paraschiena CE Converter di liv. 2. Costa € 329

 
Gimoto Asphalt - Realizzato in pelle bovina, vanta uno spessore di ben 1,3 mm nei punti più soggetti all’abrasione in caso di scivolata. Anche in questo caso la pelle è stata volutamente “invecchiata” (foto a sinistra). Costa € 330
Spidi Heritage - Nonostante l’aria “fashion”, è un giubbotto tecnico con caratteristiche analoghe alle tute divisibili. Ha protezioni omologate, clip di aggancio ai pantaloni e tasca dorsale per il back protector CE. Costa € 400
Spyke Tenacy MAN GP - Realizzato in pelle bovina pieno fiore molto morbida (foto a sinistra), malgrado lo spessore fino a 1 mm, ha la tasca per il back protector CE e inserti di pelle forata su braccia, dorso e petto per tenere freschi anche d’estate. Costa € 399
Dero Challenge - Grazie al doppio strato di pelle bovina, lo spessore nelle zone a maggiore rischio di abrasione raggiunge i 2.6 mm: secondo il produttore, il capo resisterebbe ai test di certificazione EN livello 2. Il kit “lightning” (optional, costa 150 euro) prevede inserti con fibre ottiche luminose e led alimentati da una batteria ricaricabile migliorano la sicurezza in caso di scarsa visibilità. Costa € 299
Ixs Kaban - Giacca in vacchetta nappata, con inserti  in pelle traforata e maniche sagomate ergonomicamente con zone in tessuto elasticizzato (a sinistra). Ha un’imbottitura per la schiena, integrabile (è optional) con un protettore CE. Costa € 403
Rev’it! Warrior - Giubbino destinato al mototurismo, abbinabile ai pantaloni coordinati. Ha numerosi inserti elasticizzati per assicurare un comfort ottimale durante i lunghi viaggi e i volumi di vita, polso e collo regolabili.  Costa € 379
Axo Gasoline - Giacca corta in pelle ovina pieno fiore con fodera in poliestere traforata, antibatterica e antisudore. Dispone di un pratico sistema di ancoraggio giacca/pantalone e ha la regolazione dei volumi in vita. È predisposta per ospitare la protezione dorsale. Costa € 349
Ixon Hamilton - Questa giubbotto sobrio ed elegante nasconde un particolare utile per l’utilizzo durante il periodo più freddo e piovoso dell’anno: sotto la pelle ha un inserto completamente impermeabile.
Costa € 399

Protezione totale

Se cercate il massimo della sicurezza, la vostra scelta non può che ricadere sui capi certificati come DPI (ossia come Dispositivi di Protezione Individuale) secondo la normativa europea CE EN 13595. Anche i prezzi cominciano finalmente a diventare abbordabili: le giacche che vi mostriamo costano un centinaio di euro più delle altre, un piccolo investimento a fronte di una protezione “garantita” da un organismo al di sopra delle parti.
Berik LJ-9667 - La vestibilità è simile a quella di una tuta in pelle. Come tutta la produzione in pelle di Berik (e Arlen Ness), questo giubbotto è certificato EN 13595. Costa € 439
Clover Triforce - La giacca Triforce è  la prima giacca italiana in pelle a essere riuscita a ottenere la certificazione di sicurezza CE EN 13595 di livello 2: la massima certificazione di sicurezza ottenibile per l’abbigliamento motociclistico oggi disponibile sul mercato. Costa € 504

 


ACCESSORI CORRELATI
  • Varie
    08 Luglio 2019
    Sviluppata da Inproof in collaborazione con l’azienda SIX2, la maglia Ultralight termoregolante e traspirante si dimostra perfetta per essere indossata -specialmente in queste giornate di caldo intenso- sotto la tuta in pelle
  • Tute
    02 Dicembre 2016
    Il sito Ducatisumisura.com, che consente di ritagliarsi su misura la propria tuta racing, offre due nuovi modelli: le due versioni - intera e spezzata – della Ducati Corse C3, realizzate in collaborazione con Dainese e disegnate dal designer Aldo Drudi
  • Giacche
    12 Ottobre 2015
    Le giacche Bellecour Ladies e Flatbush Vintage s’ispirano al classico stile motociclistico pur essendo dotate di tecnologie moderne: un tocco retrò per le motocicliste che vogliono abbinare il fascino di un capo in pelle alla sicurezza offerta dalle protezioni e dal materiale impiegato